Opinione Letto 915  |    Stampa articolo

Gentile Amministrazione Comunale ...

Angelo Turano
Foto © Acri In Rete
Gentile Amministrazione Comunale, apprezzo molto l'interesse e i nobili propositi mostrati per risolvere il problema da me esposto.
Devo dire che questo denota, da parte vostra, grande sensibilità verso i problemi del territorio e soprattutto grande capacità di ascoltare e di interagire con la popolazione.
Mi congratulo vivamente con quello che sembra un ottimo inizio di amministrazione della Cosa Pubblica.
Vorrei a mia volta chiarire alcuni concetti, accettando le giuste "correzioni" laddove scrivessi delle inesattezze.
A proposito della precedente amministrazione scrivete: "ha cercato inutilmente di spostare l'attuale discarica ... non ha trovato un sito che possa ospitarla".
Da quanto da me compreso, la vecchia amministrazione un sito l'aveva ben trovato: l'area PIP di Chianette!
Era quello il sito, su cui pensava di costruire la fatidica "isola ecologica", contrastata aspramente dalla vecchia opposizione di Centrosinistra.
Le vecchie amministrazioni hanno operato molto e bene, per bonificare le innumerevoli discariche del luogo; ma incentrare proprio a ridosso del fiume una discarica mi sembra una scelta alquanto opinabile.
Voglio chiarire ancora che non sono d'accordo sul modo con cui l'amministrazione "Tenuta" ha gestito la discarica, così come non lo sono su come è stata gestita la "discarica della Caccia" da parte di vecchie amministrazioni.
Alla luce degli ultimi eventi, ritengo che gli Acresi siano stati fortunati, per il fallimento dell'isola ecologica di Chianette, se la stessa una volta creata, avesse ricevuto la stessa attenzione e fosse stata gestita con la stessa parsimonia della discarica sul Calamo,magari con gli stessi "container a tenuta stagna", oggi ci troveremmo difronte all'inquinamento irreversibile delle falde acquifere di un territorio vastissimo.
La "tempestività nella rimozione dei rifiuti" non può essere il solo metro di valutazione della discarica in esame.
È apprezzabile la celerità con cui gli addetti alla N.U., provvedono al trasporto, altrove, dei rifiuti, ma andrebbe anche valutata la quantità che finisce nel letto del fiume, e l'inquinamento del tratto sottostante.
Non mi preme dare importanza al pessimo aspetto della discarica. Io nel mio articolo, mi sono soffermato soprattutto - e ci tengo a ribadirlo - sull'inquinamento delle acque e sul fatto che queste stesse vengono usate per l'irrigazione dei campi!
Ai giorni nostri, a giudicare anche dal convegno tenutosi ad Acri nei giorni scorsi, grande interesse si dà allo studio dei Tumori e ai fattori di rischio che concorrono al processo neoplastico. Alla luce di tutto questo nessun intervento si sposerebbe meglio con la "prevenzione" quanto una bonifica di quell'area.
Comprendo che quella discarica è per la nuova amministrazione una vecchia eredità, e capisco anche che sarebbe a dir poco fantascientifico porre un rimedio così su due piedi, ma alcuni interventi sono attuabili già a breve.
Primo fra tutti l'inserimento di nuovi container di facile accesso ed utilizzo, e perché no, anche una educativa campagna di sensibilizzazione per i cittadini.
Augurando a tutti Voi un ottimo e proficuo lavoro, vi rinnovo i miei più cordiali saluti.

PUBBLICATO 6/7/2005

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2494  
Il presente vivente!
Anche questo anno il presepio vivrà in quel di Padia, precisamente alla scuola elementare del centro storico, il 2 gennaio alle ore 17.00.
Leggi tutto

Foto  |  LETTO 2234  
Momenti di Natale.
Il presepe nella tradizione popolare acrese.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2161  
Viva l'Italia!
L'Anas ha scaricato una decina di giorni fa, su di uno slargo della ss 660 a fianco della ormai famosa "baracca dei guardiani della frana", un'intera camionata di sale.
Leggi tutto

News  |  LETTO 1808  
"Calabria Cinema in Bianco e Nero".
Inizia oggi la rassegna "Calabria Cinema in Bianco e Nero" patrocinata dalla Provincia di Cosenza, legata al 1° premio cinematografico "Amedeo Nazzari".
Leggi tutto

News  |  LETTO 2404  
Quel ristorante diventato preda delle celebrità.
Sono tanti nella storia di Acri gli atti di generosità di quanti hanno abbandonato la città in cerca di fortuna altrove.
Leggi tutto