COMUNICATO STAMPA Letto 1624  |    Stampa articolo

La pianista ucraina incanta la Sala delle Colonne di Palazzo Sanseverino-Falcone

Foto © Acri In Rete
Hello Music Academy
condividi su Facebook


Anna Kravtchenko lascia senza fiato una Sala delle Colonne gremita, un evento memorabile per la nostra cittadina ai piedi della Sila. Ospite lo scorso venerdì 24 marzo al Palazzo Sanseverino Falcone per l’Associazione “Hello Music Academy”, la pianista ucraina sembra fermare il tempo. La vincitrice del prestigioso Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni”, nell’edizione del 1992 a soli sedici anni, ha incantato un pubblico di oltre 300 persone, confermando una sua indiscutibile maturazione, dall’energia degli anni giovanili all’equilibrio e all’eleganza di oggi, dopo numerose esibizioni in tutto il mondo. Un concerto fortemente voluto dalla Hello Music Academy che sta avviando una grande produzione in sinergia con realtà musicali prestigiose della nostra Calabria come l’AMA Calabria, l’Associazione Musicale M. Quintieri, l’Associazione Musicale Gustav Mahler, mantenendo salde le collaborazioni con la Fondazione V. Padula, il Rotary Club e la Fidapa sezione di Acri. L’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale, si è rivelato una magnifica occasione per tantissimi giovani che, nel pieno dei loro studi musicali, hanno avuto la fortuna di ascoltare e conoscere una delle più grandi interpreti del panorama pianistico internazionale. La Sala delle Colonne, all’ingresso del Palazzo Sanseverino Falcone, è stata allestita con la suggestiva illuminazione di Oversound Strumenti Musicali, con lo splendido pianoforte Grancoda di Enzo Sansone Acoustic Piano posto sopra una pedana realizzata appositamente dagli operai del comune, ai piedi di una scenografia graficamente preparata da Uno x Uno. Le numerose sedute, fornite dal Bar Capriccio e dalla Fondazione V. Padula non sono state sufficienti per la eccezionale moltitudine di ascoltatori intervenuti e accolti con il sorriso dei giovanissimi ragazzi dell’Interact di Acri, sotto la risoluta supervisione dell’Associazione Carabinieri. Un pubblico veramente numeroso per un recital pianistico, proprio come avviene nelle grandi città, ha disatteso nei numeri tutte le previsioni. Lo dimostrano gli scatti fotografici di Massimo Milizia, immagini che fermano le mani della straordinaria pianista e lo stupore di un uditorio in religioso silenzio. Questa è un’importante testimonianza di come la cultura musicale sia fortemente radicata e coltivata dalle varie istituzioni musicali presenti sul territorio, da molti anni. Le mani della Kravtchenko hanno letteralmente impressionato appassionati, professionisti e curiosi giunti appositamente per godere “delle sue poetiche interpretazioni, capaci di portare gli ascoltatori fino alle lacrime”, così scrive di lei il New York Times. La prodigiosa pianista, che nel corso della sua carriera ha già suonato per le maggiori istituzioni musicali europee e anche in Giappone, Sud Africa, Usa e Canada, ha presentato al pubblico il Preludio in si minore di Bach-Siloti, il “Carnaval” op. 9 di R. Schumann e “Le Stagioni” op. 37 di P. I. Čajkovskij, un programma complesso non solo in termini tecnici, ma anche emotivi. La sua eleganza e la sua straordinaria abilità hanno impressionato gli ascoltatori, lasciando ulteriormente senza fiato con un bis richiesto a gran voce. Al termine del concerto gli allievi del Laboratorio di Pittura hanno fatto dono all’artista di un lavoro appositamente realizzato per lei, un arazzo composto da una serie di disegni nati durante le lezioni nella Bottega dell’Arte, con il sottofondo musicale delle incisioni della stessa Kravtchenko. Un programma intriso di emozioni sembra nascere nel momento in cui viene eseguito, come improvvisato all’istante. La Kravtchenko sembra suonare (e cantare: non riesce a farne a meno!) seguendo l’ispirazione, una bellezza avvolgente che permette di immaginare una via d’uscita per tutte le brutture di quel mondo che tutti noi siamo costretti a vivere. Si dichiara ampiamente soddisfatto il Presidente della Hello Music Academy, Francesco Spezzano, per un concerto che ha segnato una cittadina, proiettandola tra le migliori culle della musica in Calabria. La nuova rete di contatti certamente darà la possibilità alla popolazione di presenziare a tanti altri eventi di straordinaria portata. Il prossimo appuntamento in programma è per il 2 aprile alle ore 19:30 con il Concerto finale della Masterclass di Violoncello del Maestro Stefano Cerrato e per il 22 aprile con un altro attesissimo concerto per Bandoneon e Pianoforte, nella medesima cornice.

PUBBLICATO 01/04/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 311  
Il mondo alla rovescia
Nel novembre 2022, il Ministro Calderoli lancia alla stampa (e non in Parlamento) il.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 377  
Palasport “Pasquale Montalto”, Fratelli d’Italia Acri condivide la proposta
Abbiamo letto la proposta di intitolare il Palazzetto dello sport allo scomparso Prof..... ...
Leggi tutto

EDITORIALE  |  LETTO 1040  
Diritti lesi
Gaia Bafaro, autrice dell'articolo che suscitato reazioni molto forti, è una collaboratrice del giornale. Nel tempo la collaborazione è diventata più sporadica. ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1025  
Autonomia differenziata o secessione camuffata?
Partiamo dal presupposto che il regionalismo rafforzato è sia di destra che di sinistra, il cui accesso era sconsigliato alle Regioni governati da incoscienti. E’ pensato da D’Alema nel 2001, per esal ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 800  
Diritto di replica. Gay Pride. No all’odio e all’omofobia
Il presente scritto ha lo scopo di rispondere all’ articolo di Gaia Bafaro e pubblicato da Acri In Rete nonché fare una richiesta rivolta alla redazione di Acri In Rete stessa. ...
Leggi tutto