Comunicato Stampa Letto 993  |    Stampa articolo

Feraudo (IDV) sugli sprechi delle comunita’ montane.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
"L'approvazione da parte della 2° Commissione consiliare dell'Emendamento proposto dall'Italia dei Valori, che elimina le incertezze interpretative della Legge Regionale n. 4/99 circa la rappresentanza dei Comuni nelle Comunità Montane, oltre a risolvere una non più tollerabile anomalia che, nonostante siano trascorsi ben sette anni dall'entrata in vigore del Testo Unico sugli Enti locali, continua a caratterizzare alcuni Enti, rappresenta un apprezzabile e tangibile esempio della volontà concreta di questo Consiglio Regionale di mettere ordine ad una materia spesso trattata in maniera differente e di voler realmente incidere, riducendoli, sui costi delle pubbliche amministrazioni e, più in generale, della politica".
E' quanto sostiene Maurizio Feraudo, capogruppo di Italia dei Valori in Consiglio Regionale, in merito ai lavori della 2° Commissione che si sono conclusi ieri sera.
"Il Consiglio Regionale - prosegue Feraudo - in perfetta linea con gli impegni assunti con la Convenzione "Istituzioni: Doveri e Diritti" sta dando dimostrazione di voler realmente invertire una tendenza caratterizzata da una irresponsabile disattenzione verso gli sprechi delle Pubbliche Amministrazioni. In passato spesso, infatti, si è predicato bene e razzolato male. Oggi, invece, questo Consiglio Regionale sta dimostrando di saper essere responsabilmente conseguente ai solenni impegni assunti nei confronti dei calabresi: non solo il Consiglio ha tagliato drasticamente le strutture a suo supporto, destinando le risorse così risparmiate a master fruibili da giovani laureati, ma intende procedere anche al riordino e alla bonifica delle tante leggi, molte delle quali inapplicate, che rendono farraginoso lo stesso ordinamento regionale".
"Sulla scommessa della riduzione dei costi, del riordino degli Enti e dello snellimento legislativo
- conclude Feraudo - l'intero Consiglio Regionale, senza distinzione di colore, si sente fortemente impegnato in maniera responsabile e convinta e di ciò sta dando palpabile prova. L'emendamento, col quale si uniforma la normativa, rendendola omogenea sull'intero territorio regionale, che disciplina la rappresentanza dei Comuni nelle Comunità Montane, è un altro importante tassello verso la migliore razionalizzazione dei costi della politica ma soprattutto verso l'eliminazione di non più sopportabili sprechi della pubblica amministrazione".

PUBBLICATO 27/4/2007

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Comunicato Stampa  |  LETTO 1773  
Convegno: "Calabria - Dalla storia geologica più bella del mondo le migliori acque minerali"
SABATO 15 DICEMBRE 2007 ORE 16:00 Convegno: “Calabria : dalla storia geologica più bella del mondo le migliori acque minerali” Sala Convegni Fondazione Vincenzo Padula Relaziona Dott. Prof. Carlo Ta ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 1775  
Eolico, il Comune dice “niet”.
Inviata alla Regione una nota ufficiale contro l’ipotesi Parco
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 1815  
Biomassa: una grande opportunita’
La produzione di energia da biomassa agricola è, per il comprensorio di Acri, una grande opportunità, resa ora pressante dall'avvio imminente della programmazione degli investimenti strutturali comu ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 1802  
Scalea - Fc Acri: 2 - 1.
Vince di misura lo Scalea sull’Acri, dopo una partita combattutissima dove le reti sono arrivate tutte nella ripresa. Grande giornata per Fabio Longo sempre più bomber indiscusso dei biancostellati ...
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2274  
Presidente Cozzolino… ma mi faccia il piacere!!!
Gentile dott. Cozzolino, ha proprio ragione, a volte impugnare la penna è davvero pesante. Diventa pesante in particolare quando a noi giornalisti ci tocca parlare di Amministrazioni ed Amministrato ...
Leggi tutto