POLITICA Letto 3008  |    Stampa articolo

Confusione nella maggioranza, mentre UDC e pdl non dialogano. Arena al posto di De Vincenti.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
L'ultima seduta del consiglio comunale ha offerto interessanti spunti di riflessione e di dibattito. Ha dimostrato, inoltre, che sia nella maggioranza che nell'opposizione regnano confusione e strappi. L'assise ha evidenziato anche che il primo cittadino, almeno per il momento, appare da solo tanto che è stato costretto ad una lunga arringa difensiva per ribattere alle critiche della minoranza ed a sostituirsi al silenzio degli "amici" della maggioranza. I primi "complimenti" al sindaco arrivano da Bomparola che invita Coschignano a ritornare a fare il docente e il centro sinistra a trovarsi una nuova guida per le elezioni di marzo. Poi, però spiazza tutti quando vota il bilancio ma solo "per responsabilità e spirito di appartenenza politica", dirà. La replica del sindaco è stata pacata ma precisa; "so che nel Pd qualcuno vuole farmi fuori, è iniziata la battaglia a cui non mi sottrarrò."
Pdci, Ulivo per Acri-Verdi, Sinistra e Libertà, pur se invitati dal sindaco, non prendono posizione e si limitano solo a votare a favore. C'è un clima di sfiducia, insomma, attorno alla figura di Coschignano difeso solo da Capalbo che è anche segretario del Pd; "partiremo da Coschignano e valuteremo se ci sono le condizioni per una sua ricandidatura." Né bocciato, né promosso, quindi. L'assise ha messo a nudo anche le divisioni che vi sono nella minoranza venute a galla in occasione della votazione dei revisori dei conti. Udc e Pdl votano due diversi nominativi ma passa quello indicato da quest'ultimi grazie al voto di un centrista. I moderati condannano aspramente il comportamento del loro rappresentante e minacciano l'espulsione dal partito. Nella nota di disapprovazione non viene nominato ma l'accusato è Cavallotti. Ora i rapporti tra i due sono praticamente nulli e non è escluso che Cavallotti lasci il partito. L'Udc perde, per causa di forza maggiore, il capogruppo De Vincenti dimessosi per sopraggiunti impegni (è anche capogruppo alla Provincia), al suo posto gli subentrerà Enzo Arena, direttore del distretto sanitario. A proposito di alleanze Tenuta del Pdl definisce inspiegabile un accordo Udc-Pd dopo che quest'ultimo, partito del sindaco, ha bocciato quanto di buono aveva fatto la precedente amministrazione guidata da Fi, An e Udc. Nello stesso tempo, però, Udc e Pdl vanno avanti ognuno per conto proprio. E partita,così, ufficialmente la campagna elettorale in vista delle comunali di marzo.

PUBBLICATO 04/10/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 4654  
Coschignano, mi ricandido, ma solo a certe condizioni.
Il sindaco Elio Coschignano, a consuntivo, rivendica con orgoglio i risultati ottenuti in questi cinque anni, ringrazia per la candidatura propostagli dal suo partito, il Pd, "ma accetterò solo se v ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4375  
"Sinistra Democratica per Acri" il 4 Gen. 2010 ore 19.00 va a C/da Foresta.
Dopo il successo in termini di partecipazione, alle prime manifestazione che si sono tenute, prima ad Acri centro, e poi a San Giacomo, continuano le iniziative di "Sinistra Democratica per Acri" su ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4051  
Il consiglio comunale approva l'atto sul patto dei sindaci.
Anche il consiglio comunale della cittadina silana ha aderito al cosiddetto “Patto dei sindaci.” Si tratta di un’iniziativa lanciata nel 2008, nell’ambito della seconda edizione sull’energia sosteni ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4260  
Auguri in piazza.
Radio Acheruntia in collaborazione con Acrinrete.info organizza per domani 30/12/2009 in diretta da Piazza Annunziata la trasmissione "Auguri in piazza" con ospiti prestigiosi del mondo politico, im ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5106  
Un caso di razzismo politico ad Acri: Le Rotonde.
Nello scorso mese di Novembre transitavo per le strade di Acri e mi e' capitato di pensare al razzismo politico delle Rotonde acresi. Anche esse, come tanti italiani, sembra che a centro non ci vogl ...
Leggi tutto