COMUNICATO STAMPA Letto 1258  |    Stampa articolo

Finalmente il dado è tratto. La Regione dice "No" all'eolico a Serra Crista

Foto © Acri In Rete
Comitato ProteggiAMOilterritorio
condividi su Facebook


È di ieri la notizia dell'esito negativo della conferenza dei servizi della Regione Calabria in merito al progetto presentato da Enel green power che prevedeva la realizzazione di un impianto eolico, con 5 mega torri e un consistente volume di movimento terra, a Serra Crista.
Un "NO" secco e chiaro che arriva dal Dipartimento Tutela dell’ambiente della Regione Calabria, dalla Soprintendenza dei beni culturali e paesaggistica di Cosenza e dalla U.O.A. Forestazione della Regione.
Il nostro Comitato ha reagito con estrema soddisfazione alla notizia. Gli sforzi da noi messi in atto hanno dato i loro frutti, contribuendo in maniera decisiva ed efficace alla difesa del nostro amato territorio. Possiamo finalmente tirare un sospiro di sollievo, consapevoli del fatto che l'ambiente sia adeguatamente salvaguardato anche dagli organi regionali preposti.
Purtroppo, non possiamo dire lo stesso per quanto riguarda l'amministrazione comunale di Acri, che avrebbe dovuto manifestare in prima fila insieme ai cittadini e pronunciarsi per la difesa strenua dell’ambiente e del territorio acrese. Non solo, le posizioni dell’intera maggioranza riguardo la realizzazione dell’impianto sono state, da subito, palesamente esplicitate e cioè favorevoli all’impianto senza dubbi e tentennamenti nonostante i due pareri negativi espressi dalla soprintendenza di Cosenza che , a chiare lettere , ha evidenziato un eventuale danno idrogeologico, ambientale con alterazione della biodiversità e della bellezza del territorio.
Certamente, se il Sindaco e la maggioranza avessero ascoltato i cittadini e attivato un dialogo aperto sul tema eolico , forse , si sarebbe evitata questa lungaggine nella definizione del parere ultimo da parte della regione .
Che Enel Green Power, ente proponente. curasse i propri interessi finalizzati alla realizzazione dell'impianto si sapeva già, mentre ciò che risulta strano è, appunto, il mancato adempimento da parte dell'amministrazione comunale del dovere di difesa e protezione del proprio territorio .
Il nostro Comitato si è attivato da subito, con varie iniziative, a sensibilizzare la cittadinanza intera per diffondere le informazioni chiare sull’impianto eolico in località Crista, il quale , se realizzato, avrebbe danneggiato in maniera irreversibile le nostre foreste incontaminate e i nostri monti verdeggianti, anche a danno della nostra salute.
Abbiamo presentato come comitato il 20 gennaio 2024 le nostre osservazioni al progetto rimodulato da Enel Green Power- purtroppo nuovamente condiviso dall'amministrazione comunale - in cui sono stati esposti tutti i rilievi considerati dannosi e impattanti. La nostra battaglia ha visto una comunione di intenti e di idee di tanti soggetti che, ognuno per la propria identità , ha contribuito al raggiungimento di questo risultato, come la soprintendenza e i consiglieri di minoranza i quali hanno da subito espresso forti perplessità sulla valutazione positiva del progetto fatta dalla maggioranza.
L'impegno mostrato da tutto il comitato “proteggiamo il territorio” insieme al coordinamento dei comitati e delle associazioni acresi, in questo periodo di protesta, è stato costante e tenace.
Auspicandi che, anche, per Serra Capra sia pronunciato presto , un definitivo "No" all’eolico, il nostro Comitato soddisfatto, continua ad essere presente e attivo e a promuovere azioni e iniziative a salvaguardia del territorio acrese. Oggi la montagna è finalmente salva, una volta per tutte!
Per ulteriori dettagli ed aggiornamenti puoi seguirci sui social
Facebook “Acri comitato Proteggiamo il Territorio
Instagram acri_proteggiamoilterritorio
#acricomitatoproteggiamoilterritorio

PUBBLICATO 01/02/2024 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 413  
Acri nel Paese delle meraviglie: la Regina di cuori declina l'invito per il thè
Mi appello all' intelligenza di tutti coloro che hanno investito tempo ed.... ...
Leggi tutto

CURIOSITA'  |  LETTO 132  
A proposito della toponomastica storica sandemetrese
È risaputo che la toponomastica storica sandemetrese è stata elaborata dal poeta.... ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1085  
Consiglio comunale. Scintille e accuse reciproche tra Capalbo e l'ex sindaco Bonacci
Al posto dei consiglieri comunali tutti e della giunta, non saremmo contenti all’indomani del consiglio comunale dello scorso 11 aprile. L’assise era stata convocata dal presidente Simone Bruno ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 209  
La casa di Abou Diabo e Liberaccoglienza a sostegno di Maysoon Majidi
In occasione del Festival “Frontiere”, sui temi delle migrazioni e dell’accoglienza, organizzato dall’Associazione Migrantes, dall’11 al 14 aprile 2024 a Cosenza, gli operatori de “La Casa di Abou Dia ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1183  
Ristrutturazione del pronto soccorso. Ecco come diventerà
Oltre un milione di euro per la ristrutturazione del pronto soccorso. Nelle venti pagine della relazione tecnica dell’Asp si legge, tra l’altro, che obiettivo del presente documento ...
Leggi tutto