COMUNICATO STAMPA Letto 934  |    Stampa articolo

Forza Italia protesta contro se stesso

Foto © Acri In Rete
Partito Socialista Italiano Acri
condividi su Facebook


Che i consiglieri di Forza Italia, come loro stessi si definiscono, pur facendo capo a 3 liste civiche diverse in consiglio comunale siano campioni di giravolte è risaputo, basti ricordare quanto abbiano navigato tra i partiti da destra a sinistra al centro. Non ci aspettavamo però di vederli in piazza a protestare per il grave stato di abbandono in cui versa la sanità locale. Non ce lo aspettavamo da chi in 16 mesi di governo cittadino non ha fatto altro che foto e proclami insieme a referenti regionali davanti all’ospedale della nostra città. I loro proclami e le loro foto hanno prodotto qualche like sui social, nient’altro ma probabilmente questo e nient’altro interessa a chi la politica la fa con i like su facebook. Li invitiamo nuovamente e pubblicamente a presentare emendamenti sul bilancio comunale, ammesso che ne siano capaci. Appresa la loro incapacità, pur vantando mirabolanti rapporti istituzionali a livello regionale e nazionale, chiederemo noi spiegazioni al presidente On.le Roberto Occhiuto circa il grave stato di abbandono della sanità locale. Chiederemo perché alcuni ospedali sono stati potenziati e altri, come il nostro, siano stati depotenziati. Non vorremmo pensare che si guardi al colore politico delle amministrazioni locali quando si tratta di garantire il diritto alla salute dei cittadini. In 16 mesi di Governo cittadino abbiamo messo in campo 12.000.000 € di opere pubbliche. Abbiamo asfaltato tratti di strada dove non si interveniva da 30 anni. Stiamo dando realizzando nuovi servizi e nuove opere nelle periferie. Probabilmente proprio per questo diamo fastidio a chi ancora non ha digerito la sconfitta. Se ne facciano una ragione, che vogliano o no ci saremo fino al 2027, poi saranno i cittadini a scegliere, sulla base di quanto realizzato, come hanno fatto soltanto 16 mesi fa. Vi consigliamo inoltre di fare pace con voi stessi. Se qualche mese fa definivate il sindaco un burattinaio, oggi lo definite un piccolo sindaco. Un "piccolo" Sindaco che ha vinto nuovamente le elezioni accedendo al secondo mandato, primo caso da quando la legge elettorale prevede l’elezione diretta del sindaco, sfiorando la vittoria al primo turno. Fate pace con voi stessi ed accettate la volontà popolare serenamente. “Il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto, l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto è un dio che è morto.” Francesco Guccini. PARTITO SOCIALISTA ITALIANO DI ACRI

PUBBLICATO 20/11/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

FOCUS  |  LETTO 218  
Verso le Europee. Vendola (Avs); "sono ritornato per combattere le guerre e il premiarato"
Al caffè letterario si è tenuta un’iniziativa di Avs, Alleanza Verdi Sinistra a cui hanno partecipato il segretario locale di Sel, Luigino Vuono, il segretario regionale di Sel, Fernando Pignataro, la ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 369  
Centro storico: ora basta!
Come Comitato Beni Comuni ci chiediamo se Acri abbia deciso che cosa voglia essere e dove voglia andare. I programmi elettorali sono il patto tra chi si candida per governare  e chi viene governato. ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 519  
Questione ospedale, dietrofront dell’Amministrazione?
L’esito dell’ultima seduta della commissione sanità allargata non è stato positivo. Si è avuta la percezione di un sostanziale dietrofront da parte della maggioranza rispetto ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 627  
Il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola ad Acri
Nichi Vendola, presidente di Sinistra Italiana è stato in Calabria due giorni per parlare di Mezzogiorno, di diritti e di Europa. Guerre tra popoli a noi vicini, ma anche guerre verso ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 306  
Primo Festival nazionale del dialogo filosofico, fra i partecipanti due Istituti calabresi
Portare il dialogo filosofico all’attenzione di tutto il territorio nazionale, partendo dalla scuola dell’infanzia fino agli istituti superiori, è la sfida lanciata da due istituti ...
Leggi tutto