POLITICA Letto 1833  |    Stampa articolo

Politica, l’opposizione incalza e boccia su tutti i fronti l'amministrazione Capalbo

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook
Bocciatura per il sindaco Capalbo.
Sia dal punto di vista politico che amministrativo.
Arriva dai consiglieri di opposizione nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta sulla nostra pagina e seguita da circa seimila utenti (13mila in tutto gli utenti raggiunti).
Per l’occasione erano presenti tutti; Maurizio Feraudo, Emilio Turano, Anna Vigliaturo, Pino Intrieri, Luigi Caiaro, Marco Abbruzzese e Salvatore Palumbo.
Dal punto di vista politico, i sette consiglieri non fanno sconti; il sindaco Capalbo ha stravolto la volontà degli elettori, ha espulso due consiglieri eletti in una lista a suo sostegno, ha nominato vice sindaco un candidato a lui contrapposto, ha rivisitato la giunta con manovre ambigue.
Il sindaco non pensa a governare la città ma ad allestire le liste per le elezioni del 2022.
La città è in mano a qualche famiglia e siamo in presenza di un familismo amorale, tuttavia la città ha già bocciato questa amministrazione, se, invece, la maggioranza è convinta di fare bene allora che si sottoponga al giudizio degli elettori.
Ed ancora; nessuno crede alle dimissioni dei vari assessori che, invece, sono stati indotti ad andar via, e la nomina di Bonacci prima ad assessore e poi a vice sindaco, appare una vera e propria vergogna così come sarebbe interessante sapere cosa voleva dire l’assessore Iaquinta quando scrive di gestione strana della res pubblica oppure a cosa si riferisce l’assessore Bonacci quando dice che questa amministrazione sta moralizzando la città ed il comune.
Non è escluso che presenteremo una mozione di sfiducia al sindaco in consiglio comunale pur sapendo di non avere i numeri necessari.
Quindi la bocciatura amministrativa; dopo tre anni esatti di governo, questa amministrazione ha fatto solo annunci e proclami.
Non un euro di finanziamento e tanti problemi irrisolti come quello idrico, la sanità, l’ufficio legale, la fondazione Padula, il Museo Maca e la viabilità, questioni importanti che non hanno trovato soluzioni dopo ben tre anni.
Insomma, il degrado politico ed amministrativo è sotto gli occhi di tutti solo l’amministrazione comunale non se ne rende conto.


PUBBLICATO 05/07/2020 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 105  
Parco Nazionale della Sila. Nasce il Progetto Bollalaplastica
BollaLaPlastica è rivolta a fornitori di servizi ricreativi, sportivi e per il tempo libero, aziende di carattere ricettivo e agroalimentare, imprenditori artigiani, aziende agricole ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1660  
Un acrese impegnato nel Cammino di Santiago di Compostela
Alfredo Capalbo, acrese, è impegnato a percorrere il cosiddetto Cammino di Santiago. Lo abbiamo raggiunto attraverso whatsapp e ci ha detto che è giunto alla terza tappa di un viaggio che definisce “ ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 437  
Meteo domani. Allerta arancione anche su Acri. Attivato il Coc
Poche ore fa la Prociv ha diffuso il bollettino emesso dal Centro Multi Rischi dell’Arpacal.... ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 758  
Là Mucone. Campa cavallo che l’erba cresce
Il Comitato Là Mucone Rinasce, a ridosso di Ferragosto fa il punto sulle promesse disattese dell’Amministrazione comunale. "In un incontro tenutosi a fine giugno, il sindaco Capalbo si era espresso su ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 795  
Scuola. Ecco la bozza del nuovo calendario scolastico
L'assessorato regionale all'istruzione ha inviato una proposta di calendario scolastico ai sindacati... ...
Leggi tutto