OPINIONE Letto 1177  |    Stampa articolo

Polli allo spiedo

Foto © Acri In Rete
Franco Bifano
condividi su Facebook


A volte, mi chiedo se c’è qualcuno che si prende cura della comunicazione per conto dell’amministrazione comunale, oppure è tutto un “fai da te”. E’ naturale chiederselo, considerato che i comunicati stampa che vengono inviati ai mezzi di informazione contengono spesso, a mio parere, una buona dose della sindrome di Tafazzi. Quel tizio strampalato che si dava in continuazione delle vigorose bottigliate sui genitali.
Un esempio ne è il comunicato che ha fatto seguito alla questione sollevata riguardo alla    possibile chiusura, fino al 10 di dicembre, del Centro vaccinale ubicato a Palazzo SanseverinoFalcone.
In merito l’amministrazione ha  scritto: “Nessun servizio  è stato interrotto tant’è che la campagna vaccinale prosegue con l’ausilio dell’Esercito e, se necessario, con una nuova localizzazione che l’amministrazione comunale ha già individuato” (ah però!).
Non soddisfatta, aggiunge persino il carico da undici  “si tratta nella maggior parte di terze dosi ragion per cui non rivestono carattere di d’urgenza…” Come no!
Se le prime risultano essere affermazioni disinvolte, le seconde sono addirittura temerarie.
Per capirci: come si può parlare di non urgenza   proprio mentre i contagi sono in aumento e il reparto Covid dell’Annunziata di Cosenza è al limite della capienza e  i reparti di terapia intensiva sono entrati in allarme?
Senza contare che si sta cercando in tutti i modi di incentivare la vaccinazione anche in vista del sei dicembre, quando entreranno in vigore misure più stringenti per chi non ha il  Green Pass.
Del resto, a confermare che il comunicato della Amministrazione fosse quantomeno incauto ci ha pensato nientemeno che la stessa Amministrazione.
Infatti, il giorno successivo annuncia di voler far scendere  in campo “l’artiglieria pesante”, che come nel film il Gladiatore, è pronta a “scatenare l’inferno” inoculando vaccini fin dal primo dicembre e senza nemmeno la seccatura della prenotazione. Wow!
Un vero e proprio blitz che sfugge persino all’apposita piattaforma che continuava a dare venerdì 10 dicembre come primo giorno disponibile per la vaccinazione.
Intendiamoci, che le vaccinazioni proseguano a pieno ritmo non solo è positivo ma indispensabile.
Tuttavia, voler far credere che “accelerazione” imposta fosse programmata appare ardito.
E’ vero che considerato il periodo siamo disponibili a credere a Babbo Natale, ma non conviene esagerare.  
Nella polemica che ha fatto seguito, è finita la Manifestazione “Assaporagionado”.
E’ evidente che   con un minimo di programmazione e di buon senso non ci sarebbe stato spazio per nessuna discussione.
 “Assaporagionando” è un format efficace che andrebbe incentivato.
Non va dimenticato che nel tempo una visione politica miope ha cercato di minarne le fondamenta senza riuscirci, ma “regalandola” per anni ad altri Comuni più avveduti. Quella stessa politica che poi magari  “farnetica” sulla valorizzazione del territorio, delle imprese e dei prodotti locali, con la stessa coerenza e credibilità che ha un pollo allo spiedo riccamente speziato.

PUBBLICATO 02/12/2021 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

CALCIO  |  LETTO 263  
Il punto sull’Eccellenza. L’Acri vince fuori casa ed è in zona play off
Sedicesima giornata. Ben cinque vittorie esterne e venti reti. Il Locri sembra imbattibile.... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 171  
Polvere sulla speranza
Santa Teresina di Lisieux, già vicina alla prematura morte (24 anni), così pregò... ...
Leggi tutto

AUGURI  |  LETTO 564  
Buon compleanno
Nel 2004, 18 anni fa, grazie alla felice intuizione del dott. Gianluca Garotto nasce Acri in rete..... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 540  
Approvato il Liceo Scientifico Quadriennale al Liceo Julia
Un altro traguardo per il Liceo Julia, un altro piccolo tassello che va ad incrementare l'offerta già ampia ed interessante del liceo acrese. Il prossimo anno scolastico si delineerà nel senso ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 256  
Al Movimento Cinque Stelle urge un sussulto di coraggio
La situazione di stallo e di sbandamento, che si è venuta a creare nel Movimento dei Cinque Stelle, rischia di farlo scomparire come è avvenuto per altri movimenti come quello, per fare un esempio, ...
Leggi tutto