NEWS Letto 4570  |    Stampa articolo

Lucia Paese: un'artista acrese alla Biennale di Venezia.

Giulia Zanfini
Foto © Acri In Rete
Frammenti di arte contemporanea acrese al femminile, quest'anno, alla Biennale di Venezia, palcoscenico della 12. Mostra Internazionale di Architettuta, nell'ambito dell'evento collaterale: "Oltre il Giardino - Un Giardino Globale", organizzato dal Gruppo Giovani Pittori Spilimberghesi, in collaborazione con Enti e Istituzioni. Il progetto nasce dalla sinergia di rinomati architetti, critici e artisti che arrivano da tutt'Italia. Tra questi: Lucia Paese, la versatile artista acrese che da anni attraversa lo scenario della pittura contemporanea, immergendosi in sperimentazioni, performances e iniziative culturali su e giù per lo stivale.
Donna, madre, artista a trecentosessanta gradi. Con i suoi dipinti Lucia Paese narra sapientemente il mondo che la circonda, toccando i grandi temi dell' identità multiculturale e i delicati temi del sociale, raccontando la figura femminile, attraverso un approccio strettamente personale e vibrante. La Paese si dimostra un'artista ecclettica, capace di reinventare la poetica che la spinge a esplorare la realtà, e i sentimenti umani, quadro dopo quadro. Le spesse pennellate espressioniste sottendono volti e luoghi, da cui trapela la sottile narrazione di un incontro ai confini del mondo. Lucia partecipa agli eventi del panorama dell'arte contemporanea, attraverso progetti diversi. Laddove le radici di un albero si fondono in spirali materiche, e la natura genera colori, vibra l'anima dell'artista, e il suo legame con l'ecologia creativa. Così la sua impronta autoriale nell'evento "Oltre il Giardino - Un Giardino Globale" diventa netta e inconfondibile.
In riferimento all'opera esposta a Venezia, il critico d'arte Emidio Di Carlo, scrive: "Nell'opera di Lucia Paese la Natura viene declamata con pacato verismo, sacralità e sentimento religioso fortificano il suo paesaggio".
Il progetto ha infatti l'obiettivo di sottolineare l'importanza del giardino come "luogo ideale dell'abitare, come spazio ove vivere un rapporto intimo e creativo", luogo di fascinazioni, suggestioni e sacralità, dove ritrovare il vero dialogo tra uomo e natura, impietrito e denaturato da industrializzazione e omologazione selvaggia. Così "il santuario vivente del legame tra spirito (umano e divino) e materia", come lo definiscono gli autori del progetto, è stato inaugurato il 29 agosto, nel suggestivo scenario artistico veneziano. Ed entrerà a far parte della storia di uno degli eventi artistici più importanti del mondo. "E' affascinante visionare le nuove tendenze artistiche nella contemporaneità" afferma La Paese "attraverso gli eventi nazionali e internazionali, in cui si capta straordinariamente la sfaccettata mutabilità di concepire lo spazio". L'acrese Lucia Pease, firma il progetto insieme a nomi noti del panorama artistico italiano. In particolare, i testi sono stati scritti da un gruppo di studiosi, tra cui spicca quello del noto storico dell'arte, Gillo Dorfles. Il progetto è stato realizzato con il sostegno della Fondazione CRUP di Udine-Pordenone. Tra gli espositori architetti spiccano nomi noti: Renzo Piano, Gaetano Pesce, Mario Bellini, Vittorio Gregotti, Ugo La Pietra e Paolo Portoghesi.
Tra le maglie più strette del tessuto che riveste la poetica del progetto "Oltre il Giardino - Un Giardino Globale" trapela il grande tema dell'ecologia, colonna portante della narrazione artistica. Emerge il concetto dell'"agri-tecture", "dove s'intravede un'ottica "spinoziana" della natura che si riappropria degli spazi pubblici", in uno scenario avveniristico, improntato alla sostenibilità. L'obiettivo è far nascere una presa di coscienza sul binomio uomo/natura, che ad oggi assume contorni violentemente dialettici.

Fonte: "Mezzoeuro"



PUBBLICATO 28/09/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4359  
Trematerra verso Bruxelles.
Domani dovrebbe essere la settimana decisiva. Per il senatore Gino Trematerra, sindaco dallo scorso mese di aprile, sono giorni cruciali. E i suoi continui viaggi Acri-Roma-Acri lo dimostrano. Marte ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3719  
Rassegna presepistica.
Il presepe come momento di riscoperta delle tradizioni e del senso della Nativitą. Č questo il significato della manifestazione, intitolata "Il Presepe tra storia ed identitą", organizzata dalla par ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4063  
Il comune creditore di quattro milioni di euro. Parte la caccia agli evasori.
Non solo per la diminuzione dei trasferimenti statati e di quelli regionali. Le casse del comune sono esigue anche per colpa dell'evasione dei cittadini. Nei giorni scorsi il gruppo di lavoro, capit ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3736  
Assaporagionando. Rinviato il Workshop Imprese e Sviluppo.
Il programma previsto subisce un lieve cambiamento a causa delle abbondanti nevicate. Domani 18 dicembre 2010 ore 16,00 il Premio Cultura d'Impresa, Premio Cultura Impresa Sociale Sicurezza e Premio ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3753  
Rinvio asta di beneficenza a giorno 6 gennaio 2011.
Il Rotary Club di Acri comunica che l'annuale asta di beneficenza fissata per giorno 19.12.2010 ore 17,30 presso Palazzo Sanseverino-Falcone č stata rinviata, causa neve e gelo, alla data del 06.01. ...
Leggi tutto