OPINIONE Letto 3165  |    Stampa articolo

La leggenda degli uomini onesti.

Franco Bifano
Foto © Acri In Rete
Nel Parlamento italiano siedono 24 pregiudicati, 90 fra imputati, indagati, prescritti e condannati. Nel parlamento Europeo trovano posto condannati ed indagati e siccome non ci facciamo mancare niente, troviamo servizi segreti deviati, magistrati sotto inchiesta, ministri che si dimettono per operazioni non proprio trasparenti, alti funzionari corrotti, Mafie infiltrate in pezzi delle istituzioni, vecchie e nuove logge P2 - P3 ecc… ecc....
Non so, in questo contesto, quanto tempo occorrerà perché gli onesti, nel nostro paese, diventino una sparuta minoranza. Forse non molto. Allora succederà che per tutelarli e preservarne la specie, si chiederà l’intervento del W.W.F. saranno sistemati nei parchi nazionali o nelle aree protette anche per arricchire ed incrementare la fauna che scarseggia. Diventeranno cosi una originale attrazione turistica, al pari degli orsi marsicani e le foche monache.
Poi con il passare del tempo, quando, inevitabilmente, vi sarà l’approssimarsi della loro definitiva estinzione per sfruttarne l’immagine non certo positiva, gli onesti, entreranno a far parte dei personaggi “cattivi” delle favole e destinati, quindi, a sostituire di volta in volta, il lupo, l’orco o l’uomo nero. I nonni, nelle fredde sere d’inverno, accanto al camino, narreranno “le loro gesta” ai nipoti per spaventarli e mandarli a letto prima.
In fine il loro destino sarà quello di diventare leggenda, come lo Jeti o il mostro di Lochness.
Certo, ci sarà sempre qualcuno che si vanterà di averne incontrato qualche “esemplare” o chi giurerà per tutta la vita di averne conosciuto un’intera famiglia e di averla persino fotografata ma finirà per essere, nel migliore dei casi, ritenuto un bugiardo. Anche una eventuale foto mostrata come prova della loro esistenza verrebbe considerata un fotomontaggio di scarsa qualità. Sarà, infatti, opinione diffusa che gli onesti, quelli che si battevano per il rispetto e l’osservanza delle Leggi, non siano mai esistiti.

PUBBLICATO 23/07/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 4037  
Presentato il libro di Lucia Pellicorio.
Lucia Pellicorio avvera il suo sogno. Titolo indovinato, quindi, per il volume di poesie edito da Progetto 2000 di Cosenza di Demetrio Guzzardi e Albamaria Frontino. Alla 35 enne Lucia la vita ha so ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3452  
Fc Acri - Palmese: 1 - 0.
Un gol di bomber Gallo e la capolista Acri liquida la pratica Palmese allungando a + 3 sull'inseguitrice Montalto. Ai cosentini basta un eurogol di Gallo servito in area da un assist prezioso e prec ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3462  
Feraudo (IDV): difesa del punto nascita perché disagiati orograficamente e non perche’ Acri e’ il paese di Trematerra.
L'unico documento ufficiale resta il fax inviato dal direttore sanitario De Paola ai responsabili del reparto di ostetricia nella mattinata di martedì dieci dicembre con il quale si comunicava la ri ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3895  
Chiusura delle scuole per Giovedì e Venerdì.
A causa delle avverse condizioni meteorologiche che hanno colpito il nostro territorio, il sindaco di Acri, Gino Trematerra, ha disposto la chiusura di tutte le scu ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3693  
Una mostra per riflettere e discutere sul borgo antico.
Si continua a parlare e riflettere sul centro storico. In prima fila, come sempre, il "Gruppo di Lavoro Progetto Centro Storico di Acri" che, dopo il seminario svoltosi qualche giorno fa, adesso par ...
Leggi tutto