NEWS Letto 2889  |    Stampa articolo

Tentato furto in un bar. Due condanne

Foto © Acri In Rete
Redazione
Ha destato particolare scalpore la notizia del tentato furto subito dal titolare di un noto bar perché già vittima in passato di una rapina e per le modalità con cui è stato tentato l’atto predatorio.
Era l’una di notte del 10 aprile 2013 ed L. L. ,cinquantenne del posto, dopo aver notato il comportamento sospetto di due avventori del proprio locale, decideva, alla chiusura, di nascondersi in lontananza per vigilare sulla propria attività commerciale.
I sospetti del titolare del bar risultavano fondati; infatti questi notava la presenza di due persone che, con attrezzi da scasso, si avvicinavano al retro del suo esercizio commerciale con l’intento inequivocabile di forzarne la porta, al fine di asportare i beni presenti all’interno.
Il proprietario riconosceva le due persone e chiamava i Carabinieri, mentre i due si davano alla fuga.
Grazie ad una precisa attività investigativa dei militari dell’Arma, resa difficile dalla negazione di ogni addebito da parte dei due e dalla mancanza di testimoni estranei alla vicenda, si è instaurato un processo a carico di M. A., 30 anni, e G.C., 40 anni, entrambi residenti ad Acri, il cui primo grado si è concluso con sentenza di condanna, emessa dal Tribunale di Cosenza, in composizione Monocratica, alla pena detentiva di mesi due di reclusione, oltre al risarcimento spese e danni in favore del sig. L. L., difeso dagli avvocati Pierluigi Pugliese e Mario Alberelli del Foro di Cosenza.

PUBBLICATO 11/01/2020





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 109  
Ambiente. Rifiuti ed inquinamento delle falde acquifere
In questi ultimi giorni, non sono poche le foto che immortalano rifiuti di ogni genere sparsi.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 887  
Varrise: la verità dei fatti!!!
In merito alla situazione rifiuti su Parco Varrise preme, l’obbligo di precisare ancora una volta, che l’amministrazione opera ed interviene sistematicamente sia con la pulizia Ordinaria, sia con cont ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 591  
S-cambiare gli occhi per la coda
…Una volta una talpa si lamentò con Dio, perché l’aveva creata senza coda, ella disse: “come sono sfortunata, con un corpo così grazioso, un musino così carino, una pelle così vellutata, delle zampe t ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 257  
Se non ora quando: Acri, il Sud tra scomparsa e possibile rinascita
“Cerco un centro di gravità permanente…” cantava Battiato, in una dei suoi brani di maggiore successo, ancora oggi attualissimo, sia per l’efficacia musicale che per l’attualità del testo. ...
Leggi tutto

FOCUS  |  LETTO 719  
Focus. Acroneo, il vino come si produceva nell'epoca romana
Abbiamo incontrato Gabriele Bafaro che, dopo la laurea, ha deciso di ritornare nella sua Serricella per realizzare, non senza difficoltà, un progetto ambizioso ed unico in Calabria che racchiude arche ...
Leggi tutto