COMUNICATO STAMPA Letto 1121  |    Stampa articolo

La Casa di Abou Diabo. “Per prendere un lupo ci vuole un lupo”.

Foto © Acri In Rete
La Casa di Abou Diabo
condividi su Facebook


La Casa di Abou Diabo di Acri, Comunità Alloggio per Minori Stranieri Non Accompagnati e Richiedenti Asilo, dal 2019 sta portando avanti un progetto narrativo, diretta espressione dei beneficiari ospiti della struttura, in collaborazione con il Museo del Fumetto di Cosenza. Tale progetto consiste nella narrazione del viaggio, attraverso tavole fumettistiche, compiuto dai migranti che approdano sulle coste europee e dal titolo “Per prendere un lupo ci vuole un lupo”, giunto al secondo episodio, nel corso di quest’anno verrà portato avanti il terzo ed inizierà anche il percorso per essere editato. Con la sceneggiatura di Luca Scornaienchi (direttore Museo del Fumetto) e i disegni di Quirino Calderone (Bonelli Editore), le tavole che rappresentano il primo episodio sono quelle più legate al viaggio ed alla rotta desertica fino alle coste della Libia fornite di particolari raccontati dai beneficiari de La Casa di Abou Diabo. Nel secondo, acquista ruolo centrale oltre al personaggio principale, anche la città di Acri e lo svolgimento dell’accoglienza, già presentato all’inaugurazione del Festival del Fumetto di Cosenza, il 2 dicembre 2022, in dialogo con la giornalista Giuliana Sgrena. Quindi, oltre ad illustrare e mostrare il primo, per questa presentazione il secondo episodio sarà più protagonista. Per il terzo, come già detto, bisognerà aspettare il corso dell’anno. Inoltre, sarà occasione di mettere l’accento sul quindicesimo anno di attività della struttura e sul lavoro dell’accoglienza di concerto con gli Uffici Comunali dei servizi Sociali e con le amministrazioni per un progetto che fa parte della rete SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione) del Ministero dell’Interno. Ne parleremo con il sindaco di Acri Pino Capalbo, con l’Assessore ai Servizi Sociali Luigi Maiorano, con il Responsabile Unico di Progetto del Comune Gennaro Fabbricatore, con il Responsabile del Settore Servizi Sociali Giovanni Cofone e con Luca Scornaienchi, Direttore del Museo del Fumetto di Cosenza. Lunedì 30 Gennaio 2023, Sala delle Colonne presso Palazzo Sanseverino/Falcone di Acri.

PUBBLICATO 28/01/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 856  
Acri nel Paese delle meraviglie: la Regina di cuori declina l'invito per il thè
Mi appello all' intelligenza di tutti coloro che hanno investito tempo ed energie per recarsi in Cittadella affinché il governatore li ricevesse o ascoltasse: credete realmente che ...
Leggi tutto

CURIOSITA'  |  LETTO 240  
A proposito della toponomastica storica sandemetrese
È risaputo che la toponomastica storica sandemetrese è stata elaborata dal poeta Girolamo De Rada, consigliere comunale, dopo l’Unità d’ Italia (ricerche di studio del giornalista, ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1241  
Consiglio comunale. Scintille e accuse reciproche tra Capalbo e l'ex sindaco Bonacci
Al posto dei consiglieri comunali tutti e della giunta, non saremmo contenti all’indomani del consiglio comunale dello scorso 11 aprile. L’assise era stata convocata dal presidente Simone Bruno ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 239  
La casa di Abou Diabo e Liberaccoglienza a sostegno di Maysoon Majidi
In occasione del Festival “Frontiere”, sui temi delle migrazioni e dell’accoglienza, organizzato dall’Associazione Migrantes, dall’11 al 14 aprile 2024 a Cosenza, gli operatori de “La Casa di Abou Dia ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1223  
Ristrutturazione del pronto soccorso. Ecco come diventerà
Oltre un milione di euro per la ristrutturazione del pronto soccorso. Nelle venti pagine della relazione tecnica dell’Asp si legge, tra l’altro, che obiettivo del presente documento ...
Leggi tutto