SPORT Letto 4910  |    Stampa articolo

Finale Playoff – Olympic Acri 2 Cetraro 0. L’Olympic vicina al sogno Promozione

Foto © Acri In Rete
Francesco Spina
condividi su Facebook


ACRI: Spingola 7, Ventre 6,5, Lamirata 7 (32’st Ritacco sv), Caruso 6,5, Tedesco 6,5, Lappanese 6,5, Fiorentino 7, Salerno 6,5 (10’st Sicolo 6,5), Apicella 8, Pellegrino 6,5, G.Ferraro 7. In panchina: Celico, Micieli, Bisignano, Azzinnari, Trematerra. Allenatore: Guido 8

CETRARO: Greco 6, Lanza 6 (10’st Donadio 6), Gallo 6, Orsino 6, Condino 5, Magnone 6, Tripicchio 6, Volpino 6, Ramunno 6,5, Pizzini 6, Roveto 6(10’st Stamato 6). In panchina: Maio, Palermo, Occhiuzzo, Occhiuzzi. Allenatore: Galliano 6

ARBITRO: Costa di Catanzaro 6
MARCATORI: 4’pt e 46’pt Apicella
NOTE: Spettatori 300 di cui 30 ospiti. Ammoniti Lappanese e Lamirata (OA), Tripicchio, Pizzini, Condino e Stamato ( C) Espulsi: Celico (OA) dalla panchina.  Angoli: 4-2. Rec. 2’, 4

Acri - Una doppietta di bomber Apicella nel primo tempo decide la finale playoff del girone A di Prima Categoria tra Olympic Acri e Cetraro e manda gli acresi allo spareggio promozione contro il Casabona.
I padroni di casa trovano il vantaggio già nei primi minuti: al 4’ bella discesa sulla sinistra di capitan Lamirata, pallone in mezzo per Apicella che anticipa tutti e supera Greco.
Al 17’ Ramunno ci prova su calcio di punizione ma Spingola è attento.  La partita si innervosisce con parecchi scontri di gioco al limite del regolamento.
Al 30’ l’Olympic si rende pericoloso con Ferraro con un bel tiro al volo che finisce di poco alto.  AL 42’ gli ospiti vanno vicini al pareggio ma Ramunno prima e Condino dopo, in seconda battuta, trovano sulla loro strada un super Spingola che salva il risultato. Al 46’ l’Olympic raddoppia con una splendida punizione dal limite battuta da Apicella, nulla può fare Greco, pallone che si insacca all’incrocio dei pali.
Il secondo tempo è avaro di emozioni, L’Olympic controlla il risultato mentre il Cetraro con il passare dei minuti sembra rassegnarsi alla sconfitta. Al 17’ gli ospiti creano una ghiotta occasione con un bel tiro di Orsino che sfiora l’incrocio dei pali. Al 36’ occasione per gli acresi: Apicella in versione assist man, dalla destra serve Sicolo, sulla sua conclusione è bravo Greco a deviare il tiro in angolo. A questo punto la partita a poco da dire, gli animi si innervosiscono con gli ospiti che hanno da recriminare per alcune decisioni del direttore di gara.
Al triplice fischio può dunque esplodere tutta la gioia dell’Olympic Acri. Da segnalare una bella iniziativa della società acrese che devolverà l’intero incasso della partita alle famiglie di due ragazzi acresi ricoverati sa qualche settimana a Roma per problemi di salute.

INTERVISTE
Al termine della partita gli animi dei due allenatori sono diametralmente opposti: sprizza gioia Antonio Guido, mentre deluso è Galliano allenatore del Cetraro.  
Le parole di Guido sono chiare e di pura soddisfazione: "Abbiamo meritato di vincere ed oggi i miei ragazzi sono stati impeccabili – afferma Guido – il Cetraro è un’ottima squadra ma oggi non ci hanno creato particolari problemi". Ed ora per l’Olympic lo spareggio contro il Casabona: "Vogliamo dimostrare la nostra forza anche nello spareggio e sicuramente prepareremo al meglio la partita. Per il momento voglio ringraziare la società ed i calciatori per questa prima soddisfazione". 
Galliano è polemico nei confronti della Lega e dei Designatori arbitrali: "In tutta la stagione siamo stati penalizzati dalle decisioni errate degli arbitri e di conseguenza dal designatore  e dalla Lega. Il campionato è finito ed ancora c’è una pratica presso l’ufficio indagini in merito alla partita contro il Praia".
In merito alla partita contro l’Olympic l’allenatore del Cetraro da i giusti meriti all’avversario: "E’ stata una partita nervosa ed abbiamo fatto il possibile, loro dopo aver trovato subito il vantaggio sono stati bravi a controllare il risultato e trovare il gol del raddoppio grazie all’individualismo di Apicella".

























































Foto Giuseppe De Marco


PUBBLICATO 09/05/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 543  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 5457  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 343  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 602  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 482  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto