Opinione Letto 3322  |    Stampa articolo

Nessuna paura di sentirsi vulnerabile.

Sac. Sergio Groccia
Foto © Acri In Rete
Sul sentiero che la Parola di Dio ci traccia ritroveremo le nostre origini.
Alla luce di questa lampada cammineremo nella notte della vita senza timore, confortati dal suo Nome santo.
Sulla nostra mensa non manchi mai il Pane del suo essere tra noi.
L’esperienza del sonno che porta via ogni notte ci ricorda che si può andare dalla imperfezione al compimento per essere specchi di Lui, non annullando la notte, ma riposando in essa, non più come "homo dormiens", colui che non si interroga mai, che vive senza interessi, che non vuole vedere né sentire, che non si lascia toccare, che vive nella paura, superficialmente più che in profondità, e per paura quantifica , che negli eventi si confronta restando in posizione orizzontale, sonnecchiando… bensì come "homo vigilans", il vero orante, colui che è sempre presente a se stesso e agli altri, al proprio lavoro e servizio, colui che responsabilmente non si esaurisce nell’immediato, ma sa misurarsi nella lunga e paziente attesa, colui che esprime il tutto che è in ogni frammento della sua vita, colui che non ha più paura di sentirsi vulnerabile, perché sa che le ferite della sua umanità possono trasformarsi in feritoie attraverso le quali la Vita giunge nel fluire del tempo, una Vita che, potendo realizzare finalmente il suo Fine, canta all’Amore con il suo «cuore piagato» avvolto in una «fiamma che consuma e non dà pena» e pur di incontrarlo definitivamente è disposta a «rompere la tela».
Siamo certi di permettere al nostro sguardo di accogliere la vita altrui?!...
Due uomini guardavano attraverso le sbarre della prigione. L'uno vedeva il fango, l'altro le stelle.
Troveremo sempre gente che cercherà di farci credere che Dio è solo un poliziotto o una spia che ci sorveglia e ci tiene d'occhio giorno e notte al di sopra degli occhiali.
Un caro augurio di costruire ponti di incontro, sempre, per essere il riflesso dell'amore di Dio per chiunque ci accosta... di sguardo in sguardo..
"Nulla è veramente nostro finchè non lo dividiamo" ( Clive S. Lewis )

PUBBLICATO 08/07/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 3611  
Il sindaco revoca la nomina a Montalto.
"Aspetto dal partito, ma soprattutto dal capogruppo consiliare Morrone, motivazioni valide che hanno portato al mio siluramento.” Sono le prime reazioni di Salvatore Montalto a cui, nella giornata d ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2668  
Riordino delle rete scolastica. La Mucone vuole l'istituto comprensivo.
Resta sempre alto il dibattito attorno al riordino della rete scolastica. Entro il prossimo trentuno dicembre l’amministrazione comunale dovrà comunicare le proprie intenzioni all’ufficio scolastico ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2855  
L'AVIS di Acri in piazza per Telethon.
Domani, 13 dicembre inizia la consueta maratona per la raccolta fondi di Telethon che si concluderà domenica 14 dicembre. Scopo della maratona è quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 4059  
L’artista Corina si racconta e realizza un’opera dal vivo.
Si è tenuta lunedì sera, nei locali del “Moco”, nel pieno centro di Acri, l'autopresentazione dell'artista Leonardo Corina, che ha spiegato lo spirito che anima i suoi lavori. Subito dopo è stata in ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 3512  
Angelo Sposato presenterà il suo libro “Poesie d’amore Sali e Tabacchi”.
Continua la rassegna di incontri con l’arte presso il locale Moco di Acri. Questa sera 12 dicembre, dalle ore 21.30, Angelo Sposato presenterà il suo libro “Poesie d’amore Sali e Tabacchi”.
Leggi tutto