SPORT Letto 4258  |    Stampa articolo

L'fc Calcio Acri vince anche la Coppa Calabra.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
SAN MARCO - BRANCALEONE 1-1 (2-5 dopo cdr)
San Marco
: Ricci, Esposito, Brtucci, D'Angelo, Salerno, (dal 35' Rimondi), Principe, Baulè, Paciola, (dal 35'Spadafora), Lombisani, Tripodi, Conte
Allenatore: Curcio
Brancaleone: Cotroneo, Sgrò, Genova, Battaglia, Ielo, Foti, Galletta G., Galletta S., Petronio, Borrello, Nicita
Allenatore: Brando
Arbitro: Palmieri di Crotone (Iulianelli e Chiapetta di Cosenza)
Marcatori: 29' Zerbi (B), 43' Conte (SM). Sequenza rigori: Foti (B) gol, Lombisani (SM) gol, Nicita (B) gol, D'Angelo (SM) fuori, Ielo (B) gol, Bartucci (SM) parato, Borrello (B) gol.
Note: espulso Galletta S. al 45'

ACRI-SAN MARCO 2-0
Acri
: Di Iuri, Leone, Mirabelli, De Luca, Cavatorti, Deffo, Piluso, Perrelli, Gallo, Domanico, Brillante.
Allenatore: Andreoli
San Marco: Ricci, Baulè, Salerno, D'Angelo, Bartucci, (dal 20'Campagna), Spadafora, Raimondi, Paciola, Rio, Lombisani, (dal 30' Palmieri), Conte
Allenatore: Curcio
Arbitro: Cavaliere di Paola (Iulianelli e Chiappetta di Cosenza)
Marcatori: 35' Piluso, 38' Brillante 

ACRI-BRANCALEONE 1-0

Acri: Mauro, Perri, Caruso, D'Argenio, Lepore, Deffo, (dal 30' Cavatorti), Leone, Perrelli, (dal 20' De Rose), Provenzano, Zicarelli, Urso
Allenatore: Andreoli
Brancaleone: Cotroneo, Sgrò, (dal 30' Galletta D.), Gligora, Genova, Battaglia, Zerbi, Foti, Galletta G., Petroneo, (dal 30' Napoli), Borrello, (dal 24' Musumeci), Nucita
Allenatore: Brando
Arbitro: Michienzi di Lamezia (Iulianelli e Chiappetta di Cosenza)
Marcatore: 40' Urso (rig.)
Note: espulso Cotroneo (B) al 40'

Acri - Nella bacheca dei trofei era già presente, ma un'altra Coppa Calabria per la società rossonera arriva in un momento glorioso. Giunge dopo appena una settimana dal ritorno in serie D. Il freddo e la pioggia tengono lontano sportivi e addetti ai lavori ma i vertici della Lega dilettanti sono presenti. Mirarchi e Cosentino seguono con attenzione la gara, parlano di un calcio calabrese tutt'altro che malato e si congratulano con le tre società. Infine, auspicano che tutti, dirigenti, classe arbitrale e cronisti, remino della stessa parte per migliorare un settore che viaggia in positivo e che regala emozioni. Le stesse che si sono vissute al "Castrovillari" ieri pomeriggio. Non ci sono le quattromila presenze di domenica scorsa ma gli assenti si sono persi un agguerrito triangolare. Se lo è aggiudicato la formazione più esperta e cinica ma le neo promosse in eccellenza, San Marco e Brancaleone, non hanno affatto demeritato.
Alla fine coppe e targhe ricordo per tutti mentre Scaramuzzo, presidente dei rossoneri padroni di casa, omaggia i presenti con bottiglie di spumante e gadget. L'evento permette a dirigenti ed allenatori di fare il punto della situazione, per riavvolgere il nastro e ripercorrere il campionato appena terminato. Parlano di sacrifici, di nuove idee, di valorizzare i settori giovanili. Andreoli, Curcio e Brando, se verranno confermati dalle rispettive società, sono consapevoli del duro lavoro che li aspetta. La serie D vede formazioni siciliane e campane blasonate, l'eccellenza è basata su tanto agonismo e tecnica. Vietato sbagliare, dunque. Le tre società sono orgogliose perché per ognuna di esse l'obiettivo raggiunto rappresenta qualcosa di eccezionale. Il piccolo centro reggino conta appena tremila anime mentre San Marco non sarà più famosa solo per la bella Abbazia. Entrambe vogliono ben figurare in un torneo duro e le società sono già al lavoro. L'Acri, invece, torna in serie D dopo dieci anni esatti ed ha tutte le intenzioni per restarci più a lungo possibile. Eventi come questi, è risaputo, servono anche ai giovani di mettersi in mostra ed a valutare qualche elemento che possa servire alla propria causa. Brando, Curcio e Andreoli pensano al futuro e tengono d'occhio più di un giocatore. Under o non, ha poca importanza. In tribuna i dirigenti delle tre squadre commentano le tre partite, si fanno i complimenti a vicenda, si scambiano idee ma soprattutto numeri telefonici ed indirizzi e giudicano i migliori dei rispettivi campionati. Più di uno esprime suggerimenti a Mirarchi che pensa ad un filo diretto on line per soddisfare tutte le richieste durante la stagione. Dopo la premiazione il sciogliete le righe. C'è ancora un po' di tempo per festeggiare e riposarsi ma questo vale solo per i giocatori. Già da lunedì, i cellulari di dirigenti e tecnici torneranno ad essere caldi.
Una oculata ed anticipata programmazione è vitale per una buona riuscita di un campionato. Acri, San Marco, Brancaleone docet.





















































































































Foto: Damiano Covello.


PUBBLICATO 19/04/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 4774  
Tornate a casa le spoglie del caporale Giuseppe Crocco
Giunge al termine in questo mercoledì d'inizio novembre la lunga odissea (durata ben settantaquattro anni) del CAPORAL MAGGIORE GIUSEPPE CROCCO, i sui resti mortali provenienti dal Sacrario Militare ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3746  
Costituito un comitato cittadino in difesa dell'ospedale
Non convincono le parole di ottimismo sul futuro dell'ospedale pronunciate nei giorni scorsi dal sindaco della città, Gino Trematerra, in occasione della presentazione del nuovo assessore alla Sanit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4619  
Maurizio Gaccione campione nazionale ed europeo di pizza
Gli ultimi di una impressionante serie di successi, tra cui la vittoria al campionato mondiale, è arrivato nella categoria pizza classica, nel recente campionato nazionale e in quella di velocità de ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5440  
"...acriteanu benadittu c'allu munnu sì l'affhlittu, alli crozzi ed allu vinu acrità sì sempri u primu..."
L'acrese medio ha un'ossessione per il cibo. Appena alzato dal letto, mentre fa colazione, dice: "chi ni mangeamu a menzujuarnu?", e la moglie, dopo pranzo, mentre lava i piatti, si preoccupa:" chi ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3395  
Ospedale, chiesto un Consiglio
Le opposizioni consiliari di centrosinistra ci riprovano e chiedono una nuova convocazione del consiglio comunale, a seduta aperta, sul futuro dell'ospedale. In passato, una riunione in tal senso er ...
Leggi tutto