POLITICA Letto 2506  |    Stampa articolo

Al via il Piano dei Servizi sociali.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
L’assessore regionale Maiolo (in foto), e l’assessore comunale Manes, entrambi con la delega alle Politiche sociali, hanno presentato il Piano dei Servizi sociali. Presenti anche il sindaco Coschignano e varie associazioni di volontariato.  
«Dopo nove anni - ha detto con orgoglio Maiolo - abbiamo dato il via al Piano di zona che è uno strumento che introduce per la prima volta la programmazione partecipata, ovvero il passaggio da un livello centrale ad un sistema complesso, basato sul principio di sussidiarietà verticale, nel quale ciascunente istituzione è responsabile della programmazione per il proprio livello di responsabilità. Questo strumento viene inserito in un contesto in cui l’ambito territoriale è quello dei Comuni compresi nella zona che gestiscono le funzioni sociali in Forma Associata».
Progetto quanto mai opportuno perché investe un distretto quello di Acri e Santa Sofia, in cui le emergenze ed i bisogni sono vari e numerosi. Da oggi, quindi, i meno abbienti sanno a chi rivolgersi e quali sono le vie da percorrere.
«Nell’ottica di promozione dello sviluppo locale - è stato detto - la zona distrettuale si connota come il nuovo livello di governo territoriale delle politiche e dei servizi sociali, al quale è richiesta una rilevante capacità progettuale e strategica. In poche parole, si vuole sperimentare un sistema che superi nel medio e lungo termine le singole e frammentate politiche sociali comunali, per sviluppare la collaborazione e l’integrazione operativa tra i diversi Comuni del distretto. Tra gli obiettivi, qualificare la spesa attraverso la mobilitazione e l’attivazione di tutte le risorse disponibili, promuovere iniziative di formazione e aggiornamento per consentire la crescita delle competenze professionali; dare priorità ai bisogni più gravi».
Alla fine non potevano mancare i riferimenti politici e Maiolo, incalzato dai cronisti, dice che «i giudizi su Loiero sono scaturiti senza un’attenta valutazione e discussione all’interno del Pd e che, quindi, l’attuale governatore è ancora in gioco».
Sulle alleanze dice: «non c’è nulla di male se Pd e Udc dialogano ed è una cosa che io vedrei ottima». E a livello locale? «So per certo che qui ci stanno lavorando entrambi i partiti».

PUBBLICATO 26/10/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 5146  
Nuova Gioiese - Fc Acri: 1 - 1.
Il decimo risultato utile consecutivo chiude il 2009 che si è rivelato, per la Nuova Gioiese, un anno strepitoso. Pazienza se, ad un quarto d’ora dalla fine, la compagine viola era passata in vantag ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3961  
Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo...
Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo rappresenta il primo degli scopi del Lionismo e nella luce di questo principio si è svolta nella suggestiva cornice del Palazzo ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4007  
La “giungla” parlamentare vs i giornalisti-killer.
Clima d'odio e di tensione. Fischi, dissenso e tanta rabbia. Questa è l'atmosfera che pare caratterizzare questo particolare momento storico- politico.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 5020  
Rivoluzione tecnologica al Liceo “V.Julia”
Oltre a quanto sopra, negli stessi anni, mediante i fondi FSE PON sono stati effettuati numerosi interventi relativi alle azioni C1/C4 , riguardanti , rispettivamente, il consolidamento delle abilit ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4073  
Il Presidente del Consiglio risponde ai consiglieri di minoranza UDC e PDL. I fatti solo i fatti.
L'ultima seduta del Civico Consesso può essere presa a paradigma di una situazione paradossale, che denota un malessere profondo delle minoranze.
Leggi tutto