EDITORIALE Letto 3135  |    Stampa articolo

Non ci (e vi) crede più nessuno

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


Amministratori, politici, aziende e dirigenti continuano a mortificare ed a prendere in giro cittadini, utenti, lettori ed elettori.
Se non fosse per il dovere di dare spazio ai vari comunicati, faremmo volentieri a meno di pubblicarli anche perché non sono altro che una fotocopia.
Basta fare una veloce e facile ricerca sul web per rendersene conto.
Sembra che il sindaco Capalbo e FdI non abbiano fatto altro che un copia incolla per scrivere sull’ospedale.
Oggi come ieri, ovvero come tredici (13) anni fa: annunci e promesse di nuova strumentazione e di risorse umane. Solo attenti cronisti possono testimoniarlo.
Sin dal 2010 (amministrazione Trematerra) si parla di potenziare il Beato Angelo ma sia con Tenuta che con Capalbo non è cambiato nulla sebbene incontri, passerelle, apericena, caffè, cenette, selfie e sorrisi.
I comunicati stampa sono pieni di corbellerie e di baggianate e difatti, oggi gennaio 2023, il presidio ospedaliero è sofferente per mancanza di personale e di servizi.
Ricordate il consiglio comunale dell’agosto 2017, ovvero sei anni fa? In quella occasione il dg Mauro e il consulente della regione alla sanità, Pacenza (con pochi requisiti e competenze), annunciarono importanti novità per il Beato Angelo. Nulla di più falso.
Ricordate i post sui social del sindaco Capalbo che annunciava personale (anestesisti, primari, tecnici, infermieri) e interventi? Nulla di più falso.
Cambiano gli orchestrali (dirigenti, politici, amministratori) ma la musica è la stessa. Il sindaco ed alcuni partiti sono ritornati ad illuderci con lo stesso leit motiv: incontri, promesse e annunci accompagnati da note stampa per le quali c’è la corsa a chi le pubblica per primo al solo fine di prendersi il merito. Atteggiamento deplorevole.
Acri in rete non vuole più essere corresponsabile di un’informazione non veritiera.
Ci occuperemo delle promesse solo quando esse sono diventati fatti reali, ovvero daremo spazio al nuovo primario di medicina, al nuovo radiologo ed al responsabile della risonanza solo quando prenderanno servizio.
Ci occuperemo dell’inaugurazione del reparto di ortopedia e dell’area dell’elisoccorso solo quando saranno davvero operativi.
Di comunicati pieni di pubblicità ingannevole e di impegni dei vari esponenti politici (che poi devono prendere consensi), ne abbiamo l’archivio pieno.

PUBBLICATO 17/01/2023 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 301  
Manganelli e Polizia violenta svuotano la Democrazia, la Repressione del Dissenso Uccide la Libertà
Quando le manifestazioni sono pacifiche anche se si esprime dissenso NON si manganellano gli studenti per impedirgli di manifestare, se accade è già asfissia illiberale. La libertà è la cifra distint ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4641  
Acri. Sotto sequestro area di 5000 metri quadri. Denunciato il proprietario per gestione illecita di rifiuti e scarichi di reflui non autorizzati
Si comunica quanto segue, nel rispetto dei diritti dell’indagato da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 256  
Quando la musica incontra la solidarietà
La Hello Music Academy di Acri e la Polimnia di Cosenza a sostegno della CTNNB1. Si preannuncia un concerto unico ed emozionante quello di giovedì 29 febbraio 2024 a Palazzo Sanseverino ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 548  
Verso le Europee. Nel 2019 l’exploit del M5S
In Italia si voterà il 9 giugno per eleggere 76 europarlamentari. Nel 2019 nel Comune di Acri risultò essere il primo partito il M5S con 2689 preferenze (39,3%), a seguire Pd 1506 (22,0%), Lega 1166 ( ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 419  
Sognare non costa nulla
Sabato scorso, a Mirto, il Città di Acri Calcio a cinque ha conquistato una preziosa vittoria (con due goal di Rovito, uno di Rengifo e Riconosciuto)  che ha consentito al gruppo, di arrivare al verti ...
Leggi tutto