SPORT Letto 1040  |    Stampa articolo

La magia spezzata

Foto © Acri In Rete
Franco Bifano
condividi su Facebook


Ci sono partite che sembrano stregate, come se qualcuno avesse già scritto il risultato a priori. Quindi c’è poco da fare, anche impegnandosi a fondo, le cose andranno comunque nel modo stabilito dalla sorte.
Sembra proprio quanto accaduto sabato nella partita di calcio a 5, giocata tra il città di Acri e l’Altamura. I rossoneri, pur giocando una buona partita tanto che avrebbero meritato almeno il pareggio, hanno invece perso al cospetto dell'agguerrita squadra pugliese.  Una sconfitta (la prima da quando si gioca al nuovo Palasport di Acri) che arriva dopo ben sette vittorie consecutive. Certo, il successo non è mai garantito e ogni trionfo ha un prezzo.  Tuttavia in questa occasione, se pur brillante come in altre performance, non meritava di perdere, anche in considerazione del fatto che la squadra di Mister Basile ha dovuto fare i conti con la stanchezza accumulata nell’entusiasmante gara di coppa Italia contro il Senise.
La fortuna questa volta ha però guardato con occhio benevole gli ospiti, andati   in vantaggio per primi. Il solito “guerriero” Rengifo però segnando un gol ha riportato la parità.  Un risultato fino a quel momento giusto, considerando l’equilibrio registrato in campo.
Nel secondo tempo gli ospiti diventano sempre più intraprendenti e segnano ancora con Pereira. Tocca a Riconosciuto con un gran goal di destro, (un preziosismo considerato che è mancino) mettere le cose a posto. Nei minuti finali però, l'Altamura segna ancora con l’incontenibile Pereira e fissa il risultato sul tre a due.
Una battuta di arresto non meritata quella dei padroni di casa che, comunque, non pregiudica la classifica. Il città di Acri resta ancora seconda.  Adesso i rossoneri avranno la possibilità di ricaricare le batterie per poi ripartire alla grande, in considerazione del fatto che il Campionato il prossimo sabato si fermerà.
Il lupo ferito, si sa, è ancora più pericoloso. La magia quindi, non è ancora  finita!
P.S. Nell’intervallo dell’incontro  l’ASD “città di Acri” ha premiato con una targa ricordo il Sindaco di Acri  Pino Capalbo, l’Assessore allo Sport Luigi Maiorano, l’Assessore ai Lavori Pubblici Leonardo Sposato e il Consigliere Comunale Salvatore Palumbo, per il sostegno alla squadra e per  l’impegno profuso nel promuovere lo sport. In ricordo di Vincenzo Bonacci sostenitore dei colori rossoneri prematuramente scomparso, è stata invece  consegnata la maglia  della squadra dedicata al papà Mario Bonacci.

PUBBLICATO 30/01/2024 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 300  
Il mondo alla rovescia
Nel novembre 2022, il Ministro Calderoli lancia alla stampa (e non in Parlamento) il.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 364  
Palasport “Pasquale Montalto”, Fratelli d’Italia Acri condivide la proposta
Abbiamo letto la proposta di intitolare il Palazzetto dello sport allo scomparso Prof..... ...
Leggi tutto

EDITORIALE  |  LETTO 1040  
Diritti lesi
Gaia Bafaro, autrice dell'articolo che suscitato reazioni molto forti, è una collaboratrice del giornale. Nel tempo la collaborazione è diventata più sporadica. ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1024  
Autonomia differenziata o secessione camuffata?
Partiamo dal presupposto che il regionalismo rafforzato è sia di destra che di sinistra, il cui accesso era sconsigliato alle Regioni governati da incoscienti. E’ pensato da D’Alema nel 2001, per esal ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 800  
Diritto di replica. Gay Pride. No all’odio e all’omofobia
Il presente scritto ha lo scopo di rispondere all’ articolo di Gaia Bafaro e pubblicato da Acri In Rete nonché fare una richiesta rivolta alla redazione di Acri In Rete stessa. ...
Leggi tutto