Opinione Letto 841  |    Stampa articolo

Kamikaze che vogliono mandare le bombe in Italia.

Francesca Capalbo
Foto © Acri In Rete
Pubblichiamo con molto piacere l'articolo della piccola Francesca, di soli 10 anni, la quale ci permette di avere un'importante e significativo punto di vista, quello dei più piccoli.


Dopo l'attentato a Londra ed a Sherm el Sheih ora vogliono fare l'attentato pure in Italia.
L'Italia è un paese già pieno di problemi (delinquenza, disoccupazione ...) noi non cerchiamo la guerra cerchiamo solo la pace.
Perché i kamikaze non capiscono che la cosa più bella e felice è la gioia di vivere, quella gioia che ti fa sentire un vero essere umano.
Noi italiani e tutti i cittadini dell' estero e del resto del mondo non riusciamo a capire che cosa c'è di bello nell'uccidere persone come noi, persone semplici, che ora non ci sono più e che hanno solo avuto la sfortuna di essere nel posto sbagliato e nel momento sbagliato. Persone che lavorano tutto l'anno e che decidono di dedicare a se stessi o alla persona care di trascorrere una bella vacanza, persone che studiano e che viaggiano per lavoro.
La cosa peggiore è che in questo mondo crudele le persone non sono più sicure di uscire di casa, temono ad ogni passo di ritrovarsi una bomba in faccia.
La morte è una cosa crudele.
I Kamikaze hanno mandato un messaggio che dice:'' Trasformeremo ROMA in un cimitero".
Queste parole fanno davvero paura, le persone che vivono a ROMA sono tante, tanti sono gli stranieri che sono nel nostro paese, tutti noi italiani abbiamo paura e speriamo che non succeda niente.
Siamo tutti preoccupati ma speriamo che tutto questo finisca presto e diventi solo un brutto ricordo della storia.
So che questo articolo non potrà fermare quelle persone spietate e senza cuore ma almeno lo capiscano che la morte è una cosa bruttissima e che si fermino almeno per noi bambini.

PUBBLICATO 30/7/2005

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2494  
Il presente vivente!
Anche questo anno il presepio vivrà in quel di Padia, precisamente alla scuola elementare del centro storico, il 2 gennaio alle ore 17.00.
Leggi tutto

Foto  |  LETTO 2234  
Momenti di Natale.
Il presepe nella tradizione popolare acrese.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2161  
Viva l'Italia!
L'Anas ha scaricato una decina di giorni fa, su di uno slargo della ss 660 a fianco della ormai famosa "baracca dei guardiani della frana", un'intera camionata di sale.
Leggi tutto

News  |  LETTO 1808  
"Calabria Cinema in Bianco e Nero".
Inizia oggi la rassegna "Calabria Cinema in Bianco e Nero" patrocinata dalla Provincia di Cosenza, legata al 1° premio cinematografico "Amedeo Nazzari".
Leggi tutto

News  |  LETTO 2404  
Quel ristorante diventato preda delle celebrità.
Sono tanti nella storia di Acri gli atti di generosità di quanti hanno abbandonato la città in cerca di fortuna altrove.
Leggi tutto