POLITICA Letto 4270  |    Stampa articolo

Il Comune fa le veci della ditta

Foto © Acri In Rete
Angela Forte
condividi su Facebook


Nella giornata di ieri, 14 dicembre, nel nostro territorio, un mezzo del comune si dedicava, accuratamente, alla raccolta dei rifiuti  davanti ad alcuni esercizi commerciali. Fin qui nulla di strano, il comune compirebbe il proprio lavoro, se non fosse che l’ente ha affidato, in toto, il servizio di raccolta rifiuti ad una ditta esterna.
Così notavano alcuni cittadini. Dunque, il comune, non dovrebbe occuparsi, assolutamente, di prelevare rifiuti dagli appositi contenitori. All’ente è rimasto, infatti, soltanto il servizio di pulizia strade, cioè quella che si gestisce, con apposito mezzo spazzolato e non con furgoni addetti alla raccolta.
Ovvero, i mezzi per la raccolta non dovrebbero proprio uscire dal parco comunale.
Abbiamo contattato telefonicamente la ditta incaricata del servizio che ci ha riferito di non aver autorizzato nessuno e che quando la raccolta non si tiene informa con un apposito avviso come quello diramato in occasione della festività dell’Immacolata.
La dirigente del settore del comune, architetto Tina Ranaldi, che si occupa del servizio, ha così motivato tale operazione “il camion prelevava i rifiuti che vengono abbandonati sulle strade dai cittadini e che non possiamo permettere restino in circolazione”.
Ma ci chiediamo, che cosa era uscito a fare, un furgone cassonato, apposito per la raccolta rifiuti, e poi, è evidente, che il cassone era stracolmo di sacchi di ogni genere.
Quindi, i cittadini acresi, siamo tanto incivili da abbandonare cotanta spazzatura per le strade; se così fosse l’ente dovrebbe organizzare una massiccia campagna di sensibilizzazione, anche nelle scuole, perché, è  evidente che in fatto di rifiuti siamo poco informati e costringiamo l’ente a dispendio di risorse che, fra l’altro, non ha.





PUBBLICATO 15/12/2016 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 532  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 5423  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 339  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 601  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 479  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto