OPINIONE Letto 1369  |    Stampa articolo

Opposizione lontana dai problemi del territorio il sottoscritto critico ma coerente

Foto © Acri In Rete
Raffaele Gencarelli
condividi su Facebook


Cari concittadini acresi, oggi mi tocca di svolgere un compito arduo, difficile, oggi proverò a svegliare dal loro atavico torpore le forze di opposizione, si, coloro che non si capisce come ancora non si sono accorti di un triste ed inarrestabile fenomeno che da secoli con una accelerazione negli ultimi 25 anni, colpisce il Sud Italia e la Calabria in particolare, lo spopolamento e l'emigrazione.
Fenomeno questo che obiettivamente come dimostrano innumerevoli studi sociologici esulano dalle capacità delle amministrazioni locali se non in piccola parte.
Accludo i link di alcuni importanti articoli a loro beneficio.
Cari concittadini dovete sapere che questi campioni della politica nostrana anche in campagna elettorale giravano per le case a promettere posti di lavoro e spero vivamente che siano riusciti a mantenere le promesse da marinaio.
Questo era il loro programma elettorale, questo vi pare può essere una risoluzione credibile?
Ora parliamo del loro impegno di Consiglieri di minoranza, credete che qualcuno di loro si sia mosso per andare a sincerarsi sul campo dei problemi del serbatoio prima e della rottura di Ominiello dopo?
Ci sarebbe piaciuto ma di loro si avverte il vuoto totale, tranne che se qualcuno li tira in causa come ho fatto io allora escono immediatamente fuori dai loro calduccio impieghi e memori della strategia usata in campagna elettorale buttano fuori solo fango sulle persone.
Personalmente ho le spalle larghe, è vero che c'è stato un periodo di scontro con Pino Capalbo ai tempi della sua prima elezione, da iscritto al PD non condividevo all'inizio del suo mandato alcune impostazioni politiche e con coraggio ho fatto più opposizione io da solo che chi sedeva allora come oggi in minoranza. Nel prosieguo dell'esercizio amministrativo ho riscontrato tante convergenze con il Sindaco, il grande lavoro per appianare i debiti del dissesto e come succede in un contesto civile sono rientrato nel mio partito.
La mia candidatura è la numero 6, nella stessa famiglia.
A voi dell'opposizione questo pare strano e perciò buttate veleno e fango sulle persone ma esistono persone che pur con le legittime aspirazioni personali hanno la capacità di mettersi al servizio della comunità.
La mia storia parla per me e vi prego di continuare a frequentare il mio profilo social e di documentare le mie umili gesta così la gente mi apprezzerà di più.
Spero di aver dato un piccolo contributo ad accrescere le vostre conoscenze in merito al fenomeno emigrazione.
Vi avviso inoltre che sia il Sindaco che ogni altro Consigliere, Assessore e libero cittadino di questa città partirà e viaggerà verso tutte le destinazioni che riterrà di visitare attingendo alle proprie economie perché solo una mentalità chiusa e bigotta può permettersi di sindacare l'opportunità o meno di un'altra persona di recarsi a proprie spese dove vuole soprattutto perché abbiamo una macchina comunale con fior di tecnici che possono occuparsi di ogni emergenza.
Mi conforta il non essere solo in questa battaglia di emancipazione politica della suddetta minoranza o opposizione qualsivoglia si dica, è di ieri un roboante articolo di una nota testata giornalista locale a firma della redazione che fa capo ad un candidato eccellente nelle vostre stesse liste, (l'editore di Acri in Rete Gianluca Garotto) che oltre a stigmatizzare un immobilismo assoluto, una assenza ingiustificata dalla scena politica e dai problemi della gente, paventa aspetti che mi hanno addirittura spaventato su possibili connivenza con la maggioranza.
Vi prego di smentire almeno questo, nulla ci può avvicinare, come uomini siete delle splendide persone, politicamente siete lontani anni luce dalle nostre convinzioni politiche e sociali.
Vi auguro di cuore buon e proficuo lavoro per il bene della comunità acrese.


PUBBLICATO 07/10/2022 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

RELIGIONE  |  LETTO 164  
Maria 2022 (8 Dicembre)
Alcuni mesi fa Saman, bella ragazza Pakistana, piena di vita e di giovanili progetti nel cuore, è stata strangolata dalla famiglia in Italia perchè rifiuta di sposare il giovane scelto dalla famiglia. ...
Leggi tutto

JUGUEADU  |  LETTO 656  
E' tornato Jugueadu
Cari amici, inizia il primo capitolo della rubrica "E' tornato Jugueadu", l'occhio indiscreto sulla società contemporanea. ...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 416  
In Calabria condizioni di rischio diversificate
L’evento di dissesto geo-idrologico dello scorso 26 novembre a Casamicciola, sull’isola di Ischia, ha riportato bruscamente alla memoria di molti il disastro di Vibo Valentia del luglio 2006, o quelli ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3102  
Paolo Algieri ci ha lasciato...
Il caro Paolo se n’è andato in silenzio lasciandoci con la bocca amara; non lo incontrerò più nei pressi del cenacolo di Germinal, dove quasi sempre ci si incontrava desiderosi di scambiarci giudizi e ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 640  
Giornata della disabilità. Calcagni ha emozionato e strappato applausi
E’ stata un vero successo la celebrazione della prima "Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità" che si è tenuta sabato nella cornice di palazzo Sanseverino - Falcone, nel Comune di Acri. ...
Leggi tutto