POLITICA Letto 3709  |    Stampa articolo

Costituito un comitato cittadino in difesa dell'ospedale

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Non convincono le parole di ottimismo sul futuro dell'ospedale pronunciate nei giorni scorsi dal sindaco della città, Gino Trematerra, in occasione della presentazione del nuovo assessore alla Sanità.
La chiusura del punto nascita pesa sulla loro credibilità, così stavolta sono venute fuori le iniziative che erano mancate nella scorsa primavera.
Prima le opposizioni presentano una richiesta di convocazione del consiglio comunale, aperto alla partecipazione di tutti, quindi si costituisce un comitato cittadino in difesa dell'ospedale.
L'atto di nascita è di mercoledì pomeriggio, al termine di una partecipata assemblea nella Sala Polivalente, per l'occasione piena.
Per iniziativa di un gruppo di giovani, finalmente è stato possibile ragionare pubblicamente sul futuro del nosocomio cittadino, non nascondendosi le forti preoccupazioni per un ridimensionamento che potrebbe mascherare addirittura una chiusura fittizia del presidio sanitario.
Quello che inquieta è il recente decreto n. 106, firmato dal presidente e commissario ad acta per il Piano di rientro dal debito sanitario Giuseppe Scopelliti, in cui si mette nero su bianco una deciso ridimensionamento della struttura, legittimando le preoccupazioni degli acresi.
Mercoledì pomeriggio non è mancata l'autocritica di una collettività storicamente abituata a combattere per i propri diritti e stranamente apatica in questa circostanza.
Che si sia in ritardo è un dato di fatto, ma questo non può essere un deterrente a rivendicare con forza diritti sacrosanti. Il neonato comitato ha indetto per domattina un incontro tecnico, cui sono stati invitati sindacati e associazioni di categoria.
Servirà per organizzare una grande manifestazione per la prossima settimana, con relativa chiusura di attività commerciali e scuole. Servirà quantomeno a far sentire la voce di una collettività che non ci sta a perdere servizi sanitari di straordinaria importanza.
Il comitato nasce al di fuori di logiche politiche, per non correre il rischio di essere una parte contro un'altra, depotenziando di fatto le sue possibilità.
Subito dopo la manifestazione, si partirà alla volta di Catanzaro, per portare di persona il messaggio al commissario Giuseppe Scopelliti e alla giunta regionale. Quindi si concerteranno iniziative con omologhi comitati, impegnati nella stessa battaglia. Insomma, qualcosa si muove.
Il primo cittadino ha già detto di non vedere di buon occhio simili iniziative, chiedendo di avere fiducia nella sua azione, perché laddove sono state erette le barricate non si sarebbe ottenuto nulla.
Stavolta le rassicurazioni del sindaco sembrano non bastare.











Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 12-11-2011.

PUBBLICATO 12/11/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4329  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3917  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4116  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4275  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3788  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto