POLITICA Letto 3483  |    Stampa articolo

Fusaro lascia IDV?

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Potrebbe essere questione di giorni, forse di ore. Michele Fusaro, consigliere provinciale IdV, avrebbe intenzione di collocarsi fuori dal partito ed entrare a far parte del gruppo misto. Contattato, né smentisce né conferma, ma pare che la scelta l’abbia fatta. Fusaro, eletto, nel 2009, con poco più di mille voti, ovvero l’8%, nel collegio n°1 di Acri, sta pensando a questa soluzione da più tempo.
Per la precisione dallo scorso mese di aprile, da quando, cioè, non ha condiviso alcune scelte del suo partito. Ma fughiamo subito alcuni dubbi; i suoi rapporti con Oliverio sono ottimi così come quelli con l’altro rappresentante di IdV in consiglio provinciale, Caligiuri. Non c’è feeling, invece, con Maurizio Feraudo, ex consigliere regionale, dirigente di spicco di IdV tenuto in alta considerazione da Di Pietro. Con Feraudo, che non è riuscito ad essere rieletto, i rapporti si sono incrinati, e poi definitivamente rotti, durante l’ultima campagna elettorale, quella che riguardava il rinnovo del consiglio regionale ma soprattutto del consiglio comunale di Acri, città dove Fusaro e Feraudo lavorano e risiedono. Idv scelse di correre da solo con Minisci candidato a sindaco non sostenendo, quindi, il candidato del Pd, Cozzolino. Una decisione che non è andata giù a Fusaro ed al suo gruppo. C’è di più. Lo stesso consigliere provinciale condannò sempre le invettive che Feraudo rivolse a Cozzolino, candidato molto vicino all’ex sindaco Coschignano. Da qui la separazione. Fusaro non presenziò a nessun comizio effettuato da Feraudo in vista delle regionali sebbene fu prorpio quest’ultimo a volere fortemente Fusaro quale candidato alla provincia nel 2009. Oggi il consigliere provinciale critica anche le posizioni nazionali del partito, sempre più lontano dal Pd a cui, invece, Fusaro guarderebbe con interesse. Ora occorre verificare se la sua decisione di collocarsi nel gruppo misto facilita o meno l’azione di Oliverio che a IdV dovrebbe riconoscergli, quanto prima, un posto in giunta.

PUBBLICATO 17/09/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4359  
Trematerra verso Bruxelles.
Domani dovrebbe essere la settimana decisiva. Per il senatore Gino Trematerra, sindaco dallo scorso mese di aprile, sono giorni cruciali. E i suoi continui viaggi Acri-Roma-Acri lo dimostrano. Marte ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3719  
Rassegna presepistica.
Il presepe come momento di riscoperta delle tradizioni e del senso della Nativitą. Č questo il significato della manifestazione, intitolata "Il Presepe tra storia ed identitą", organizzata dalla par ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4063  
Il comune creditore di quattro milioni di euro. Parte la caccia agli evasori.
Non solo per la diminuzione dei trasferimenti statati e di quelli regionali. Le casse del comune sono esigue anche per colpa dell'evasione dei cittadini. Nei giorni scorsi il gruppo di lavoro, capit ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3736  
Assaporagionando. Rinviato il Workshop Imprese e Sviluppo.
Il programma previsto subisce un lieve cambiamento a causa delle abbondanti nevicate. Domani 18 dicembre 2010 ore 16,00 il Premio Cultura d'Impresa, Premio Cultura Impresa Sociale Sicurezza e Premio ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3753  
Rinvio asta di beneficenza a giorno 6 gennaio 2011.
Il Rotary Club di Acri comunica che l'annuale asta di beneficenza fissata per giorno 19.12.2010 ore 17,30 presso Palazzo Sanseverino-Falcone č stata rinviata, causa neve e gelo, alla data del 06.01. ...
Leggi tutto