NEWS Letto 6181  |    Stampa articolo

Scomparso Lorenzo Sammarro. Il ricordo del sindaco Tenuta

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Dopo una lunga malattia, è scomparso, a Bologna, Lorenzo Sammarro, medico cardiologo ma anche sindaco della città sul finire degli anni ’80 ed esponente di spicco dell’allora Democrazia Cristiana. I funerali si sono svolti in una basilica del Beato Angelo piena in ordine di posti. L’omelia è stata officiata da Padre Pietro Amendola e da Don Gianpiero Fiore. Amici, colleghi di lavoro, semplici cittadini ma anche avversari politici, hanno voluto rendere omaggio ad una persona per bene, stimata ed apprezzata, sia nel suo lavoro che in politica. Aveva 75 anni, sposato con figli, lo ha ricordato anche l’attuale sindaco Nicola Tenuta al termine del rito funebre.
Con profonda commozione, ha detto nel suo breve intervento, la città di Acri rende omaggio ad un uomo giusto, onesto, un vero gentiluomo, colto e dalle grandi doti umani e professionali, stimato ed apprezzato medico prima in servizio al locale ospedale poi come libero professionista cardiologo. Un uomo democratico, intelligente, disponibile, limpido.
Un amico di molti, che con silenzio e coraggio ha combattuto la sua malattia fino all’ultimo. A nome dell’intera città e della giunta comunale, esprimo il più vivo cordoglio per una persona che ha contribuito, seppure per un breve periodo, alla crescita di questo paese sul finire degli anni ’80 nel ruolo di sindaco ma anche come esponente della democrazia cristiana.
Marito e padre esemplare, politico attento, con la schiena dritta, disponibile al dialogo ma pronto alle battaglie a difesa della comunità e dei più deboli. Mai una parola fuori posto, un’alzata di voce e rispetto per gli avversari, un politico che, di certo, alla società di oggi farebbe molto comodo.
Tutti conservano di Lorenzo Sammarro, tanti ricordi personali, tutti lo ricordano come persona generosa e leale, con lui scompare una delle più forti e significative personalità della nostra città, un professionista serio, un uomo dai sani principi, coerente, innamorato dell'uguaglianza e della democrazia, pronto a spendersi per diritti e conquiste sociali. Nella sua lunga attività, svolta onorando la professione medica, come durante la sua esperienza da primo cittadino, non ha lesinato risorse fisiche ed intellettuali, riuscendo a trovare sempre nuove energie e stimoli, difficili battaglie da affrontare, ambiziosi obiettivi da raggiungere. In questa città, nella quale l’amico Renzo ha lasciato un’impronta, non sbiadirà il ricordo del suo operato che rimarrà nella  memoria di chi lo ha conosciuto anche solo stringendogli la mano.
Grazie Renzo per quanto hai fatto per i tuoi familiari, per la comunità e per la tua, la nostra città che dovrà esserti riconoscente per sempre
.”

PUBBLICATO 31/12/2015





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 5298  
La voce del silenzio
Sono d’accordo con chi pensa che la questione ospedale sia diventata ormai  una  sorta di scommessa. Capirne le dinamiche è complicato. Le cose vanno come in questi giorni va il traffico nelle g ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 6181  
Scomparso Lorenzo Sammarro. Il ricordo del sindaco Tenuta
Dopo una lunga malattia, è scomparso, a Bologna, Lorenzo Sammarro, medico cardiologo ma anche sindaco della città sul finire degli anni ’80 ed esponente di spicco dell’allora Democrazia Cristiana. I f ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5634  
Acri, un'"Aministrazione" a prova di palo in fronte
“Il prossimo dovrà essere l’anno della svolta, per il Comune e per la città intera“, così il sindaco di Acri, Nicola Tenuta, ai suoi cittadini in occasione delle feste natalizie. Ed i risultati si son ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4365  
Il bruzio di Padula in ciascuno di noi. Il prossimo 3 gennaio proiezione
“La penna di Bruzio”, il film documentario su Vincenzo Padula, sarà proiettato il prossimo 3 gennaio alle ore 20.30 nel Palazzo Sanseverino – Falcone.  Ne danno notizia le associazioni “Stato delle pe ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5079  
Calabria che fu
Dopo aver letto l'articolo di Francesco Spina sul vergognoso e quartomondista disservizio del compromesso ospedale acrese non posso ribadire quanta vergogna ho (ancora una volta) per essermi ritrovato ...
Leggi tutto