Intervista Letto 2029  |    Stampa articolo

Intervista al Sindaco di Acri.

lastoriasiamonoi.com
Foto © Acri In Rete
D. Sig.r Sindaco l’opposizione in una recente intervista avanza accuse pesanti di immobilismo e disorganizzazione all’attuale compagine amministrativa.
R. Definirla intervista mi pare per la verità un po’ azzardato. Si è trattato del solito proclama generico, una enunciazione di principi astratti. Una pratica non nuova.

D. Ci faccia qualche esempio.
R. Volentieri. Sulla 660 volutamente si stravolge la realtà dicendo che avremmo rallentato l’iter di progetti preesistenti in nome di una “cervellotica galleria”. Chi ha lanciato il proclama non sa, o finge di non sapere, che l’iter del progetto precedente, quello si “cervellotico”, altro non era se non un disegnino su un pezzo di carta e che solo il progetto che è stato proposto da questa Amministrazione ha superato i rilievi geotecnici e geosismici necessari per passare alla fase esecutiva. Non voglio inveire oltre su questo aspetto, certo non posso non fare rilevare la differente valenza tra un tracciato più corto di circa tre km su sette, di minore impatto ambientale, esposto a Sud e che eviterebbe lo scempio della collina di Serra di Buda nonché l’obbrobrio di 14 viadotti alti anche 40 mt sulla testa di Duglia. In quel proclama tutto questo viene taciuto e si preferisce sparare nel mucchio accusando di immobilismo una giunta che è al lavoro da soli sei mesi, durante i quali ha dato prova di un dinamismo senza precedenti sia sul piano dei progetti in cantiere, sia in termini di ristrutturazione della macchina comunale, sia in termini di realizzazione di lavori e progetti urgenti e non più rinviabili. Abbiamo ereditato, ad esempio, una viabilità interna ed intercomunale a dir poco indecente, ma di questo, ovviamente, l’opposizione preferisce tacere.
Mi lasci anche dire agli acresi che la precedente Amministrazione, quelle “dinamica”, ha fatto in modo che si arrivasse al primo luglio 2005, data della scadenza del permesso di utilizzo della discarica di Acri e che se questa “immobile” e poco dinamica Amministrazione di centro – sinistra non si fosse adoperata attraverso una conferenza dei servizi, che ci ha permesso di continuare ad utilizzare la discarica di Acri, avremmo dovuto quotidianamente trasportare i nostri rifiuti alla discarica di Crotone, con disagi e spese immaginabili. Il tutto si tradurrà in una spesa di milioni di euro per arrivare alla suddetta soluzione, che graveranno su tutti noi. E’ giusto che gli acresi sappiano chi ringraziare di ciò.
L’Estate acrese non viene più agitata, dopo la magra figura fatta dall’opposizione in consiglio comunale.
Questi sono i fatti!


D. La parte riguardante il Liceo scientifico, aveva, per la verità, più l’aria di una giustificazione posticcia.
R. Infatti. E’ curiosa la giustificazione data alla “fuga” da parte dell’opposizione: non eravamo preparati, non ci avevano avvertiti, eravamo andati li per partecipare al consiglio, non per parlare del problema Liceo scientifico.
Anche su questo aspetto non posso fare a meno di fare notare quanto è “sfuggito” all’autore del proclama, cioè che la concessione edilizia per il nuovo Liceo scientifico è stata data dalla giunta Tenuta. Dico questo indipendentemente dalla fondatezza o meno delle accuse rivolte dai genitori degli alunni.
In ogni caso, al di la delle chiacchiere, la posizione del Comune è chiara e io stesso l’ho riassunta proprio su questo sito pochi giorni fa. Abbiamo anche detto che ci siamo fatti tramite presso la Provincia e che ci sarà un incontro con il Presidente Oliverio in questi giorni. Ma anche di questo si è preferito non parlare.

Il Sindaco ci appare come un fiume in piena; ne approfittiamo per ulteriori precisazioni:

D. A proposito di P.I.T…….

R. A questo proposito preferisco sorvolare sulla miseria che l’ex presidente dei P.I.T., Tenuta, ha portato ad Acri: come più volte ribadito, siamo l’equivalente territoriale e demografico di oltre il 20% di tutta l’area ed abbiamo portato a casa l’equivalente di una distribuzione a pioggia pari a non più del 4% delle risorse. Se questo è un successo.

D. PSU E PIAR
R. Sui PSU tutte le opzioni sono al vaglio e allo stato nessuna soluzione è stata esclusa. Faccio inoltre notare che questa Amministrazione è tra le più solerti nella progressione e nell’espletamento dell’iter.

D. Un'ultima parola sui P.R.U……

R. Un discorso a parte meritano i P.R.U. (Piani di Recupero Urbano).
Il primo atto del sottoscritto, quando ancora non era stata formalizzata la giunta è stato quello di mettere in moto i P.R.U. (innescati dall’Amministrazione Rocco e formalizzati dalla giunta Tenuta), che languivano da anni nei cassetti della Regione. Chi tocca Purgatorio muore, almeno politicamente, ma siccome il sottoscritto deve rispondere solo al popolo di Acri e alla propria coscienza, si è adoperato per rimuovere questi progetti dai cassetti, in modo da permettere la progressione dell’iter.
Mi si concessa a questo proposito una domanda: come si fa a pensare che sia un dispetto alla Destra risperimentare i P.R.U., quando nei vari anni trascorsi dall’inizio di questi progetti ad oggi molte aree sono state intelligentemente costruite o stupidamente violentate?
Il minimo che si possa fare è ripensare e riprogrammare molti progetti.


D. L’opposizione vi accusa di scarsa compattezza, sostenendo che alcuni consiglieri sarebbero su posizioni diverse dal resto della maggioranza......
R. Niente di più lontano dalla realtà. Ciò che è successo nel consiglio del 9 dicembre è stato spiegato con la massima trasparenza. Vi invito a verificare la solidità della maggioranza questa sera in consiglio comunale, dove verrà, fra l’altro, approvata la rinegoziazione dei mutui che ci permetterà di accenderne di nuovi a condizioni estremamente vantaggiose.

PUBBLICATO 13/12/2005

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2475  
Il presente vivente!
Anche questo anno il presepio vivrà in quel di Padia, precisamente alla scuola elementare del centro storico, il 2 gennaio alle ore 17.00.
Leggi tutto

Foto  |  LETTO 2209  
Momenti di Natale.
Il presepe nella tradizione popolare acrese.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2143  
Viva l'Italia!
L'Anas ha scaricato una decina di giorni fa, su di uno slargo della ss 660 a fianco della ormai famosa "baracca dei guardiani della frana", un'intera camionata di sale.
Leggi tutto

News  |  LETTO 1793  
"Calabria Cinema in Bianco e Nero".
Inizia oggi la rassegna "Calabria Cinema in Bianco e Nero" patrocinata dalla Provincia di Cosenza, legata al 1° premio cinematografico "Amedeo Nazzari".
Leggi tutto

News  |  LETTO 2386  
Quel ristorante diventato preda delle celebrità.
Sono tanti nella storia di Acri gli atti di generosità di quanti hanno abbandonato la città in cerca di fortuna altrove.
Leggi tutto