COMUNICATO STAMPA Letto 3446  |    Stampa articolo

Le vere cambiali.

Pd – Fed. dei comunisti – Verdi – Sin. per la Calabria
Foto © Acri In Rete
Raccogliamo con stupore l'ennesimo Coup de théâtre del Sindaco Gino Trematerra il quale, ancora una volta e con vero sprezzo delle evidenze e della verità, riserva alla precedente Amministrazione una serie di valutazioni ed apprezzamenti davvero fuori luogo e senza senso.
Nell'ultimo Consiglio Comunale, infatti, incalzato dalle domande dell'opposizione sull'ultima edizione di Acrinscena e con l'evidente intento di distogliere l'attenzione da questo argomento, ha affermato che la precedente Amministrazione avrebbe, nel recente passato e per gli spettacoli estivi, firmato cambiali che poi non avrebbe onorato.
Ebbene, l'unica risposta che si può dare al Sindaco è che le sole firme apposte dalla precedente amministrazione sono quelle rinvenibili sulle delibere di Giunta e che nessuna cambiale (morale o fisica che sia ) è mai stata "firmata" da alcuno dei componenti della Giunta Coschignano.
Sulla irricevibilità di tali affermazioni non insisteremo oltre, è talmente faziosa e fantasiosa la loro provenienza che, davvero, si commentano da sole!
È necessario, però, a questo punto, rinfrescare un po' la memoria sui numeri (quelli si sono reali e non di fantasia) al Nostro Sindaco e, di riflesso, alla intera cittadinanza.
-Lo scorso anno per le manifestazioni estive sono stati impegnati circa 80.000,00 € . Di questi, 35.000,00 € per la rassegna di Amphiteacri09 e 45.000,00 € per l'Estate Acrese (manifestazione che oggi, lo ricordiamo, è stata totalmente cancellata).
-Le spese sostenute dalla attuale amministrazione per le manifestazioni di questo anno ammontano invece, secondo le dirette affermazioni degli amministratori comunali, a 300.000,00 € quasi interamente destinati alla manifestazione Acrinscena 2010 (cifra che è facile prevedere lieviti fino a 400.0000,00 € se solo si aggiungono tutti i costi indiretti quali consumi, straordinario ecc.-che bisogna ricomprendere nell'importo complessivo dato che la rassegna è stata gestita direttamente dagli uffici comunali).
-I numeri fin qui esposti, dunque, dimostrano che Acrinscena 2010 è costata qualcosa come 10-12 volte di più di Amphiteacri 09. Per dare un'idea sulla differenza di spesa nei due anni basti pensare che il solo compenso destinato al direttore artistico Valerio Merola vale ben più dell'intero investimento destinato alla rassegna di Amphiteacri dello scorso anno!!
Si confrontano, dunque, due modi diversi di fare Amministrazione, l'una tesa alla razionalità ed al contenimento della spesa pubblica senza sacrificio alcuno per la qualità e la cifra culturale degli eventi, l'altra impegnata a spendere cifre astronomiche senza mai raggiungere livelli qualitativi e culturali degni di rilievo.
E a nulla vale la "giustificazione" del Sindaco sul fatto che dalla regione arriveranno (ma arriveranno?) 150.000,00 euro, a parziale copertura dell'impegno di spesa sostenuto questa estate.
Il Sindaco dovrebbe ricordare che i soldi pubblici sono sempre tali e che, non esistendo l'albero dei soldi - cosa nota a tutti meno che al Sindaco ed al noto burattino di collodi evidentemente- alla fine sono sempre i cittadini che pagano, sia che i fondi provengano dalle casse comunali, sia che arrivino da Enti sovraccomunali.
La verità, signor Sindaco, è che in un momento come questo, dove i nostri concittadini vivono i disgraziati riflessi di un'economia in crisi profonda, spendere 400.000,00 € in "ricchi premi e cotillon" rappresenta davvero uno schiaffo assestato alla civica sensibilità ed al comune buon gusto.
Quanto poi ai continui "rimproveri"- del Sindaco e di suoi collaboratori- sulla difficoltà di rendicontare agli uffici regionali le spese dell'anno scorso al fine di ottenere il finanziamento di 39.000,00 € , bisogna una volta per tutte chiarire, a costo di sforare in tecnicismi di difficile comprensione, che il finanziamento di cui si parla è stato concesso dalla Regione Calabria sulla base del 40% del costo complessivo previsto e cioè circa 100.000,00 €.
Previsto, per l'appunto.
Il fatto è che l'amministrazione precedente è stata così oculata da non spendere tutta quella somma, ma solo (come più volte ricordato) 80.000,00 € circa . Di questi soldi, poi, molti sono andati (come ogni anno e con qualunque amministrazione accade) a titolo di mera contribuzione per le spese sostenute da associazioni culturali e parrocchie che hanno organizzato alcune manifestazioni e taluni eventi inseriti nel cartellone dell'Estate Acrese 2009. Contribuzioni che, pur rientrando nella normalità del bilancio comunale da sempre, sono di difficile rendicontazione ai fini di un finanziamento regionale.
In ogni caso se pure il Comune non dovesse ricevere l'intero finanziamento di 39.000,00€ ( perché, si ripete, non abbiamo speso 100.000,00 € ma molto meno ) nel presentare i rendiconti alla Regione si otterrà comunque una cifra sicuramente molto più alta dei 10.000,00 euro (somma anche questa compresa negli 80.000,00 € complessivamente impegnati nel 2009) che restano come debiti, riferibili alla rassegna dello scorso anno.
Se lo spendere poco e fare molto, che noi riteniamo esempio di buona amministrazione, è sbagliato, allora signor Sindaco ci auguriamo che il suo cammino sia costellato dai medesimi errori. Vorrà dire che avrà bene amministrato e speso il denaro pubblico con lo stesso atteggiamento e spirito del "bonus pater familias".

Pd
Federazione dei comunisti
Verdi
Sinistra per la calabria

PUBBLICATO 12/09/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4352  
Trematerra verso Bruxelles.
Domani dovrebbe essere la settimana decisiva. Per il senatore Gino Trematerra, sindaco dallo scorso mese di aprile, sono giorni cruciali. E i suoi continui viaggi Acri-Roma-Acri lo dimostrano. Marte ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3713  
Rassegna presepistica.
Il presepe come momento di riscoperta delle tradizioni e del senso della Natività. È questo il significato della manifestazione, intitolata "Il Presepe tra storia ed identità", organizzata dalla par ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4058  
Il comune creditore di quattro milioni di euro. Parte la caccia agli evasori.
Non solo per la diminuzione dei trasferimenti statati e di quelli regionali. Le casse del comune sono esigue anche per colpa dell'evasione dei cittadini. Nei giorni scorsi il gruppo di lavoro, capit ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3730  
Assaporagionando. Rinviato il Workshop Imprese e Sviluppo.
Il programma previsto subisce un lieve cambiamento a causa delle abbondanti nevicate. Domani 18 dicembre 2010 ore 16,00 il Premio Cultura d'Impresa, Premio Cultura Impresa Sociale Sicurezza e Premio ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3747  
Rinvio asta di beneficenza a giorno 6 gennaio 2011.
Il Rotary Club di Acri comunica che l'annuale asta di beneficenza fissata per giorno 19.12.2010 ore 17,30 presso Palazzo Sanseverino-Falcone è stata rinviata, causa neve e gelo, alla data del 06.01. ...
Leggi tutto