POLITICA Letto 6173  |    Stampa articolo

Il caso Fabbricatore mina l’unità della maggioranza targata Tenuta

Foto © Acri In Rete
Rosanna Caravetta
condividi su Facebook


Non c’è tregua per la maggioranza guidata dal sindaco Nicola Tenuta. Non c’è perché, al di la delle già tante e difficili situazioni a cui gli amministratori devono far fronte per il bene della comunità, ad essere messa n discussione, come già accaduto più volte, proprio la stabilità politica del gruppo di governo che continua a finire sotto i riflettori tra lanci di accuse e incomprensioni. Nelle ultime settimane oggetto del nuovo contendere è stato il presidente del consiglio Cosimo Fabbricatore. A travolgerlo nell’ennesimo ciclone proprio un consigliere della sua stessa maggioranza, Natale Bruno (leggi qui), che attraverso una lettera ha denunciato, a suo dire, atteggiamenti poco corretti dal punto di vista del ruolo istituzionale che ricopre tanto da chiederne, con grande determinazione, la sfiducia.
Da quello scossone nessuna replica. Nei giorni scorsi però, a rompere il silenzio, intervenendo sulla vicenda, è stato un altro consigliere di maggioranza, Pietro Pettinato, che dopo avere riflettuto su quanto accaduto, ha tratto alcune conclusioni: “Per il bene della maggioranza sarebbe il caso che fosse il presidente del consiglio a fare un passo indietro.”
Insomma per Pettinato il presidente Fabbricatoredopo le tante bacchettate ricevute da maggioranza e opposizione, avrebbe dovuto già comprendere che quello non più il suo ruolo”. La maggioranza non può però permettersi di perdersi, dopo il passaggio all’opposizione di Cavallotti e Viteritti, un altro pezzo. Diversamente verrebbero a mancare i numeri per governare. “Quella che però non deve essere assolutamente messa in discussione - ha sottolineato Pettinato - è la compattezza della maggioranza intorno al nostro sindaco Tenuta.”

PUBBLICATO 26/08/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 317  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4700  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 256  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 551  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 421  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto