SPORT Letto 3295  |    Stampa articolo

Olympic Acri - Aprigliano 0 - 0

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


OLYMPIC ACRI: Spingola sv, Mancino 6, Viteritti 6, Fabio 6 (87° Visani sv), Luzzi 6, Tedesco 6, Ferraro 5.5, Bisignano 6, Provenzano 5.5 (75° Ritacco sv), La Canna 5.5, Azzinnari 5.5 (89° Garofalo sv). Allenatore: Pascuzzo
APRIGLIANO: Mauro 6, Bozzo 5.5, Ruffolo 5.5, Sidoti, Paciola 5.5, Tarantino 5.5, Perri 5.5 (56° Barberio sv), Lepore 6, Federico 5.5, Nicoletti 5.5,  Stillitano 5.5. Allenatore: Domanico

ARBITRO: De Luca di Paola 5.5 (Assistenti: Paradiso di Lamezia T. e Mascali di Paola)
NOTE: Circa 200 spettatori. Ammoniti: La Canna, Provenzano e Viteritti (OA), Stillitano e Sidoti (B). Angoli: 4-2. Rec. 1°, 2°

Acri – Brutto pareggio per la formazione di mister Pascuzzo che impatta contro un Aprigliano volenteroso che nell’arco dei novanta minuti non è mai riuscito ad impensierire la formazione di casa.
Dopo la roboante vittoria di domenica contro il Cariati, la formazione di Pascuzzo cercava la continuità ma sin dai primi minuti ha dovuto fare i conto con Mauro e soci che hanno chiusi tutti i varchi.
Mister Pascuzzo deve far a meno di capitan Lamirata, parte con Spingola in porta, difesa con Luzzi e Tedesco centrali, Viteritti e Mancino a fungere da esterni sulle fasce. A centrocampo spazio a Fabio, La Canna e Bisignano, con Azzinnari e Ferraro estreni a supporto di Provenzano.
Per assistere alla prima vera azione si deve arrivare al 15° quando La Canna colpisce il palo a Mauro oramai battuto. I biancazzurri non si fermano e quattro minuti dopo Ferraro potrebbe portare in vantaggio i suoi ma il giovane attaccante acrese sbaglia da ottima posizione spedendo la palla fuori.
La partita ristagna a centrocampo con le due formazioni che si annullano a vicenda, al 40° da un’azione partita dalla sinistra con Luzzi, Provenzano di testa spedisce la palla sopra la traversa.
La seconda frazione di gioco si apre con gli ospiti in avanti, al 53° Federico entra in area ma il tiro dell’attaccante finisce di poco fuori.
Passano 11 minuti e da una punizione per un fallo commesso al limite su Provenzano, La Canna cerca l’angolino ma il tiro del centrocampista viene deviato da un braccio di un difensore con l’arbitro che non si accorge di nulla.
Mancino dalla sinistra, dopo una sgroppata, crossa al centro per Provenzano, ma l’attaccante sbaglia clamorosamente da ottima posizione.
Gli uomini di Pascuzzo cercano il gol della vittoria e alla mezz’ora da una ennesima sgroppata di Mancino sulla sinistra la palla arriva dalle parti di Ferraro che da ottima posizione spreca una ghiotta occasione.

PUBBLICATO 20/02/2017 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 60  
Siamo tutti responsabili. Tenere la città pulita è un gioco di squadra!
Ieri 22 aprile 2024 abbiamo effettuato l’ennesima bonifica, a causa dei rifiuti.... ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 452  
Tandem obtinet iustitia
Con la proposta di archiviazione avanzata dal PM dott. Cozzolino viene finalmente chiuso il procedimento penale che ha visto coinvolto Pino Capalbo, Sindaco di Acri, nel 2020. ...
Leggi tutto

RICORDO  |  LETTO 1838  
Per Leonardo Marra
Tutto è pronto: le mappe, la fatua speranza. Mi spolvero le palpebre. Ho messo all’occhiello la rosa dei venti. Tutto è pronto: l’atlante, l’aria. ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 639  
Il Pd di Acri esprime soddisfazione per l'archiviazione della posizione del Sindaco Capalbo
Il Partito Democratico di Acri ha accolto con grande soddisfazione la decisione del Pubblico Ministero e del Giudice per le Indagini Preliminari di archiviare la posizione ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 763  
La rivincita di un galantuomo
Giorno 15 Aprile la città di Acri si è svegliata con la bellissima notizia che un galantuomo ha avuto giustizia, il galantuomo è il Sindaco di Acri Avv. Pino Capalbo. La vicenda è nota ...
Leggi tutto