OPINIONE Letto 475  |    Stampa articolo

Letizia, ragazza che vale

Foto © Acri In Rete
Padre Leonardo Petrone
condividi su Facebook


Letizia è una bella e brava ragazza, ha messo in ordine la casa, ha governato le stoviglie, accomodato il letto, annaffiato i gerani, sul tavolino della veranda ha poggiato la tazzina di caffè, accende la sigaretta e si siede sul comodo sgabello. Un giovanotto ha tutto osservato e interessato si avvicina. Che tipo di marito stai sognando? Interessato saperlo? Interessato! In primo luogo mi considero ragazza moderna che sa vivere il presente. Sogno un uomo che le mie mani non possono stampare. So assolvere i miei compiti e compio sempre il mio dovere. Tu, cosa porteresti nella mia vita? Il denaro necessario. Non mi riferisco al denaro, a ben altro. Spiegati meglio. Voglio un uomo che sappia migliorare la vita. Un uomo che curi la sua mente per un dialogo stimolante, un uomo che mi ammiri e mi ami come sono. Un uomo che sia vicino a Dio e io possa vivere vicino al mio uomo e al mio Dio. Un uomo che abbia cura di se e di me. Dio ha creato la donna come aiuto dell’uomo, ma io non mi piego ad aiutare chi non si sa aiutare. Per me aiutare significa sviluppare insieme belle idee e buoni sentimenti. Vedo che chiedi molto. Io valgo molto! E… apri il grande libro Talmud e leggi: “State molto attenti nel far piangere una donna, Dio conta le sue lacrime, la donna è uscita dal lato del cuore per essere amata”. Il mio maestro Lavater consiglia “diffidate dell’uomo che trova tutto benne, dell’uomo che trova tutto male e, ancor di più, dell’uomo indifferente a tutto”. Mi fai sentire ferito. Le battaglie e le ferite non devono spaventare: riunisci i pezzi della speranza, armali di amore, e…sempre avanti cantando. L’avvenire ti chiama e ti sollecita. Tieni presente il detto di Plutarco: “L’uomo è aquila che vola, la donna è usignolo che canta, volando si domina l’aria, cantando si domina l’anima” Sai amare? Ti rispondo con Rilke:”Spegnimi gli occhi e ti vedo ancora. Rendimi sorda e odo la tua voce. Spezzami le braccia e io ti stringo. Spezzami i piedi e corro la tua strada. Se mi fermi il cuore il suo battito passa al mio cervello. Mi basta!

PUBBLICATO 24/10/2021 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

ATTUALITA'  |  LETTO 432  
Iniziano le riprese del docufilm "Chi ha ucciso Giovanni Losardo?". Acri diventa set cinematografico.
Il primo ciak del docufilm "Chi ha ucciso Giovanni Losardo" è stato battuto. E anche il Comune di Acri e gli scenari della Sila.... ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 413  
Il Parco eolico di Serra Crista in consiglio comunale
Venerdì prossimo, 10 dicembre, il consiglio comunale sarà chiamato a discutere, il progetto riguardante il Parco eolico di Serra Crista. Dell’impianto Acri in rete ne ha dato notizia ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 108  
Mediazione
Nella psicoanalisi contemporanea (italiana e straniera) ha ormai preso piede la convinzione che per una migliore azione terapeutica occorre introdurre – nel contesto curativo ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 276  
Ragionando di gusto
Vi sono molti modi per mostrarsi al territorio cui si appartiene, fra i migliori e come da tradizione vi è certamente quello di allestire un banchetto. ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 398  
Il punto sull’Eccellenza. Ancora una sconfitta per i rossoneri. Il Locri verso la D.
Dodicesima giornata. Il Locri non conosce ostacoli e ne fa otto, solo la Morrone gli tiene testa... ...
Leggi tutto