OPINIONE Letto 669  |    Stampa articolo

Equilibrio tra medico e paziente

Foto © Acri In Rete
Simona Cozzetto
condividi su Facebook
Precisiamo che il periodo nel quale versiamo non aiuta minimamente a ripristinare gli animi, ma dovrebbe essere un buon motivo per rivalutare e riequilibrare alcune battaglie interne che devastano alcuni reparti dell' Annunziata di Cosenza.
Come testimone intrinseco di alcuni episodi osservati anche da lontano e in passato anche da vicino, volevo sottolineare oggi una forma di sostegno e tutela a tutti coloro che si recano presso ogni struttura medica e in questo caso, all'ospedale dell'Annunziata di Cosenza, per far emergere alcune incongruenze che provocano dissapori tra gli operatori e gli ammalati.
In primis, si vuole sostenere l'impegno dei medici e di ogni operatore sanitario e infermieristico che lotta tutti i giorni per far fluire una "Sana Donazione del Sangue" e una corrispondenza con tutti coloro che dovranno ricevere sangue, nonche' il "MALATO TALASSEMICO" e non solo.
Naturalmente ogni forma di donazione del sangue riguarda ogni tipo di malato che dovra' ricevere, cronico o meno, ma a volte, forse, tutto questo non basta. La Struttura Sanitaria puo' ospitare ogni singolo ammalato e far fluire la dovuta terapia e spesso tutto questo diventa problematico, un po' per il reparto che ospita un po' per le diatribe che sorgono a monte.
Ma non bisogna dimenticare che alla base c'e' la cura di ogni individuo talassemico o meno, e l'operato minuzioso e fondamentale per far scorrere tutto questo e' fondamentale per la serenita' di tutti coloro che dovranno recarsi per ogni qual forma di bisogno medico. Vuole essere anche questo articolo una forma di sostegno a tutti quei medici, infermieri, operatori sanitari, che ogni giorno lottano per essere da collante tra il loro operato e il bene del paziente.
Bisogna essere fiduciosi e riporsi nelle mani di chi gestira' ogni forma di miglioramento e cambiamento per una sana gestione a sostegno non solo del Malato Talassemico, ma di tutti coloro che ogni mattina si recano nel reparto per svariati problemi ematologici. Da sostenitrice all'argomento, ritengo opportuno essere da spalla a chi si impegna ogni giorno non solo ad essere un ottimo medico ma ad organizzare una precisa donazione e la cura del malato.
Un equilibrio importante per far fronte a decidere e gestire la sorte del singolo ammalato.

PUBBLICATO 04/06/2020 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 198  
La simbologia del cavallo e la cavalcata fantastica
Presso le antiche civiltà, ogni essere vivente era considerato sacro e messo in relazione con il divino, in particolare gli animali erano oggetto di culto e si sviluppò la zoolatria a partire dal 3000 ...
Leggi tutto

Comunicato stampa  |  LETTO 271  
Proroga dei Durc, schiaffo al lavoro onesto. Appello ai parlamentari Calabresi
Quanto accaduto in Commissione Bilancio alla Camera, con la cancellazione dell’articolo del Decreto Rilancio... ...
Leggi tutto

Comunicato stampa  |  LETTO 773  
La sanità necessaria!
L’emergenza Coronavirus non è affatto finita, e l’urgenza di strutture sanitarie adeguate è impellente!.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 657  
Dopo circa sette anni il Partito Socialista di Acri ritorna in Assise
Dopo circa sette anni il Partito Socialista di Acri ritorna in Assise. Siamo ritornati protagonisti di un agone politico pieno di aspettative legittime, da parte dei cittadini, ma intriso di chiaro-sc ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1335  
Piazza P48, duro scontro tra Amministrazione Comunale e HortusAcri. In esclusiva lo scambio delle Mail
Lo scontro è, oramai, duro e senza esclusioni di colpi. Da una parte l’Amministrazione Comunale.... ...
Leggi tutto