POLITICA Letto 4250  |    Stampa articolo

Pino Capalbo capogruppo pd alla provincia si schiera per il si

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
condividi su Facebook


Il voto ed il risultato del referendum di ottobre, non dovrà decidere il futuro di Renzi.” Anche Pino Capalbo, capogruppo Pd alla Provincia, interviene nel dibattito e si schiera con il Si.
Rifuggo, dice Capalbo, dal clima da stadio che si vuole instaurare attorno alla Consultazione di ottobre, alimentato dallo stesso Renzi che  associa il risultato del referendum alla sua permanenza o meno alla guida del Paese.  
Il referendum, invece, sancirà la fine di una lunga stagione di tentativi di modernizzazione della nostra Carta, è ora che l’Italia superi definitivamente la lunga storia del Bicameralismo e della farraginosa  legislazione.
L’iter di una legge tra Camera e Senato è lungo in barba alle esigenze dei cittadini che perdono fiducia nella politica e nelle istituzioni. E’ giunto il momento di una Democrazia più semplice, più snella e più veloce, uno Stato che si occupi di competenze proprie e Regioni più autonome. 
La riforma non è perfetta ma nel complesso è positiva ed il referendum è una svolta epocale perché determinerà una modifica storica della Costituzione italiana in direzione dell’innovazione, l’Italia non può perdere questa occasione ed anche la Calabria dovrà essere in prima linea e vivere il referendum da protagonista, un modo per rappresentare la domanda e gli interessi di una Regione che vuole cambiare.
Sono, quindi, per il superamento del bicameralismo e l’istituzione del Senato delle Regioni e dei Comuni, cosicchè anche la Calabria non sia più subalterna  ma protagonista attiva della propria crescita.
A breve mi farò promotore di iniziative pubbliche per sensibilizzare i cittadini
.”

PUBBLICATO 30/05/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 332  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4734  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 257  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 558  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 423  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto