OPINIONE Letto 1140  |    Stampa articolo

Frazioni Chimento. Manutenzione strade inesistente

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook
Dopo la denuncia dei cittadini di Serraudo (clicca qui, ndr), relativa alle pessime condizione in cui versano le strade di collegamento, è pervenuta presso la nostra redazione un'altra segnalazione.
Questa volta a segnalare lo stato di abbandono delle strade sono i residente della frazione Chimento.
Riportiamo integralmente la segnalazione inviataci.
"Salve, scriviamo a nome dei cittadini della frazione Chimento e ci uniamo alla protesta a mazzo stampa, fatta dai residenti di Guglielmo-Serraudo circa lo stato di abbandono delle strade in Crista d’Acri.
In particolare vogliamo porre l'attenzione sulla tratta che da Aria delle Donne, incrocio di Pertina, arriva all'innesto con la Sp186.
Sono anni che
- continuano i cittadini - anche questa strada non è oggetto di alcuna manutenzione, è piena di buche, le cunette sono otturate da foglie e vegetazione, e la fontana delle Fate è in stato di abbandono.
Questa strada è la tratta più breve che permette di raggiungere il centro urbano ai residenti delle frazioni Chimento e Farnarossa, e delle periferie limitrofe di San Giorgio Albanese (Palombara e Cuccino, Puscino).
In tanti la percorrono tutti i giorni con grandi difficoltà per motivi di studio, lavoro e stato di necessità.
Inoltre facciamo presente che non c'è nessuna manutenzione nemmeno per le strade interpoderali dei piccoli agglomerati di Chimento.
Anche queste strade versano in stato di totale abbandono tra erbacce e voragini, rappresentando un pessimo biglietto da visita per i turisti che soprattutto nei periodi estivi raggiungono le strutture ricettive locate nella frazione.
Le diverse richieste di intervento
- continuano ancora i cittadini - presentate in forma scritta e verbale, hanno portato solo qualche rattoppo con un secchio di cemento e null'altro.
Più volte ci si è organizzati in forma autonoma e collaborativa al ripristino di buche e allo sfalcio di erbacce sostituendoci alla comune.
Ora però chiediamo all'amministrazione comunale di fare il proprio dovere, di intervenire con soluzioni a lungo termine per garantirci una sicura ed efficiente viabilità.
Vogliano continuare a raggiungere il centro urbano respirando l’area fresca della Crista e ammirando i magnifici panorami sulla Piana di Sibari.
Grazie!
"








PUBBLICATO 06/06/2021 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

CURIOSITA'  |  LETTO 21  
La storia di Giulia Intrieri e del suo negozio Nati Bio
Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Giulia Intrieri e di come, a causa di problemi di salute, abbia deciso di rivoluzionare.... ...
Leggi tutto

AMBIENTE E TERRITORIO  |  LETTO 34  
Quando arrivano ad Acri le strade dello sviluppo?
Dopo più di 50-60 anni, l’isolamento di Acri si rivela meno “splendido” e sempre meno conveniente di quanto i commercianti locali potevano credere..... ...
Leggi tutto

PILLOLA VERDE  |  LETTO 620  
Sila Greca: tra storia e natura, bellezza e criticità
Oggi vi portiamo nel cuore della Sila, ad est, nella Sila Greca, porzione di territorio ricca di storia e di fascino ambientale e naturalistico. ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 460  
Come si ridicolizza una campagna vaccinale
Venerdì sera. Stadio Olimpico di Roma. Un modellino radiocomandato, recante i loghi di una nota casa automobilistica teutonica e della massima manifestazione calcistica europea per nazionali rinviata ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 393  
Sabato 26 giugno sarà inaugurata la nuova sede
Sabato 26 giugno 2021, alle ore 18:00, ad Acri (CS), in Via Cesare Battisti n. 45, sarà inaugurata la sede di “Fratelli D’Italia- Circolo Territoriale di Acri”. ...
Leggi tutto