POLITICA Letto 2445  |    Stampa articolo

Primarie PD: la periferia preferisce Bersani.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Il voto nel grosso centro silano regala tanti ed importanti spunti di riflessione. E se i dati provocheranno ripercussioni sia sulla vita politica del Pd che sull’amministrazione, lo si saprà tra qualche giorno. Colpisce, anzitutto,l’affluenza alle urne; oltre mille e seicento sono stati i cittadini che si sono recati nei tre seggi distribuiti sul territorio.
Poco meno di novecento al centro, circa seicento a San Giacomo e oltre duecento a La Mucone. A prevalere è stato Bersani, sia livello nazionale che regionale, che ha ottenuto poco meno di mille preferenze, 58% al nazionale, 59% al regionale, contro gli oltre seicento voti di Franceschini, 39% al nazionale e 41% al regionale. Acri centro, però, ha preferito Franceschini che ha raccolto circa cinquecento voti, 49% al nazionale, 55% al regionale. In sostanza la periferia, soprattutto San Giacomo, ha influito non poco sulla vittoria dell’ex ministro. Qui, infatti, ha raggiunto addirittura l’80% dei consensi, oltre quattrocento voti mentre a La Mucone ha raggiunto il 57%, oltre cento voti, e Franceschini il 42%, cento preferenze. Per Marino solo il 3%. La lista più votata, ma anche dell’intero collegio, risulta “liberiamo il futuro con Caminiti” in cui era candidato il segretario Capalbo. Si tratta di un risultato che gli potrebbe aprire le porte dell’assemblea regionale. C’era molta curiosità attorno ai risultati soprattutto per i sostenitori delle due mozioni. La Franceschini poteva contare sull’apparato istituzionale, oltre al segretario anche il sindaco e tre assessori mentre la Bersani sull’ex assessore regionale Cristofaro e sul candidato alle provinciali, Zanfini. Ribaltato, quindi, il dato del congresso di fine settembre quando la mozione del nuovo segretario aveva raggiunto appena il 20%.
Proprio nella patria di Zanfini, San Giacomo, c’è un dato che fa riflettere visto che ben seicento sono stati i votanti e oltre quattrocento quelli che hanno scelto Bersani. Il risultato complessivo è, comunque, un chiaro segnale, soprattutto, al sindaco ed ai suoi adepti, oggi un po’ più deboli mentre la segreteria resta saldamente nelle mani di Capalbo che, occorre ricordarlo, in occasione della candidatura di Zanfini, in palese rottura con la base, si è speso tantissimo. Oggi, però, gli equilibri all’interno del Pd potrebbero cambiare e in vista delle comunali di marzo nei democratici si aprirà una discussione che potrebbe riservare delle sorprese.

PUBBLICATO 28/10/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 4659  
Coschignano, mi ricandido, ma solo a certe condizioni.
Il sindaco Elio Coschignano, a consuntivo, rivendica con orgoglio i risultati ottenuti in questi cinque anni, ringrazia per la candidatura propostagli dal suo partito, il Pd, "ma accetterò solo se v ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4380  
"Sinistra Democratica per Acri" il 4 Gen. 2010 ore 19.00 va a C/da Foresta.
Dopo il successo in termini di partecipazione, alle prime manifestazione che si sono tenute, prima ad Acri centro, e poi a San Giacomo, continuano le iniziative di "Sinistra Democratica per Acri" su ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4055  
Il consiglio comunale approva l'atto sul patto dei sindaci.
Anche il consiglio comunale della cittadina silana ha aderito al cosiddetto “Patto dei sindaci.” Si tratta di un’iniziativa lanciata nel 2008, nell’ambito della seconda edizione sull’energia sosteni ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4264  
Auguri in piazza.
Radio Acheruntia in collaborazione con Acrinrete.info organizza per domani 30/12/2009 in diretta da Piazza Annunziata la trasmissione "Auguri in piazza" con ospiti prestigiosi del mondo politico, im ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5110  
Un caso di razzismo politico ad Acri: Le Rotonde.
Nello scorso mese di Novembre transitavo per le strade di Acri e mi e' capitato di pensare al razzismo politico delle Rotonde acresi. Anche esse, come tanti italiani, sembra che a centro non ci vogl ...
Leggi tutto