POLITICA Letto 4548  |    Stampa articolo

L’intervista di fine anno al sindaco Tenuta. Tributi, investimenti, legalita’

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
condividi su Facebook


I conti del comune, lo stato di salute della maggioranza, le questioni legate alla sanità ed alla viabilità, le opportunità di sviluppo e lavoro, il piano strutturale. Sono solo alcuni aspetti affrontati dal sindaco Nicola Tenuta nel corso dell’intervista di fine anno rilasciata a Radio Akr ed Acri Tv. In mezz’ora, il primo cittadino ha illustrato quanto realizzato finora, ovvero dopo due anni e mezzo di governo, e quanto programmato per il  futuro.  E precisa subito; “sono stati due anni e mezzo difficili, abbiamo dovuto gestire una fase di emergenza, anche e soprattutto economica, ma ora dobbiamo pensare al rilancio della città attraverso idee ed investimenti.”
Poi la questione che sta a più a cuore alla  comunità, ovvero i conti del Comune sui quali Tenuta è molto cauto; “la situazione, fortunatamente, non è più quella di due anni e mezzo fa ma l’emergenza non è ancora finita in quanto l’istruttoria del Ministero e della Corte dei Conti è in corso. Non è facile risanare il buco di dodici milioni ma siamo ottimisti perché abbiamo fatto quanto ci è stato richiesto e, quindi, contiamo di superare il pre dissesto entro otto anni e qualche giorno fa abbiamo anche rimodulato il piano di disavanzo che è pari a nove milioni per trenta anni.”
Sui tributi dice; “appena le norme ce lo hanno permesso e grazie alla raccolta differenziata, abbiamo tagliato del 30% le tasse sulla tari.” Questione ospedale; “sin dal nostro insediamento, abbiamo cercato di instaurare un rapporto costante e continuo con il Commissario regionale alla sanità, Scura che continua a rassicurarci sul futuro del presidio che, secondo il nuovo decreto che dovrebbe essere pubblicato a metà gennaio, avrà oltre sessanta posti, il laboratorio di analisi, un pronto soccorso efficiente e una risonanza magnetica.”
Con orgoglio, Tenuta sottolinea i risultati ottenuti nei servizi sociali; “abbiamo investito ben 600 mila euro, assistiamo oltre cento famiglie bisognose ed altrettanti anziani,  istituiremo il pasto amico e potenzieremo il banco alimentare ma il sogno resta la casa dell’anziano.”
Sul psc dice; “la città non può più fare a meno di uno strumento così importante. L’iter è in fase avanzato, occorre coinvolgere cittadini e commercianti e contiamo di portarlo a termine per la fine del 2016.” Sulla viabilità, una delle gravi criticità, dice; “dobbiamo assolutamente accelerare per finire la bretella sulla statale 660, ad oggi interessata ancora da un contenzioso tra Provincia e ditta.
Nei prossimi giorni ci sarà un tavolo tecnico tra Comune, Provincia e Anas e siamo fiduciosi riguardo la ripresa e il termine dei lavori che riguardano l’illuminazione della galleria e il viadotto
.”
Tra gli obiettivi del nuovo anno, anche quello di mettere mano ad alcune opere incompiute da anni; “la piazza Beato Angelo sarà pronta a breve, palazzo Sprovieri ed il palazzetto entro l’estate mentre per la caserma dei carabinieri abbiamo partecipato ad un bando nazionale.” Per quanto riguarda la tenuta della maggioranza, il primo cittadino precisa; “abbiamo perso due consiglieri ma andiamo avanti lo stesso con un gruppo unito e determinato.” Quindi le opportunità per il centro storico; “prevediamo agevolazioni per chi vuole ristrutturare o acquistare nella zona antica e riattiveremo il piano colore che in passato ha permesso non solo di abbellire centinaia di abitazioni ha creato anche un notevole indotto economico.”
Questione rifiuti; “ “abbiamo, finalmente, avviato la raccolta differenziata, abbiamo pubblicato il bando sul potenziamento dei depuratori e delle reti fognarie per i quali ci sono ben 15 milioni a disposizione, investiremo 300mila euro per la realizzazione di pozzi e reti idriche.” Per frenare l’emorragia di giovani e non solo, Tenuta ha un’idea; “abbiamo in mente di elaborare, con una società esperta, un piano economico ed industriale per individuare i settori di maggiore sviluppo e le occasioni europee.”
Infine la questione legalità; “purtroppo l’immagine della città è stata lesa con l’indagine Acheruntia ma questa è una realtà sana così come il Comune, siamo fieri che non c’è stata la commissione di accesso agli atti e siamo fiduciosi nel lavoro della magistratura.”

PUBBLICATO 03/01/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 318  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4704  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 256  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 551  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 421  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto