POLITICA Letto 2419  |    Stampa articolo

Verso le comunali. Cinque Stelle e Sinistra Italiana insieme. Manca solo l’ufficialità.

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


Il prossimo quattordici maggio scade il termine per la presentazione delle liste. Sono giorni cruciali per alleanze e candidati. Sono ore importanti anche per il Movimento Cinque Stelle e Sinistra Italiana.
Nei giorni scorsi i due soggetti politici si sono visti più volte e pare ci sia la volontà di andare assieme alla competizione elettorale del prossimo 12 giugno.
Sembra anche che ci sia convergenza sul candidato a sindaco, ovvero su Angelo Cofone, avvocato, che dovrebbe essere sostenuto da due liste.
Nel 2017 Sinistra Italiana sostenne l’attuale sindaco Capalbo ottenendo poco meno di mille voti ed eleggendo un consigliere poi le strade si divisero.
Per i grillini sarebbe, invece, la prima volta alle comunali dopo le assenze nel 2013 e nel 2017.
Ad oggi, quindi, quattro sono gli aspiranti primi cittadini; Capalbo, Pd, che dovrebbe essere sostenuto da sette liste, Zanfini, civismo (quattro liste), Vigliaturo Fi e Fdi (due liste ) e Cofone.
Ma non sono esclusi colpi di scena dell’ultimo momento.
Una cosa è certa, il quattordici maggio, poco dopo le 12, avremo molte sorprese.
Leggeremo di candidati da sempre nel centro destra e addirittura aspiranti sindaci di questa coalizione, accanto a Capalbo ed esponenti politici fino a qualche anno fa nel centro sinistra ma che oggi hanno preferito il civismo.
La politica ma soprattutto il tornaconto personale, in termini di ruoli e incarichi, può mettere tutti d’accordo ma non vorremmo trovare l’uno accanto all’altro chi in questi anni ha dato vita a duri scontri (politici e personali) finendo addirittura in tribunale.
Sarebbe davvero una cosa disgustosa, inaccettabile, immorale e vergognosa.
Vedremo.

PUBBLICATO 27/04/2022 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 5600  
Corruzione elettorale. Il Pm Bruni aveva chiesto l'arresto anche per il sindaco Pino Capalbo
L’inchiesta sul presunto voto di scambio per le regionali 2020 che vede coinvolto l’ex assessore regionale Giuseppe Aieta, il sindaco di Longobucco, Giovanni Cetraro e quello di Acri, Pino Capalbo, si ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 671  
Divieto di dimora in Calabria per Aieta
L’ex consigliere regionale di centrosinistra è indagato per corruzione con i sindaci di Acri e Longobucco. L’inchiesta della Procura di Paola ricostruisce presunti accordi elettorali sanciti nel ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1364  
L’impegno della Straface per il Beato Angelo
Il partito di Forza Italia di Acri, esprime viva soddisfazione per l’incarico di prestigio attribuito all’On. Pasqualina Straface, quale Presidente della Terza Commissione Sanità in Consiglio Regional ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 575  
L'unione per un bene comune
Fratelli d’Italia Acri si sta interessando da molto vicino alla questione Ospedale. Non riteniamo interessanti i vari proclami e le conseguenti polemiche, a noi interessano i ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4683  
Voti in cambio di favori. Divieto di dimora in Calabria per l'ex consigliere regionale Aieta
Divieto di dimora in Calabria e conseguente obbligo di residenza in altra regione. È la misura cautelare che ha colpito l’ex consigliere regionale Giuseppe Aieta. ...
Leggi tutto