NEWS Letto 1846  |    Stampa articolo

Ospedale. Duro attacco di Capalbo a Occhiuto e al centro destra

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


Non era inserito tra i punti all’ordine del giorno ma, grazie ad una proposta del consigliere di maggioranza Mario Fusaro, la questione ospedale trova spazio all’inizio dei lavori dell’assise. Nei giorni scorsi è stato pubblicato il nuovo Decreto del Commissario Occhiuto sulla riorganizzazione della rete ospedaliera di cui Acri in rete vi ha dato conto in modo immediato. Per il Beato Angelo sono previsti 6 posti di day surgery, 15 di emodialisi e 20 di medicina che è Unità Complessa. Il presidio ospedaliero può contare anche su un pronto soccorso, su tac e risonanza (ma solo per interni). La proposta di Fusaro, di inserire un ordine del giorno sull’ospedale, è stata votata solo dalla maggioranza. Dopo l’esposizione di Fusaro, è intervenuto il sindaco Capalbo che ha sferrato un duro attacco a Occhiuto e al centro destra, regionale e locale. “Impugneremo anche queste linee guida, ha detto Capalbo, ma la storia si ripete dopo i tagli operati dall’allora Commissario alla sanità Scopelliti. Anche oggi, una giunta di centro destra, sta mortificando non solo un’intera comunità ma anche gli stessi appartenenti locali a questa coalizione. Probabilmente abbiamo sbagliato non solo a instaurare il dialogo con il centro destra ma anche a fidarci delle promesse dei loro rappresentanti regionali riguardo potenziamento di personale, servizio radiologico e i tre posti di osservazione breve. Ora siamo stanchi e penseremo a manifestazioni di protesta anche eclatanti, ha concluso Capalbo.” Forza Italia, ovvero Intrieri e Zanfini, rimandano al mittente le accuse e spiegano; “non abbiamo votato l’ordine del giorno in quanto il Decreto non è ancora definitivo e lo stesso Occhiuto ha affermato che è migliorabile, siamo però disponibili a ogni forma di protesta e di discussione al fine di tutelare il presidio sanitario.” Alla fine le forze politiche litigano nel mentre i cittadini devono subire lunghe file di attesa e o costretti a rivolgersi a strutture private (e costose).

PUBBLICATO 20/03/2024 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 151  
Acri nel Paese delle meraviglie: la Regina di cuori declina l'invito per il thè
Mi appello all' intelligenza di tutti coloro che hanno investito tempo ed.... ...
Leggi tutto

CURIOSITA'  |  LETTO 85  
A proposito della toponomastica storica sandemetrese
È risaputo che la toponomastica storica sandemetrese è stata elaborata dal poeta.... ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1050  
Consiglio comunale. Scintille e accuse reciproche tra Capalbo e l'ex sindaco Bonacci
Al posto dei consiglieri comunali tutti e della giunta, non saremmo contenti all’indomani del consiglio comunale dello scorso 11 aprile. L’assise era stata convocata dal presidente Simone Bruno ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 205  
La casa di Abou Diabo e Liberaccoglienza a sostegno di Maysoon Majidi
In occasione del Festival “Frontiere”, sui temi delle migrazioni e dell’accoglienza, organizzato dall’Associazione Migrantes, dall’11 al 14 aprile 2024 a Cosenza, gli operatori de “La Casa di Abou Dia ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1180  
Ristrutturazione del pronto soccorso. Ecco come diventerà
Oltre un milione di euro per la ristrutturazione del pronto soccorso. Nelle venti pagine della relazione tecnica dell’Asp si legge, tra l’altro, che obiettivo del presente documento ...
Leggi tutto