News Letto 1829  |    Stampa articolo

Interrogazione del cons. Prov. Zanfini sulla questione del liceo scientifico.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Sulla delicata questione relativa alle condizioni della struttura che ospita, da poco più di un mese, il liceo scientifico il consigliere provinciale nonché capogruppo dell' Udc, Natale Zanfini, dopo aver visionato di persona il fabbricato, ha ritenuto opportuno avanzare un' interrogazione al presidente della giunta Oliverio e del consiglio Principe.
"Premesso che - si legge nella nota di Zanfini - gli studenti del liceo scientifico sono da molti giorni in stato di agitazione per gravi motivi tra cui la strada di accesso all'istituto che si immette sulla provinciale Acri - San Giacomo nei pressi di una curva, la presenza di un traliccio Enel situato quasi al centro della suddetta strada di accesso che di fatto mette in serio pericolo l' incolumità degli studenti e del personale scolastico, che dal suddetto traliccio si diparte un elettrodotto ad alta tensione che passa a pochi metri di distanza dalle aule con fili ben visibili dall'interno delle stesse, che la situazione suscita forti preoccupazioni per la salute sia degli studenti che del personale docente e non docente per l' ormai assodata pericolosità delle onde elettromagnetiche, considerato che il trasferimento nel nuovo edificio è avvenuto nei primi giorni di novembre, che lo stato di agitazione con occupazione dell'Istituto è iniziato a distanza di pochi giorni dal trasferimento, chiede se l'edificio, alla data del trasferimento degli studenti, era stato ufficialmente consegnato alla Provincia, se lo stesso Ente fosse a conoscenza che l'edificio era carente di servizi primari quale l'allacciamento alla linea telefonica ed il riscaldamento, se esistevano, ed esistono, i requisiti previsti dalla legge quali il collaudo statico, l'agibilità e le condizioni di sicurezza come scale antincendio ed uscite di sicurezza che consentissero, e consentono, l'utilizzazione dell'edificio, interroga quali provvedimenti l'amministrazione provinciale intende adottare nell'immediato per porre rimedio a tale situazione in considerazione del fatto che gli studenti, supportati dai genitori, intendono andare fino in fondo non escludendo l'abbandono in massa del liceo scientifico con iscrizione ad altro idoneo istituto."



PUBBLICATO 14/12/2005

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2476  
Il presente vivente!
Anche questo anno il presepio vivrà in quel di Padia, precisamente alla scuola elementare del centro storico, il 2 gennaio alle ore 17.00.
Leggi tutto

Foto  |  LETTO 2210  
Momenti di Natale.
Il presepe nella tradizione popolare acrese.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2144  
Viva l'Italia!
L'Anas ha scaricato una decina di giorni fa, su di uno slargo della ss 660 a fianco della ormai famosa "baracca dei guardiani della frana", un'intera camionata di sale.
Leggi tutto

News  |  LETTO 1794  
"Calabria Cinema in Bianco e Nero".
Inizia oggi la rassegna "Calabria Cinema in Bianco e Nero" patrocinata dalla Provincia di Cosenza, legata al 1° premio cinematografico "Amedeo Nazzari".
Leggi tutto

News  |  LETTO 2387  
Quel ristorante diventato preda delle celebrità.
Sono tanti nella storia di Acri gli atti di generosità di quanti hanno abbandonato la città in cerca di fortuna altrove.
Leggi tutto