OPINIONE Letto 5432  |    Stampa articolo

Il ricordo di un allievo del suo Maestro

Foto © Acri In Rete
Lello De Vincenti
Stamane (26 dicembre 2015)  ho ricevuto una di quelle telefonate che non vorresti mai ricevere: la signora Sammarro mi informava da Bologna della morte  avvenuta qualche ora prima del marito  Lorenzo, mio fraterno amico e maestro.
Conoscevo da sempre il Dottor Sammarro ma ho iniziato a frequentarlo assiduamente dal 1979, quando, giovane medico appena rientrato da Napoli, mi ritrovai a lavorare con lui nella Divisione di Medicina Generale dell’Ospedale di Acri.
Subito fui conquistato dalla sua profonda umanità e dalla notevole preparazione professionale che avevo modo di constatare giornalmente stando al suo fianco. Capii che da lui avrei avuto molto da imparare come uomo e come medico e da allora mi “appiccicai” letteralmente al dottor Sammarro che fu sempre generoso in insegnamenti e consigli tanto che per me era diventato un fratello maggiore al quale chiedere non solo pareri medici ma  anche consigli di tipo personale.
In tanti anni ho avuto modo di apprezzare la sua generosità, la sua disponibilità all’ascolto dato ai pazienti, specie a quelli più bisognosi,il suo profondo senso cristiano della vita che lo portava a considerare il nostro lavoro  “una missione” , praticata sul campo e non enunciata a parole.
Negli ultimi anni la sua malattia , di cui parlava poco, a volte scherzandoci su, a volte considerandola una compagna di viaggio accettata cristianamente, senza mai disperarsi e sempre con la grande e viva vena di ironia che lo rendevano unico nel panorama dei miei amici.
Ho voluto scrivere questa personale testimonianza su una persona che come uomo e come medico è stato esempio per me e molti amici di serietà e coerenza e farlo conoscere a chi non ha avuto la fortuna di frequentarlo.
P.S:  la salma  giungerà ad Acri  MARTEDI 29 dicembre 2015 ; la camera ardente sarà allestita nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Falcone-Sanseverino  e aperta dalle ore 9,00 alle ore 15,00 quando  avranno inizio i funerali presso la Basilica del Beato Angelo.

PUBBLICATO 27/12/2015





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 5306  
La voce del silenzio
Sono d’accordo con chi pensa che la questione ospedale sia diventata ormai  una  sorta di scommessa. Capirne le dinamiche è complicato. Le cose vanno come in questi giorni va il traffico nelle g ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 6188  
Scomparso Lorenzo Sammarro. Il ricordo del sindaco Tenuta
Dopo una lunga malattia, è scomparso, a Bologna, Lorenzo Sammarro, medico cardiologo ma anche sindaco della città sul finire degli anni ’80 ed esponente di spicco dell’allora Democrazia Cristiana. I f ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5642  
Acri, un'"Aministrazione" a prova di palo in fronte
“Il prossimo dovrà essere l’anno della svolta, per il Comune e per la città intera“, così il sindaco di Acri, Nicola Tenuta, ai suoi cittadini in occasione delle feste natalizie. Ed i risultati si son ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4372  
Il bruzio di Padula in ciascuno di noi. Il prossimo 3 gennaio proiezione
“La penna di Bruzio”, il film documentario su Vincenzo Padula, sarà proiettato il prossimo 3 gennaio alle ore 20.30 nel Palazzo Sanseverino – Falcone.  Ne danno notizia le associazioni “Stato delle pe ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5087  
Calabria che fu
Dopo aver letto l'articolo di Francesco Spina sul vergognoso e quartomondista disservizio del compromesso ospedale acrese non posso ribadire quanta vergogna ho (ancora una volta) per essermi ritrovato ...
Leggi tutto