COMUNICATO STAMPA Letto 1661  |    Stampa articolo

Che ne sarà dell’Unione

Foto © Acri In Rete
Redazione
Dal sindaco di Santa Sofia d’Epiro, Daniele Sisca, riceviamo e pubblichiamo. Si è svolto lo scorso 23 ottobre nella Sala Consiliare del Comune di S. Sofia d’Epiro un importante e significativo evento organizzato dal Lions Club “Arberia” guidato dal Presidente Antonio Mondera ed avente ad oggetto la presentazione del libro di Nicola Bavasso “Le minoranze tagliate della Calabria: gli Arbëreshë”.
All’evento hanno preso parte anche il Presidente della IX Circoscrizione Lions Club Ing. Francesco Calà, il Pesidente della Fondazione Solano e Docente Unical Prof. Francesco Altimari, l’On. Mario Brunetti e i Sindaci di San Demetrio Corone e San Cosmo Albanese.
Un lungo e interessante momento di confronto sulle problematiche che minacciano l’essenza e la stabilità della nostra cultura identitaria e sulle possibili soluzioni da attuare per rendere concreta la tutela prevista dalla normativa vigente. D’altronde il libro di Bavasso mira ad esporre proprio i tentativi “falliti” della normativa emanata per la tutela della minoranza arbëreshë con particolare riferimento alla legge più importante, la n. 482 del 1999, la quale a distanza di più di vent’anni dalla sua emanazione non ha sortito gli effetti sperati. Diversi sono stati gli interveti qualificati degli ospiti presenti in sala.
Tra questi, ha assunto notevole rilevanza quello del Commissario liquidatore dell’Unione “Arberia”, ente attualmente in liquidazione la cui gestione è stata affidata qualche anno fa all’Avv. Francesco Tocci (nella foto).
L’Unione “Arberia”, nata circa 20 anni fa ricomprende i Comuni di origine arbëreshë della pre-Sila Greca ed è in liquidazione da circa 3 anni.
Nel suo intervento, per certi versi provocatorio e pungente, l’Avv. Tocci ha lanciato una sfida ai sindaci e alle altre personalità presenti, quella di riunirsi in una sede di confronto tecnico-politica per tracciare insieme il percorso e il futuro delle nostre comunità.
Ascoltiamo spesso proposte di questo genere ma in realtà difficilmente riusciamo concretamente a riunirci e a discutere in un tavolo di confronto. Mi sento in dovere di porgere a quest’ultimo le seguenti domande.
Al termine del procedimento di liquidazione sussistono i presupposti per far continuare a vivere l’Unione “Arberia” e proseguire quel percorso intrapreso circa 20 anni fa? Se si con quali modalità e con quali criteri?
Diverse sono state le iniziative portate a termine dall’Unione “Arberia” tra cui l’adozione del Piano Strutturale Associato nel 2011, l’utilizzo di diversi finanziamenti governativi e regionali ma soprattutto i tanti progetti culturali quali lo sportello linguistico, la rivista “Lidhia Arbëria” (periodico bilingue di informazione) e le diverse manifestazioni culturali promosse o patrocinate dall’Unione e svoltesi nel corso degli anni in cui l’Unione medesima era in vita.

PUBBLICATO 04/11/2021





Altri Comunicati

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 797  
Metto il punto
“Cetto La Quanlunque” è chi risulta privo di qualsiasi conoscenza amministrativa, chi di incoerenza politica ne ha fatto il suo tratto distintivo. Nessun suggerimento, nessuna proposta, ovvero il ni ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1610  
Contraddizioni
Quante notizie si leggono sui mezzi di comunicazione. Un consigliere comunale di Forza Italia invita una ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 826  
Dimensionamento scolastico. Continuano le iniziative dello Julia e del Falcone. Domani nuovo incontro
È un momento critico per la città di Acri e le sue scuole. Come molti, sapranno, la delibera n. 719 della Giunta Regionale ha imposto la formazione di un polo unico comprendente al suo i ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 839  
Abbiamo perso tutti
Nella giornata di ieri si è svolta la manifestazione degli studenti di alcuni Istituti scolastici di Acri per protestare contro il piano di dimensionamento scolastico che vede accorpate
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 464  
Dimensionamento scolastico. Fortemente penalizzante per il territorio
Le perplessità manifestaste appena un paio di mesi fà sulla gestione del dimensionamento scolastico da parte dell’amministrazione Capalbo purtroppo si sono avverate. A suo tempo il ns. rappresentan ...
Leggi tutto