RELIGIONE Letto 696  |    Stampa articolo

Pasqua 2022

Foto © Acri In Rete
Padre Leonardo Petrone
condividi su Facebook


La fine di Gesù sulla Croce è mistero incomprensibile. Si comprende qualche cosa con gli occhi della fede. La fede fa intravedere Dio che opera per noi. Senza fede continuiamo a seppellire persone e speranze. Si vive senza fede quando l’antipasto è discordia e il pranzo separazione. Per fare Pasqua bisogna “rimodellare la vita”: illuminare la mente con la luce di Cristo Risorto, riscaldare il cuore con la fiamma del suo amore. Siamo “Figli di Pasqua” e Pasqua ci conferma che il mistero della vita non finisce con la morte, apre alla risurrezione. Perciò Pasqua non ha data fissa come Natale, è sempre Pasqua quando tristezza non prolifera, è Pasqua quando avanziamo con gioia sul sentiero che Dio ha tracciato per noi. Facciamo Pasqua: indossiamo il vestito adatto, accendiamo il faro di Cristo Risorto,, togliamoci il giubbotto della tristezza, trasformiamo le difficoltà in risorse,, vestiamo il cuore a festa, con cuore triste non si fa Pasqua. In questo tempo di guerra e di virus non c’è atmosfera adatta, abbiamo bisogno di idonea energia. Cristo Risorto è scoppio di energia di vita. Andiamo a vedere questo scoppio di energia che comunica vita, entriamo nella grande sala Paolo VI, alziamo lo sguardo sulla grande rappresentazione bronzea della Risurrezione di Paolo Fazzini: 20 metri dfi lunghezza, 7 metri di altezza, 3 metri di profondità (Tempesta di grandiosità): radici di ulivo divelto, pietre che volano, vento impetuoso. Cristo Risorto è in mezzo, esprime grandiosa energia di vita, resta impresso nella memoria perché rappresenta la nostra risurrezione. Con Lui non ci si ferma sotto Terra, si esplode nella Pasqua senza fine. Il vento di Pasqua porta in alto, molto in alto. Pasqua è parola di consolazione per chi piange, è parola di pace per chi ha paura, è parola di speranza per chi è triste, è parola di amore per chi arriva da lontano, è parola di eternità che avvicina al Padre che tutti attende, anche i figli smarriti sono in arrivo. FACCIAMO PASQUA. P. Leonardo Petrone

PUBBLICATO 11/04/2022 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1171  
Ospedale di Acri, Straface: «Tac nuovamente in funzione. A breve anche la risonanza magnetica»
L’annuncio del consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità: «Il Beato Angelo merita grande attenzione, eroga servizi sanitari su un vasto territorio» ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2089  
Con la Carta del docente hanno comprato elettrodomestici
La guardia di finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo nei confronti di un.... ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 411  
Si ritorna a votare per le Province?
A grandi e spediti passi verso il ritorno al voto popolare per le Province, ovviamente comprendendo anche un riordino e un recupero totale delle funzioni. Ne da notizia il Fatto di Calabria. ...
Leggi tutto

CREDENZE  |  LETTO 201  
Maschere apotropaiche di Calabria
Fin dai tempi più antichi,l'uomo ha creduto agli influssi negativi del malocchio e, per questo motivo, in diverse culture, da quella greca a quella romana e persino in quella contadina meridionale s ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 183  
Il Touring Club Cosenza attratto dal Maca
Nella mattinata di Domenica 22 c.m. un gruppo di soci del Touring Club di Cosenza ha visitato il Museo MACA di Acri (Cs). ...
Leggi tutto