NEWS Letto 3327  |    Stampa articolo

“Ripercorrendo il Risorgimento”.

Serena Curto
Foto © Acri In Rete
E' stata inaugurata venerdì 3 Giugno, presso il palazzo Sanseverino-Falcone, la mostra d'Arte di sei Maestri contemporanei: Franco Bitonti, Carmine Cianci, Maria Credidio, Luigia Granata, Ombretta Gazzola e Lucia Paese. Gli Artisti in mostra, attraverso linguaggi stilistici diversi, ci restituiscono uno spaccato del nostro passato nella dimensione storico-artistica attuale. Presente all'inaugurazione l'assessore alla Cultura del comune di Acri dott.ssa Anna Vigliaturo, che ha patrocinato la mostra, il Presidente della Fondazione Padula, Prof. Giuseppe Cristofaro, il Maestro Silvio Vigliaturo e numerosissimi visitatori.
La giornalista Adele Filice, redattrice della rivista "Calabria produttiva" curatrice del testo critico in catalogo, così scrive: "Ed oggi come ieri, l'Arte non viene meno al suo ruolo, nel celebrare l'anniversario, facendo rivisitare e rielaborare alla sensibilità umana ed artistica del nostro tempo, alcuni speciali documenti d'epoca: le cartoline storiche del Fondo d'Apolito, custodite presso la Biblioteca Nazionale di Cosenza, a cui gli artisti Franco Bitonti, Carmine Cianci, Maria Credidio, Ombretta Gazzola, Luigia Granata e Lucia Paese si sono ispirati per la realizzazione delle opere presentate in questo catalogo. Oltre che d'ispirazione, gli Artisti hanno, in un certo senso, compiuto una vera e propria opera di intreccio fra la rappresentazione storica e quella contemporanea del Risorgimento, offrendo una composita lettura del fenomeno in cui si amalgamano elementi concettuali e visivi del passato e del presente, di quanto è stato rappresentato, o voluto rappresentare, storicamente e di quanto, invece, è venuto fuori in seguito ad un'elaborazione derivante dalle singole sensibilità. Pertanto, le caratteristiche concettuali, espressive e stilistiche di ogni Artista hanno portato ad una personale rappresentazione dell'epopea risorgimentale. L"Introspezionismo" - di cui è cofondatore - e che distingue la più recente produzione, insieme al pervasivo desiderio di libertà espresso con gli ormai ologrammatici cavalli, fanno denunciare a Franco Bitonti una sorta di moda del patriottismo, a scapito di un sentimento reale e interiore che dovrebbe animare il vissuto quotidiano ed ogni circostanza che riguarda il Paese. Le inclinazioni alla sperimentazione e alla rappresentazione della poesia visiva e della scrittura materica, fuse con l'interesse antropologico, guidano Carmine Cianci a rappresentare gli aspetti squisitamente umani e quotidiani della "normale" collettività, protagonista autentica del fenomeno risorgimentale. L'incessante ricerca morfologica, cromatica e le continue e diverse espressioni stilistiche fanno concentrare l'attenzione di Maria Credidio sulla figura di Garibaldi e il senso profondo di libertà che promana dalle istanze ideali del Risorgimento. L'occhio fotografico, l'attenzione allo sguardo e la ricerca innovativa di materiali e linguaggi conducono Ombretta Gazzola a ricercare nella controstoria - non-scritta o appena raccontata - di umili, lazzari e popolo e soprattutto il fondamentale contributo delle donne al Risorgimento, prima fra tutte Eleonora Pimentel. L'esplosiva solarità di forme e colori e l'estrema varietà delle materie fanno scegliere a Luigia Granata di accostare le figure simboliche del Risorgimento (Cavour, Garibaldi e Mazzini) ai significati del tricolore. L'armoniosa alchimia fra novità e tradizione e la predilezione di forme e sostanze espressivo-figurative indirizzano Lucia Paese ad affrontare il tema della memoria, in cui i fili e le trame dei sacchi usati nei suoi dipinti diventano quelli della storia che s'intreccia all'attualità. Presente e passato che si ritrovano contigui e sovrapposti, grazie all'Arte. Storia e contemporaneità che prendono forma di poesia, grazie alla materia e al colore".































PUBBLICATO 05/06/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 3577  
Il comune ha deciso. Saranno quattro gli istituti comprensivi, sparisce il secondo circolo
L'amministrazione comunale ha deciso. Saranno quattro gli istituti comprensivi, uno in più dello scorso anno. Il piano di riordino, imposto da Provincia e Regione, ha dato questi frutti dopo un'atte ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2861  
Gli ortofrutticoli contro l’abusivismo chiedono più tutela per i propri diritti
Tornano sul piede di guerra gli ortofrutticoli acresi che, nella loro battaglia contro l'abusivismo, chiedono una maggiore tutela dei propri diritti a loro dire, invece, calpestati dai numerosi vend ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3486  
Un Acri che non vedevo da tempo
Questo articolo è un ringraziamento alla Fondazione Padula e nello specifico al Professore Cristofaro, che ancora una volta grazie alla sua grande sensibilità,ha dato ad Acri nei giorni 3-4-5 Novemb ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 2968  
Bar dello Sport giovedì in diretta dal Bar Silano
Giovedì 17 novembre il "Bar dello Sport", la nuova trasmissione sportiva itinerante ideata e condotta da Franco Bifano organizzata da acrinrete.info, Radio AKR e Flip Flop Service, sarà ospite del B ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 2918  
L’UDC consiliare plaude alla nomina di De Vincenti
La nomina, da parte del sindaco Trematerra, di Raffaele De Vincenti, assessore alla sanità, servizi sociali e volontariato, al posto del dimissionario Simone, viene salutata con soddisfazione dal gr ...
Leggi tutto