SPORT Letto 3597  |    Stampa articolo

Olympic Acri - Marina di CZ 1 - 0

Foto © Acri In Rete
Redazione
condividi su Facebook


OLYMPIC ACRI: Lorè 6, Mancino 6, Viteritti 6,5, Fabio 6 (88° Perri sv), Luzzi 6, Tedesco 6, Ferraro 6 (63° Ritacco 6), Bisignano 6, Provenzano 6, La Canna 6,5, Lamirata 6 (83° Visani sv). In panchina: Spingola, G. Giudice, Garofalo, S. Giudice. Allenatore: Pascuzzo 6

M. DI CATANZARO: S. Mauro 6,5, Torquato 6, Arcuri 6 (73° Orlanduccio sv), La Monica 6, Lombardo 6, Barberio 6, Ferrara 6, Cacia 6, Brighet 5 (53° Fiorita 5), M.Mauro 5, Evaroni 5. In panchina: Matei, Madia, Miniaci, Fraietta, Mirarchi. Allenatore: Sestito 6

MARCATORI: 66° La Canna
ARBITRO: Graziano di Rossano 6 (Assistenti: Padovano e Fascetti di Reggio Calabria 6)
NOTE: Circa 100. Angoli: 5-1. Recupero: 2'pt; 4'st.

Acri – Con un gol di Mario La Canna nel secondo tempo, l’Olympic Acri continua la sua marcia verso i play off visto il pareggio dell’Amantea. La squadra di casa soffre e alla fine conquista tre punti d’oro contro il fanalino di coda, Marina di Catanzaro, arrivato sul manto erboso del Pasquale Castrovillari con il chiaro intendo di non subire l’ennesima goleada.
Partono bene gli uomini di mister Pascuzzo e già al 2° con Lamirata vanno vicino al gol ma il tiro del capitano biancazzurro viene salvato sulla linea di porta da un difensore ospite.
Le squadre si studiano a centrocampo senza affondare nessun colpo e al 25° ci prova Ferraro che dalla sinistra si accentra e dal limite lascia partire un bolide che si spegne sul fondo. L’Olympic pressa alla ricerca del gol del vantaggio e sul finire del tempo è Lamirata a provarci con una bella punizione dal limite con la palla che finisce alto sulla traversa.
Il secondo tempo si apre con gli uomini di Pascuzzo che sin dai primi minuti cercano la profondità e al 46° è Lamirata a provarci con una bella conclusione di sinistro, la sfera colpisce un braccio di un difensore ospite ma per l’arbitro non c’è nessun fallo e lascia proseguire. I minuti passano con l’Olympic alla costante ricerca del gol che arriva, finalmente, al 66° con Mario La Canna che dagli sviluppi di un calcio di punizione, pennella una traiettoria su cui S. Mauro non riesce ad arrivare.
Tre minuti dopo è sempre il centro campista cosentino a provarci dalla distanza ma il tiro termina di poco a lato.
Gli ospiti accusano il colpo e non riescono ad imbastire un’azione degna di nota, i biancazzurri ne approfittano addormentando l’incontro in attesa del fischio finale.
Dopo ben 4 minuti di recupero Graziano dice che può bastare, con i biancazzurri che festeggiano.

PUBBLICATO 24/04/2017 | © Riproduzione Riservata





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 851  
Proposta modifica decreto n° 78 del commissario Occhiuto
Il comitato " Uniti per l'ospedale Sant'Angelo d'Acri", visto l'attuale stato di depotenziamento  dell'ospedale di Acri; considerato che il P.O. Beato Angelo è nei fatti Ospedale di zona ALTAMENTE DI ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 584  
Saper fare squadra
Nell'atmosfera elettrizzante di una stagione calcistica da incorniciare i rossoneri del Città di Acri, battendo il Potenza, hanno scritto una bella pagina di storia sportiva per la nostra città I ros ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1976  
Sanità pubblica in Calabria. Chi ci salverà? Intanto chiude il punto nascita di una nota clinica di Cosenza
In questi giorni è stata annunciata la chiusura di un punto nascita di una famosa clinica privata cosentina. Gli spiriti di cittadini e di cariche importanti si sono animati ed ...
Leggi tutto

TRADIZIONI  |  LETTO 690  
La Settimana Santa a San Martino di Finita
Tra i suggestivi riti della Pasqua a San Martino di Finita (CS), la Settimana Santa costituisce il periodo più importante dell 'anno liturgico, tanto che viene chiamata Java e Madhe, ...
Leggi tutto

FOCUS  |  LETTO 1706  
La regione tutelera' l'ospedale e i lavoratori ex legge 15. Potrei candidarmi
Con Gianluca Gallo, assessore regionale nonché segretario provinciale, abbiamo affrontato diversi temi; sanità;"la regione tutelera' il presidio sanitario, non èil caso di strumentalizzare la vicenda ...
Leggi tutto