COMUNICATO STAMPA Letto 1574  |    Stampa articolo

Il gioco delle parti non aiuta a crescere

Foto © Acri In Rete
Movimento Acri Democratica
condividi su Facebook
Quando nel 2017 abbiamo iniziato questa avventura, eravamo consapevoli dello stato in cui versava il nostro Paese, seppur noti a tutti erano i nomi dei veri responsabili, a nulla serviva attaccarli, lapidarli o altro ancora.
Serviva inoltre la consapevolezza di tutti, vincitori e vinti, a campagna elettorale terminata, che solo una collaborazione, nel rispetto dei ruoli da ciascuno ricoperto, poteva aiutare il paese ad uscire dal guado.
Appello più volte fatto, ma mai recepito. All’opposto, ogni qualvolta ci sono delle difficoltà, anche se da attribuire a gestioni ed imposizioni sovracomunali, i consiglieri di opposizione vecchi e nuovi, non perdono occasione, attraverso articoli poco veritieri, di raccontare un paese in degrado, erigendosi a veri conoscitori dell’arte della politica e contestatori di tutto.
Molti di loro hanno dimenticato in un solo istante di aver ricoperto ruoli nella attuale legislatura, presidenza Commissioni consiliari, ruoli in Giunte Comunali del passato e persino ruoli in seno al Consiglio Regionale.
Quali le cose fatte da costoro?
Quali le opere lasciate ai posteri? Forse tutti ce ne siamo dimenticati!
Come si può pensare di esercitare un ruolo politico ed essere incisivi nel tessuto socio culturale del nostra Cittadina, con tutte le continue difficoltà giornaliere a cui far fronte, se le democratiche discussioni in maggioranza, sono interpretate come crisi.
Come è pensabile, che le richieste legittime avanzate dai consiglieri comunali di maggioranza, in una sana, democratica e propositiva riunione, vengano trasposte verso l’esterno come “Crisi di maggioranza”? I consiglieri hanno il compito di vigilare e stimolare l’azione amministrativa, attraverso l’operato dei singoli assessorati.
Il nostro ruolo è quello di vigilare sulla realizzazione del programma presentato alla città, e tale ruolo viene e sarà esercitato nelle dovute sedi istituzionali.
Il tempo passa e non si torna indietro, le cose da fare sono ancora tante, ma quelle fatte non sono poco. Per memoria di tutti: Bilancio riequilibrato approvato dal Ministero dell’Interno; messa in sicurezza delle scuole, in corso di realizzazione; Stabilizzazione dei precari storici LSU-Lpu; Completamento lavori Palazzo Sprovieri; Messa in funzionamento dell’Ascensore zona Calamo; Recupero Finanziamento rete Fognaria, entro fine anno inizieranno i lavori; Palazzetto dello sport, ripresa dei lavori di completamento.
Il gruppo consiliare Movimento Acri Democratica ribadisce che l’unico obiettivo è quello di lavorare nel solo interesse della collettività e di completare il programma al fine di lasciare un paese migliore a chi verrà dopo di noi.
Continuiamo a sperare in quei tanti concittadini, bravi, onesti e laboriosi che con il loro operare quotidiano danno lustro alla nostra comunità’, a loro ci rivolgiamo chiedendo comprensione nei ritardi di alcune problematiche, anche se dipendenti a Enti Sovracomunali.
Una di tali problematiche è la rete viaria, che verrà sistemata con mutuo stipulato e pagato con fondi comunali, e non con fondi regionali, mentre per diverso tempo la Regione Calabria ci aveva rassicurato sulla emissione del decreto di finanziamento.
Alla naturale scadenza della legislatura ai nostri concittadini spetterà il giudizio sul nostro operato.

PUBBLICATO 01/03/2020 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 372  
Il punto sulla Promozione. Male l’Acri
Una prima giornata ricca di reti, ben 18. Iniziano bene Promosport, San Fili e Trebisacce, male l’Acri... ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 3191  
Capalbo a Rlb; “mi ricandido”
“Mi ricandido.” C’è un primo candidato ufficiale a sindaco alle comunali del 2022.... ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 363  
Sereno anno scolastico
Domani, lunedì, anche gli studenti (circa 2000), i docenti, il personale Ata ed i collaboratori scolastici delle scuole acresi.... ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 521  
Distaccamento dei Vigili del fuoco. Trattativa aperta
L’incendio di ampie proporzioni, di certo di natura dolosa, divampato nella serata di giovedì scorso in località Serra di Buda, riporta in primo piano la necessità della presenza sul territorio di una ...
Leggi tutto

Favole  |  LETTO 196  
Il bosco dei sogni
Varcavo da giorni i confini dei sogni. Nelle similitudini dei giorni continui, camminavo sorretta dalle nubi del pensiero. Ero pronta a solcare un nuovo viaggio, costruito spontaneamente per aggirare ...
Leggi tutto