SPORT Letto 5689  |    Stampa articolo

La New Academy Sg arresta la sua corsa ma e’ gia pronta per ripartire

Foto © Acri In Rete
New Academy Sg
condividi su Facebook


La New Academy SG dopo uno splendido  primo campionato di terza categoria, terminato con il quinto posto in classifica che gli ha permesso di accedere alle semifinali dei playoff per il salto di categoria, esce  sconfitta per 5-2  dal Real Terranova e perde l’occasione per accedere alla finalissima di domenica 8 maggio contro lo Spezzano Albanese,(vincitore dell’altra semifinale contro il Rossano).
La New Academy SG, forte delle ultime vittorie ottenute in campionato, arriva  sul campo del Terranova da Sibari con numerosi sostenitori al seguito giunti a Terranova in pullman e auto,fiduciosa di potersi giocare le proprie”carte” con la vice capolista del torneo,nonostante l’assenza del capitano Giacomo Bruno.
I primi minuti di gioco le due squadre si studiano cercando di non concedere spazi e soprattutto sapendo che ai padroni di casa basterebbe un pareggio per accedere alla finale.
Per i primi 20’  poche occasioni da entrambe le parti ma con il predominio del gioco da parte della New Academy SG.
Al 25’ del primo tempo su una ripartenza in velocità il funambolico Dembele Fassirimin viene atterrato e l’arbitro concede la punizione, dai 30 metri ci prova Scavello Massimo, la palla viene respinta dal portiere e De Marco Alessandro si fionda sul pallone e con un potentissimo destro insacca in rete all’incrocio dei pali, lo stadio “ Poverello” esplode, sembra che a giocare in casa sia la New Academy SG., si va al riposo sullo 0-1.
Il secondo tempo inizia con ancora più carica, il ritmo aumenta da entrambe le parti, ma sembra quasi una replica del primo tempo.
Al  15’ del secondo tempo, accade qualcosa che per i padroni di casa e come un fulmine a ciel sereno Caravetta Ernesto, capitano in questa occasione, con una delle sue solite azioni personali e sfruttando la sua velocità (coniugando forza atletica e precisione) sigla il doppio vantaggio, portandosi a quota 17 reti in campionato. Esplode con ancora più gioia la festa sugli spalti anche perchè ormai manca meno di mezz’ora per la  fine della partita. Incitati dai tifosi e come se il gol avesse portato una boccata di ossigeno si continua a spingere sull’acceleratore e così  Fusaro Giuseppe  ha per ben due volte la palla del 3 a 0 ma il portiere riesce a neutralizzare.
Il Terranova non ci stà e cerca in tutti i modi di far gol, che su una disattenzione arriva al 32 esimo minuto.
 Il gioco si fa duro , Fabio De Marco e Davide Fabbricatore (due dei giocatori con piu’ esperienza sul campo devono abbandonare il gioco per infortunii)
,saltano gli schemi e i padroni di casa diventano più cattivi colpendo anche qualche  giocatore a gioco fermo. Al 37’ arriva il gol del pareggio, si prospettano i tempi supplementari, Al triplice fischio il risultato è di 2-2, si va ai supplementari, la New Academy è demoralizzata,)non riesce a ripartire mentre  il Real Terranova caricatosi dopo l’insperato pareggio arriva al goal del 3-2 con un contropiede.
Finisce il primo tempo supplementare, la New Academy crolla psicologicamente e  subisce sempre in contropiede altri due gol.
La squadra della New Academy, nonostante la sconfitta esce dal campo tra gli applausi dei propri sostenitori, per aver disputato una splendida prova per gran parte della gara.
A fine partita, la dirigenza della  New Academy SG,  coglie questa occasione per  ringraziare  lo staff tecnico e  tutti i ragazzi della squadra che con impegno e costanza hanno affrontato il campionato, raggiungendo quest’ ottimo risultato, insperato ad inizio campionato.
“Siamo veramente fieri e orgogliosi della squadra allestita, perché siamo riusciti a creare un gruppo solido e compatto  che più che una squadra di calcio si è rivelata  una grande famiglia”. 
“ Un grazie va a tutta la popolazione e tifoseria  “Sangiacomese” che con passione ed entusiasmo ha sostenuto la squadra sia nelle partite giocate in casa allo stadio “Francesco Coschignano” sia nelle trasferte, applaudendo e incitando i nostri ragazzi dal primo all’ultimo minuto, a prescindere dal risultato ottenuto sul campo, questa  per noi è la vittoria più bella, che nessuna coppa o vittoria di un campionato potrà mai regalare”
La società inoltre ringrazia  tutti gli sponsor che con i loro contributi volontari hanno fatto si che ci si potesse iscrivere  e sostenere  le spese per il campionato.
Ancora un grazie va alle persone come “Peppe” Caparelli, Nicola Altomari, Andrea Tunnera, Antonio Giancarlo e Paolo Coschignano,  Natale Bruno che sono state molto vicine alla squadra e alla società.

PUBBLICATO 03/05/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

FOCUS  |  LETTO 1997  
Focus. Così immagino il centro anziani
Da qualche settimana Tina Turano è la nuova presidente del Centro anziani di piazza della Democrazia. L'abbiamo incontrata nella struttura dotata di tutti i comfort compresi i servizi igienici per i d ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1165  
Finalmente il dado è tratto. La Regione dice "No" all'eolico a Serra Crista
È di ieri la notizia dell'esito negativo della conferenza dei servizi della Regione Calabria in merito al progetto presentato da Enel green power che prevedeva la realizzazione di un impianto eolico, ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 917  
Tutta un'altra storia
Ed è così che la Lega e il noto cazzaro oggi gongolano! Il DDL "dell’aprostata" Calderoli, predicatore del, “prima il nord” (il verbo secondo Matteo), è passato al Senato. Evviva!! Questo, nonostante ...
Leggi tutto

AMBIENTE E TERRITORIO  |  LETTO 1060  
La Conferenza dei Servizi dice no all’Impianto eolico di Serra Crista. Il comune era per il sì
La Conferenza dei servizi, tenutasi oggi, ha detto no alla realizzazione dell’Impianto eolico di Serra Crista che nei mesi scorsi ha visto di fronte favorevoli, l’amministrazione comunale ...
Leggi tutto

USI E COSTUMI  |  LETTO 518  
Settimana di commemorazione dei defunti nei paesi arbëreshë di rito greco - bizantino
Nei paesi italo-albanesi di rito greco - bizantino i morti vengono commemorati quasi all’inizio della primavera, nel mese che gli antichi greci chiamano “Antesterione”. Il riferimento storico è la fes ...
Leggi tutto