INTERVISTA Letto 3385  |    Stampa articolo

Intervista a Peppe Cristofaro presidente della fondazione Padula.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Parte il prossimo quattro novembre la quarta edizione del Premio letterario nazionale "Vincenzo Padula", intitolato al prete-scrittore acrese e organizzato dalla Fondazione Padula presieduta da Peppe Cristofaro. Questi i vincitori che saranno premiati sabato sette nel corso di una giornata intensa e qualificata presentata da Tiziana Ferrario del Tg1; Vincenzo di Consoli per la narrativa, Gustavo Zagrebelsky per la saggistica, Massimo Salvadori per "un'idea per la politica", Valentino Parlato per il giornalismo e Carlo Verdone per la sezione internazionale.

Presidente Cristofaro, quale sarà la formula della quarta edizione?
Anche questa segue l'impostazione delle precedenti edizioni, allo scopo di non proporsi come semplice evento rituale e celebrativo ma tentando di confermarsi un appuntamento di confronto di idee, riflessioni a più voci e di incontro con personalità del mondo della cultura e dell'arte.

Quali gli appuntamenti di rilievo?
Il convegno su "Intellettuali e potere. Padula-Alvaro" costituisce un'occasione di studio di un periodo lungo e significativo della nostra storia, soprattutto meridionale, per coglierne l'atteggiamento e il protagonismo degli intellettuali di fronte al potere. Un argomento interessante in un momento di fragoroso silenzio degli intellettuali di fronte alle tumultuose trasformazioni della democrazia nel Paese e alla graduale marginalizzazione del Mezzogiorno. Il confronto tra Walter Pedullà e tre grandi narratori meridionali come Abate, Lupo e Nigro, propone un tema e una domanda sul modo di vedere, raccontare e proporre il Meridione nella nuova letteratura mentre Valentino Parlato, Massimo Salvadori e Gustavo Zagrebelsky discuteranno con il giornalista Giovanni Russo su un tema cruciale e vitale in questi tempi come "Il futuro della democrazia".

Ci sarà spazio anche per i giovani sui quali il Premio ha sempre puntato.
I nostri ragazzi di oggi, sono la classe dirigente di domani. Senza gli studenti il Premio non esisterebbe, anzi sarebbe semplice episodio, fredda celebrazione, forse anche passerella. Per un anno studenti e docenti dell'intera provincia hanno costituito la giuria di selezione in stretto rapporto con la giuria tecnica presieduta dal prof. Pedullà, hanno letto e scelto i vincitori delle sezioni narrativa e saggistica. L'incontro con Carlo Verdone diventa l'occasione di un seminario di studi su "Cinema e società". In questi mesi e in questi giorni è entusiasmante la partecipazione degli studenti, il loro impegno e la presenza costante delle scuole, per cui un ringraziamento particolare va ai Dirigenti e ai docenti che sono stati a fianco dei ragazzi. Il compito della Fondazione Padula sia rendere i giovani protagonisti della conoscenza e autori del cambiamento e di una nuova stagione di democrazia.

PUBBLICATO 04/11/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 4654  
Coschignano, mi ricandido, ma solo a certe condizioni.
Il sindaco Elio Coschignano, a consuntivo, rivendica con orgoglio i risultati ottenuti in questi cinque anni, ringrazia per la candidatura propostagli dal suo partito, il Pd, "ma accetterò solo se v ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4375  
"Sinistra Democratica per Acri" il 4 Gen. 2010 ore 19.00 va a C/da Foresta.
Dopo il successo in termini di partecipazione, alle prime manifestazione che si sono tenute, prima ad Acri centro, e poi a San Giacomo, continuano le iniziative di "Sinistra Democratica per Acri" su ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4051  
Il consiglio comunale approva l'atto sul patto dei sindaci.
Anche il consiglio comunale della cittadina silana ha aderito al cosiddetto “Patto dei sindaci.” Si tratta di un’iniziativa lanciata nel 2008, nell’ambito della seconda edizione sull’energia sosteni ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4260  
Auguri in piazza.
Radio Acheruntia in collaborazione con Acrinrete.info organizza per domani 30/12/2009 in diretta da Piazza Annunziata la trasmissione "Auguri in piazza" con ospiti prestigiosi del mondo politico, im ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 5106  
Un caso di razzismo politico ad Acri: Le Rotonde.
Nello scorso mese di Novembre transitavo per le strade di Acri e mi e' capitato di pensare al razzismo politico delle Rotonde acresi. Anche esse, come tanti italiani, sembra che a centro non ci vogl ...
Leggi tutto