POLITICA Letto 3774  |    Stampa articolo

L’intervista di fine anno al sindaco Tenuta. Tributi, investimenti, legalita’

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
condividi su Facebook
I conti del comune, lo stato di salute della maggioranza, le questioni legate alla sanità ed alla viabilità, le opportunità di sviluppo e lavoro, il piano strutturale. Sono solo alcuni aspetti affrontati dal sindaco Nicola Tenuta nel corso dell’intervista di fine anno rilasciata a Radio Akr ed Acri Tv. In mezz’ora, il primo cittadino ha illustrato quanto realizzato finora, ovvero dopo due anni e mezzo di governo, e quanto programmato per il  futuro.  E precisa subito; “sono stati due anni e mezzo difficili, abbiamo dovuto gestire una fase di emergenza, anche e soprattutto economica, ma ora dobbiamo pensare al rilancio della città attraverso idee ed investimenti.”
Poi la questione che sta a più a cuore alla  comunità, ovvero i conti del Comune sui quali Tenuta è molto cauto; “la situazione, fortunatamente, non è più quella di due anni e mezzo fa ma l’emergenza non è ancora finita in quanto l’istruttoria del Ministero e della Corte dei Conti è in corso. Non è facile risanare il buco di dodici milioni ma siamo ottimisti perché abbiamo fatto quanto ci è stato richiesto e, quindi, contiamo di superare il pre dissesto entro otto anni e qualche giorno fa abbiamo anche rimodulato il piano di disavanzo che è pari a nove milioni per trenta anni.”
Sui tributi dice; “appena le norme ce lo hanno permesso e grazie alla raccolta differenziata, abbiamo tagliato del 30% le tasse sulla tari.” Questione ospedale; “sin dal nostro insediamento, abbiamo cercato di instaurare un rapporto costante e continuo con il Commissario regionale alla sanità, Scura che continua a rassicurarci sul futuro del presidio che, secondo il nuovo decreto che dovrebbe essere pubblicato a metà gennaio, avrà oltre sessanta posti, il laboratorio di analisi, un pronto soccorso efficiente e una risonanza magnetica.”
Con orgoglio, Tenuta sottolinea i risultati ottenuti nei servizi sociali; “abbiamo investito ben 600 mila euro, assistiamo oltre cento famiglie bisognose ed altrettanti anziani,  istituiremo il pasto amico e potenzieremo il banco alimentare ma il sogno resta la casa dell’anziano.”
Sul psc dice; “la città non può più fare a meno di uno strumento così importante. L’iter è in fase avanzato, occorre coinvolgere cittadini e commercianti e contiamo di portarlo a termine per la fine del 2016.” Sulla viabilità, una delle gravi criticità, dice; “dobbiamo assolutamente accelerare per finire la bretella sulla statale 660, ad oggi interessata ancora da un contenzioso tra Provincia e ditta.
Nei prossimi giorni ci sarà un tavolo tecnico tra Comune, Provincia e Anas e siamo fiduciosi riguardo la ripresa e il termine dei lavori che riguardano l’illuminazione della galleria e il viadotto
.”
Tra gli obiettivi del nuovo anno, anche quello di mettere mano ad alcune opere incompiute da anni; “la piazza Beato Angelo sarà pronta a breve, palazzo Sprovieri ed il palazzetto entro l’estate mentre per la caserma dei carabinieri abbiamo partecipato ad un bando nazionale.” Per quanto riguarda la tenuta della maggioranza, il primo cittadino precisa; “abbiamo perso due consiglieri ma andiamo avanti lo stesso con un gruppo unito e determinato.” Quindi le opportunità per il centro storico; “prevediamo agevolazioni per chi vuole ristrutturare o acquistare nella zona antica e riattiveremo il piano colore che in passato ha permesso non solo di abbellire centinaia di abitazioni ha creato anche un notevole indotto economico.”
Questione rifiuti; “ “abbiamo, finalmente, avviato la raccolta differenziata, abbiamo pubblicato il bando sul potenziamento dei depuratori e delle reti fognarie per i quali ci sono ben 15 milioni a disposizione, investiremo 300mila euro per la realizzazione di pozzi e reti idriche.” Per frenare l’emorragia di giovani e non solo, Tenuta ha un’idea; “abbiamo in mente di elaborare, con una società esperta, un piano economico ed industriale per individuare i settori di maggiore sviluppo e le occasioni europee.”
Infine la questione legalità; “purtroppo l’immagine della città è stata lesa con l’indagine Acheruntia ma questa è una realtà sana così come il Comune, siamo fieri che non c’è stata la commissione di accesso agli atti e siamo fiduciosi nel lavoro della magistratura.”

PUBBLICATO 03/01/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

CRONACA  |  LETTO 268  
Morto a La Mucone, accusato il figlio
In esecuzione di provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dal sostituto Procuratore di Cosenza Domenico Frascino... ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 638  
San Giacomo. Anziano si perde e trova riparo in un auto
Un anziano, affetto da Alzheimer, la scorsa notte si era allontanato da casa facendo perdere le proprie tracce... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 823  
Incendio Ordichetto, grazie a tutti
Il nostro passato è una parte di ognuno. È un pezzo della nostra vita  che nessuno può togliere, che niente può cancellare ma quando meno te l'aspetti può succedere un evento inaspettato, ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2720  
Incidente mortale, restituita la patente all’autista
Poco meno di un anno fa, un uomo, un cittadino albanese, fu travolto e ucciso da un autocarro.... ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 479  
L'uomo di oggi = un corpo senza testa
Passando accanto ad una finestra aperta ho sentito delle voci, per semplice curiosità ho messo la testa dentro: due distinti Signori del secolo scorso discutono animatamente, mi sembra di conoscerli, ...
Leggi tutto