POLITICA Letto 1551  |    Stampa articolo

Sosterrò Capalbo fino alle fine, non riconosco il gruppo locale di Fi

Foto © Acri In Rete
Vincenzo Mustica
condividi su Facebook


Un articolo, quello del quotidiano online Acrinrete, falso e volutamente mirato a dividere una maggioranza forte e coesa (clicca qui, ndr).
Il sottoscritto, assolutamente contrario ai rappresentanti locali di Forza Italia, sia nei modi che nel linguaggio, nulla ha a che fare con gli acrobati della politica che hanno attraversato l'arco costituzionale di vecchi e nuovi partiti.
Ricordo a chi legge che nelle ultime consultazioni amministrative Forza Italia non era presente e solo dopo i rappresentanti locali in Consiglio comunale ne hanno comunicato l'adesione, probabilmente per salire sul carro del vincitore: il presidente della Regione Calabria On. Roberto Occhiuto.
Col Presidente mi legano rapporti personali consolidati negli anni fin dalla militanza nell'UDC e la mia adesione a Forza Italia, a livello nazionale, è lontana anni luce da questo gruppo locale.
Onestamente il Presidente Occhiuto dovrebbe volgere più attenzione al nostro territorio ed auspicio che alcune questioni in essere (ospedale, dimensionamento scolastico) ricevano il giusto riconoscimento da parte degli organismi regionali.
A livello locale è noto che ho sposato pienamente il programma elettorale di Pino Capalbo e l'ho sostenuto e lo sostengo con lealtà e partecipazione attiva per realizzarlo.
Ai millantatori di una pseudo appartenenza dico solo di dormire tranquilli: io sto sempre dalla stessa parte, quella del sindaco Pino Capalbo; loro, per abitudine, cambieranno se dovesse cambiare il governo regionale.

Fin qui la nota pervenutaci via mail da Vincenzo Mustica a cui facciamo notare, anche a qualche suo suggeritore, un paio di cose;
1. Non comprendiamo cosa ci sia di falso nel nostro scritto visto che ci siamo limitati a rendere nota la sua adesione a Fi peraltro riportata da molti quotidiani on line regionali;
2. Scrivere che un consigliere di maggioranza ha aderito a Fi, dopo aver riscontrato la notizia, significa fare disinformazione e dividere la stessa maggioranza di centro sinistra destra? Ci siete o ci fate?
3. Non capiamo, inoltre, gli attacchi, evidentemente giustificati, da parte di Mustica al Gruppo locale di Fi visto che noi non siamo entrati nel merito dei rapporti che egli ha o non ha con i Consiglieri Comunali Intrieri, Zanfini e Turano;
4. Checchè ne pensa Mustica per noi di Acri in rete, ma crediamo anche per molti lettori, è imbarazzante, illogico e innaturale che un esponente di Fi, partito acerrimo avversario del Pd, in Consiglio Comunale sieda accanto a esponenti Dem e del Psi pur se tuttavia trattasi, come più volte sottolineato, di una maggioranza di Sinistra, Centro, Destra.

PUBBLICATO 02/05/2024 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 279  
Questione ospedale, dietrofront dell’Amministrazione?
L’esito dell’ultima seduta della commissione sanità allargata non è stato positivo. Si è avuta la percezione di... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 502  
Il presidente di Sinistra Italiana Nichi Vendola ad Acri
Nichi Vendola, presidente di Sinistra Italiana è stato in Calabria due giorni per parlare... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 283  
Primo Festival nazionale del dialogo filosofico, fra i partecipanti due Istituti calabresi
Portare il dialogo filosofico all’attenzione di tutto il territorio nazionale, partendo dalla scuola dell’infanzia.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 739  
Il Lions Club Acri mette in scena la seconda edizione del Processo Simulato
Il Lions Club Acri sotto la guida del Presidente Avv. Raffaela Bruno, ha voluto, nella “Settimana della Legalità Lions” mettere in scena la II^ edizione "UN PROCESSO SIMULATO ...
Leggi tutto

LETTERE ALLA REDAZIONE  |  LETTO 1205  
La “buona sanità” della chirurgia Falcone
Da una nostra lettrice, riceviamo e pubblichiamo. Sono ormai ben noti lo spessore professionale e le doti umane di Bruno Nardo, professore universitario, luminare della chirurgia ma ...
Leggi tutto