News Letto 951  |    Stampa articolo

Stato di agitazione per gli operai dell’ex fondo sollievo.

Ufficio Stampa Comune
Foto © Acri In Rete
Gli operai dell’ex fondo sollievo, meglio conosciuti con il nome di 203, ormai da mesi in stato di agitazione hanno dichiarato di essere in assemblea permanente presso la sede municipale.
Chiedono l’avviamento al lavoro, attraverso l’AFOR, considerato che gli stessi facevano parte integrante degli operai dell’ex fondo sollievo.
Poichè vi è stato un aumento del fondo che è stato trasferito all’AFOR, fanno appello alla Giunta regionale affinché si prodighi per la loro vertenza, che dura ormai da cinque anni e venga così definitivamente sanata.
I 203 hanno perciò deciso di continuare lo stato di agitazione sino a quando ci sarà un prossimo incontro con gli onorevoli Nicola Adamo e Mario Pirillo.
Non appena tale incontro verrà fissato si recheranno presso la sede della Giunta Regionale per manifestare.

PUBBLICATO 9/8/2005

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2494  
Il presente vivente!
Anche questo anno il presepio vivrà in quel di Padia, precisamente alla scuola elementare del centro storico, il 2 gennaio alle ore 17.00.
Leggi tutto

Foto  |  LETTO 2234  
Momenti di Natale.
Il presepe nella tradizione popolare acrese.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2161  
Viva l'Italia!
L'Anas ha scaricato una decina di giorni fa, su di uno slargo della ss 660 a fianco della ormai famosa "baracca dei guardiani della frana", un'intera camionata di sale.
Leggi tutto

News  |  LETTO 1808  
"Calabria Cinema in Bianco e Nero".
Inizia oggi la rassegna "Calabria Cinema in Bianco e Nero" patrocinata dalla Provincia di Cosenza, legata al 1° premio cinematografico "Amedeo Nazzari".
Leggi tutto

News  |  LETTO 2404  
Quel ristorante diventato preda delle celebrità.
Sono tanti nella storia di Acri gli atti di generosità di quanti hanno abbandonato la città in cerca di fortuna altrove.
Leggi tutto