NEWS Letto 3585  |    Stampa articolo

Premio Padula ecco i vincitori

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Le nostre anticipazioni, riguardo premiati e ospiti, sono confermate dal presidente della fondazione Padula, Peppe Cristofaro, che ieri ha reso noto il programma completo della quinta edizione del Premio letterario Padula intitolato al prete e scrittore acrese, Vincenzo Padula.
"L'obiettivo del Premio - dice Cristofaro - è da sempre una opportunità e una occasione per convocare i giovani a momenti di incontro e riflessione. il premio si disloca lungo un intero anno e coinvolge il mondo della scuola, centinaia di studenti, docenti, che incontrano le opere degli autori, scelgono e diventano così protagonisti dell'evento conclusivo. quest'anno, il contesto del 150° dell'unità d'Italia, ci ha offerto l'occasione per la ristampa de "Il Bruzio" di Padula, uno dei più significativi documenti sullo stato delle persone in Calabria. i tre giorni, quindi, costituiscono un luogo e un tempo di incontri, riflessioni e confronti.
La premiazione finale
- conclude Cristofaro - per il profilo nazionale e internazionale degli ospiti, costituisce il coronamento del lavoro di un'intero anno e di una moltitudine di soggetti coinvolti. aver messo al centro delle riflessioni di questi giorni l'indignazione e il grido di futuro che viene dai giovani è per tutti motivo di un rinnovato e rigenerato impegno civile e democratico." Il programma prevede; giovedì 3 dalle 9 "cinema, letteratura e società", il cinema di Nanni Moretti, coordinano Giovanna Taviani e Giuseppe Scaramuzzo, dalle 17.30, l'associazione Fidapa presenta "echi di storie non raccontate, donne nel risorgimento" con Emilia Bernardini e Simona De Luna.
Venerdi 4 dalle 10 i giovani incontrano Roberto Vecchioni, dalle 17.30, presentazione de "Il Bruzio" di Padula. Sabato 5 dalle 11,30 gli studenti incontrano Nanni Moretti, alle 17,30 il dibattito su "I giovani, quale futuro" con Maria Pia Ammirati, Luciana Castellina e Ferruccio De Bortoli. Conduce Monica Maggioni, del Tg1.
A seguire il Premio; per la narrativa, Maria Pia Ammirati, con "Se tu fossi qui", per la saggistica, Luciana Castellina, con "La scoperta del mondo", per il giornalismo, Ferruccio de Bortoli, direttore Corsera, per "Narratori del nostro tempo", Roberto Vecchioni, per la sezione internazionale "Vincenzo Talarico", Nanni Moretti. Le opere consegnate ai premiati sono del maestro Silvio Vigliaturo e sono offerte dal Maca. Previste anche mostre e intermezzi musicali.

PUBBLICATO 21/10/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3393  
La numerazione dei Fuochi di Bisignano del 1732
Lo studio e la pubblicazione della numerazione dei fuochi della Città di Bisignano, iniziata il 10 maggio 1732 da Giovanni Notarianni, erario della Principal Camera, unitamente alle documentate noti ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3183  
L’Associazione di Volontariato A.S.P.A. in difesa dell’Ospedale di Acri
La nascita del Comitato “Cittadini Liberi”contro il ridimensionamento dell’Ospedale Civile di Acri, per iniziativa di un gruppo di giovani che sta al di fuori di logiche politiche, per non correre i ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3312  
Scaramuzzo: «Occhio alla Valle Grecanica»
E' un Acri che prosegue nella sua preparazione, quello che domenica scorsa è riuscita a strappare, in doppia inferiorità numerica, il pareggio col Noto. Il punto preso contro un ottimo avversario ch ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3791  
Anziana picchiata per rapina, morta 12 giorni dopo
Una donna di 83 anni, Maria Cofone, che il 12 novembre scorso era stata malmenata nella sua abitazione per un tentativo di rapina, e' morta oggi ad Acri. La Procura ha disposto l'autopsia per stabil ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3607  
Assise aperta per l’ospedale
Decisa dopo le proteste del Pd. A fine settimana la seduta straordinaria. Numerose le iniziative intraprese per la salvaguardia del nosocomio “Beato Angelo”.
Leggi tutto