News Letto 2692  |    Stampa articolo

Cade dalla moto e muore.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Una passione, alla quale da sempre si dedica molto tempo, a volte può uccidere. Se poi si tratta di una passione a due ruote si scopre una pubblicistica particolarmente ricca. Da ieri un nuovo nome si aggiunge a quello di chi ha immolato la sua vita alla moto.
E' Claudio Cofone, minatore di 43 anni, di Acri. Chi lo conosceva ne parla di un centauro provetto, che delle due ruote conosceva tutto, o quasi. Quella passione ieri lo ha accompagnato per mano verso il suo destino. Claudio, intorno alle due del pomeriggio di una giornata tipicamente estiva, di quelle in cui il caldo, soprattutto in certe ore, ti soffoca, era in sella alla sua Honda Cbr gialla.
Stava percorrendo, in salita, una polverosa stradina sterrata, tra le frazioni di Pastamolla e Piano d'Arnice, a circa venti chilometri dal centro di Acri. Considerati i collegamenti, la percezione della distanza è in questo caso assai poco indicativa e si dilata decisamente quando non si ha una certa dimestichezza di questi luoghi. Arrivarci non è semplice.
Per cause che probabilmente non verranno mai accertate, l'esperto centauro perdeva il controllo del mezzo, finendo per urtare, con il braccio destro, lo spigolo di una vecchia casa disabitata, con muri in pietra. Moto e conducente finiscono a terra, in una dinamica terribile che porterà la prima più volte sopra il secondo, con tutto il suo peso. Un testimone, che stava poco dietro, a bordo di un’automobile che percorreva la stessa stradina, ha visto tutto e ha immediatamente chiamato i soccorsi.
In poco tempo sul posto sono accorsi anche i Carabinieri della stazione di Acri, guidati dal maresciallo Carmelo Evoli, e la Polizia Municipale, con il comandante Angelo Ferraro e i vigili Gianni Gallo e Michele Ferraro. Claudio, che delle moto amava tutto, e,pertanto come tutti i centauri veri era estremamente attento al codice della strada e alle misure di sicurezza, indossava tuta e casco, ma questo purtroppo non lo ha salvato. Da lì a qualche minuto sul posto è stato chiamato anche l'elisoccorso, che ha condotto lo sfortunato centauro all'Annunziata di Cosenza.
Nell'immediatezza dell'incidente Claudio Cofone aveva perso conoscenza e l'aveva riacquistata subito dopo. La cosa aveva lasciato ben sperare per le sue condizioni fisiche. Ma, purtroppo, non è anadata come tutti speravano. Morirà, probabilmente per le fratture interne riportate, intorno alle ore 17, all'ospedale civile di Cosenza. L’uomo lascia moglie e tre figli, di diciassette, quindici e otto anni.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 22-06-2008.

PUBBLICATO 23/06/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 3611  
Il sindaco revoca la nomina a Montalto.
"Aspetto dal partito, ma soprattutto dal capogruppo consiliare Morrone, motivazioni valide che hanno portato al mio siluramento.” Sono le prime reazioni di Salvatore Montalto a cui, nella giornata d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2668  
Riordino delle rete scolastica. La Mucone vuole l'istituto comprensivo.
Resta sempre alto il dibattito attorno al riordino della rete scolastica. Entro il prossimo trentuno dicembre l’amministrazione comunale dovrà comunicare le proprie intenzioni all’ufficio scolastico ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2856  
L'AVIS di Acri in piazza per Telethon.
Domani, 13 dicembre inizia la consueta maratona per la raccolta fondi di Telethon che si concluderà domenica 14 dicembre. Scopo della maratona è quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 4059  
L’artista Corina si racconta e realizza un’opera dal vivo.
Si è tenuta lunedì sera, nei locali del “Moco”, nel pieno centro di Acri, l'autopresentazione dell'artista Leonardo Corina, che ha spiegato lo spirito che anima i suoi lavori. Subito dopo è stata in ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3512  
Angelo Sposato presenterà il suo libro “Poesie d’amore Sali e Tabacchi”.
Continua la rassegna di incontri con l’arte presso il locale Moco di Acri. Questa sera 12 dicembre, dalle ore 21.30, Angelo Sposato presenterà il suo libro “Poesie d’amore Sali e Tabacchi”.
Leggi tutto