OPINIONE Letto 4658  |    Stampa articolo

Via o contrada... Martin Luther King?

Gianluca Le Pera
Foto © Acri In Rete
I decenni passano, le amministrazioni comunali cambiano e di conseguenza mutua in bene questa nostra città, ma in tutto questo c'è un pezzettino di città che praticamente vive fuori dal tempo e dallo sviluppo. Ovviamente si sta parlando di via Martin Luther King che è rimasta intatta per merito degli amministratori che si sono succeduti a palazzo Gencarelli. Per questo, chi vi scrive vuol sottolineare, perché c'è ne bisogno, che questa zona, dove vivono molte famiglie, FA PARTE DEL CENTRO URBANO. Si dice ciò perché la precedente amministrazione comunale nel 2003 dopo aver modificato la denominazione di molte vie del centro urbano ha stilato insieme ad alcuni suoi collaboratori una prima edizione dello stradario cittadino e da quello stradario si evince che il centro urbano finisce con il viale Beato Angelo e quindi ciò che ci sta sotto quel viale, ovvero via Martin Luther King, non fa parte del centro urbano; nei giorni scorsi l'amministrazione con l'aiuto di un noto webmaster di un sito locale ha stilato un nuovo stradario e come copione la suddetta via non viene menzionata. Nei giorni scorsi l'amministrazione comunale giustamente ha festeggiato una grande vittoria per la nostra comunità, ovvero la rimozione dei cavi dell'alta tensione, peccato che un traliccio nel centro urbano è rimasto intatto ed è facile capire in quale zona esso è ubicato.
Inoltre, come è facile notare, quasi tutto il centro urbano ormai da anni ha la totalità delle strade comunali con asfalto o quantomeno con cemento, ad esclusione di via Martin Luther King dove gli abitanti sono costretti a percorrere strade o con cemento a pezzi o con terra battuta (ricordo che la terra battuta quando piove diventa fango!). Inoltre durante le piogge queste strade sono allagate, dato che da c/da Marullo scende inesorabilmente tutta l'acqua fino ad arrivare al torrente Calamo.
Vergognosa è anche la situazione della famosissima pietra del Beato Angelo, pietra storica non solo dal punto di vista religioso, dove non vengono effettuati interventi di messa in sicurezza, come ad esempio modificare il transito veicolare in quella zona per poter evitare che la pietra possa creare problemi agli autisti distratti. Infine, chi scrive ha il dovere di sottolineare che gli abitanti di quella zona non vogliono promesse da campagne elettorali, ma vogliono interventi significativi per il miglioramento di una zona che per decenni è stata dimenticata dagli amministratori. Mi congedo puntualizzando che questo articolo ha la funzione di promemoria per gli amministratori di questa bella cittadina, che tra le sue vie annovera, alla pari delle altre, anche via Martin Luther King.

PUBBLICATO 18/12/2009

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 4432  
Coschignano, mi ricandido, ma solo a certe condizioni.
Il sindaco Elio Coschignano, a consuntivo, rivendica con orgoglio i risultati ottenuti in questi cinque anni, ringrazia per la candidatura propostagli dal suo partito, il Pd, "ma accetterò solo se v ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4134  
"Sinistra Democratica per Acri" il 4 Gen. 2010 ore 19.00 va a C/da Foresta.
Dopo il successo in termini di partecipazione, alle prime manifestazione che si sono tenute, prima ad Acri centro, e poi a San Giacomo, continuano le iniziative di "Sinistra Democratica per Acri" su ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3817  
Il consiglio comunale approva l'atto sul patto dei sindaci.
Anche il consiglio comunale della cittadina silana ha aderito al cosiddetto “Patto dei sindaci.” Si tratta di un’iniziativa lanciata nel 2008, nell’ambito della seconda edizione sull’energia sosteni ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4028  
Auguri in piazza.
Radio Acheruntia in collaborazione con Acrinrete.info organizza per domani 30/12/2009 in diretta da Piazza Annunziata la trasmissione "Auguri in piazza" con ospiti prestigiosi del mondo politico, im ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4840  
Un caso di razzismo politico ad Acri: Le Rotonde.
Nello scorso mese di Novembre transitavo per le strade di Acri e mi e' capitato di pensare al razzismo politico delle Rotonde acresi. Anche esse, come tanti italiani, sembra che a centro non ci vogl ...
Leggi tutto